Home Altri sport Ciclismo Ciclocross a Barletta: spettacolo e girandola di emozioni al Castello Svevo

Ciclocross a Barletta: spettacolo e girandola di emozioni al Castello Svevo

12
0
1aPodio donne open-master ciclocross Barletta

1aPodio donne open-master ciclocross Barletta

Anche quest’anno tutto il meglio del ciclocross pugliese, unitamente alla Basilicata e alla Campania, con alcune presenze dal Piemonte e dall’Alto Adige, si è riversato a Barletta in occasione della terza edizione del Gran Prix Castello Svevo, la gara di ciclocross organizzata impeccabilmente dal Team Eurobike Corato con il patrocinio del Comune di Barletta-Città della Disfida, del Coni e della Federazione Ciclistica Italiana-Comitato Regionale Puglia.

La manifestazione ha avuto un buon ritorno di immagine dal punto di vista tecnico-sportivo sulla scorta delle due precedenti edizioni che hanno fatto conoscere il binomio perfetto tra Barletta e la disciplina del ciclocross in occasione dei Campionati Europei Master, sotto l’egida dell’Unione Europea del Ciclismo nel dicembre del 2012, e dei Campionati Intersud FCI un anno fa con un boom di presenze da tutto il Centro-Sud Italia.

Il vero fiore all’occhiello di questa gara è il percorso, abbastanza tecnico che ha permesso agli atleti di poter fare la differenza tra le curve e i rettilinei del fossato del castello, più gli ostacoli naturali ed artificiali dentro il parco: il Castello Svevo è un’area dal grosso potenziale tecnico-logistico nella quale il ciclocross può trovare un punto di riferimento fisso per chi lo pratica ma soprattutto per l’immagine della città di Barletta perché è un “patrimonio sportivo” che non va assolutamente disperso.

La mattinata si è aperta come di consueto con la passerella di baby bikers in rappresentanza delle società Team Eurobike, Andria Bike, GC Salentino, Polisportiva Iacovino Potenza, GS Doni 2004 e Asd Domina Sud.

Nell’ambito del Mini Short Track, i giovanissimi dai G1 ai G5 hanno pedalato in una versione ridotta del tracciato di gara dentro il parco, senza il passaggio nel fossato, con grande partecipazione così come per i rappresentanti della categoria G6 promozionali che si sono esibiti nella batteria di 20 minuti con il sigillo di Simone Lacorte (Bici Club Ostuni) su Angelo Pellegrino (GC Salentino), Gabriel Vito Misino (Polisportiva Gaetano Cavallaro), Lorenzo De Rinaldis (Kalos CV2.it), Celestino Tortorella (Ciclo Team Valnoce), Gaetano Salvemini (Polisportiva Gaetano Cavallaro), Marco Adolfo Lampitelli (Andria Bike Asd), Andrea Tamborrino (Asd Domina Sud), Alessandro Falabella e Roberto Di Novi (Ciclo Team Valnoce) prima di debuttare come esordienti primo anno a partire dal 1°gennaio 2015.

Pronto riscatto di Danilo Dennis Morzillo nella gara allievi dopo la vittoria sfuggitagli per mezza ruota due giorni prima ad Andria e andata nelle mani di Donatello Viola. Il corridore del GSC Moiano ha avuto la cosiddetta marcia in più e, dopo solo due tornate, il suo vantaggio era piuttosto notevole sul portacolori del GSC Ciclistico Grottaglie. Primi due gradini del podio conquistati da Morzillo e Viola nell’ordine ma per la certezza del terzo posto bisognava aspettare l’ultimo giro per avere conferma del piazzamento di Michele Floro davanti a Giulio Di Pierro (Polisportiva Gaetano Cavallaro), Giuseppe Spiriticchio (Spes Alberobello) e Giuseppe Girone (Team Giovanile Franco Ballerini Bari).

Nella gara esordienti non c’è stata storia: terzo successo nell’arco di due settimane per la rivelazione Aldo De Feo (Team Eurobike) che ha dominato sin dai primi metri, infliggendo un notevole distacco ai suoi rivali, su tutti Francesco Binetti (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e la sorpresa Enrico Bellotti (Velo Club Novarese). Al femminile gara in scioltezza per Federica Piergiovanni (Team Eurobike Corato) davanti alla donna allieva Teresa De Vincenzo (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e all’altra esordiente Alessia Scarpa (GS Tugliese).

Un’altra vittoria da incorniciare per l’esperto Maurizio Carrer (Team Eurobike, primo di categoria M4) che sta trovando la forma per arrivare al top in vista del Mondiale UCI Master a Gossau, in terra svizzera, il prossimo 4 gennaio.

Come un anno fa, recuperando il gap iniziale di 30 secondi della partenza, Carrer ha dettato ancora legge precedendo il leader degli juniores Antonio Meccariello a sua volta sul podio della propria categoria con Giuseppe Mastrototaro (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e Salvatore Palmieri (Zerokappa Asd) finiti dietro il portacolori del Pedale Arianese. Molto movimentata anche la gara femminile nel segno della master donna Sabrina Manco (GS Tugliese) con un giro di vantaggio sulla élite Krizia Ruggieri e sulla juniores Alessandra Mastrototaro entrambe della Polisportiva Gaetano Cavallaro.

In chiave fascia 2 amatoriale alle spalle di Carrer, da segnalare il secondo posto di Biagio Palmisano (Asd Antonio Narducci-Team Edil Luigi Cofano, primo tra gli M5), il terzo di Ignazio Giannella (Orangerteufel Team, secondo tra gli M4) e anche i piazzamenti di Ferdinando Panagrosso (Movicoast Turismo e Sport), Tommaso Barbaro (GSC Baser Dilettantistico) e Michele Moscarelli (Team Fieramosca Barletta) rispettivamente leader delle categorie master 6, 7 e 8.

Ancora la firma del Team Eurobike nella gara di 60 minuti con il pugliese di adozione Alban Nuha che ha subito attaccato nelle prime battute di corsa recuperando il gap dei 30 secondi della partenza.

L’under 23 Giacomo Colona (GS Tugliese), stanco per essere stato virtualmente al comando (per via della partenza anticipata rispetto al gruppo dei ciclomaster), ha ceduto al quinto giro perdendo le ruote di Nuha che è rimasto a lungo leader nella seconda parte della gara lasciandosi alle proprie spalle lo stesso Colona e l’élite Mattia Santoro (Polisportiva Gaetano Cavallaro).

Colona ha strappato tanti applausi per il secondo posto di batteria più il meritato podio tra gli under 23 assieme a Mauro Piccolo (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e Michele Diaferia (Moser Cycling Team); stessa sorte per Santoro ma primo di categoria élite davanti a Michele Salza (Team Co.Bo Pavoni) ed Emmanuele Greco (GS Tugliese).

In fascia 1 amatoriale, dietro Nuha (primo di categoria tra gli élite sport) si sono classificati Ernesto Angelini (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano, primo tra gli M3) e Marino Carrer (Team Eurobike, primo tra gli M2) mentre ha concluso la propria fatica al sesto posto (nono insieme agli agonisti) Andrea Pinto (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano) leader delle categoria master 1.

Alla presenza di Pasquale De Palma (presidente della Federciclismo Puglia), Pino Marzano (responsabile struttura tecnica FCI Puglia), Sabino Piccolo (referente ciclocross FCI Puglia), Marcello Degennaro (delegato Coni provincia di Barletta-Andria-Trani), nel corso della gara e della cerimonia di premiazione, è stata archiviata con successo un’altra edizione del Grand Prix Castello Svevo, nonostante il freddo pungente e il cielo plumbeo, che ha permesso ai tanti appassionati di seguire da vicino lo spettacolo del ciclocross in una domenica di festa per tutti al termine di una intensa stagione sui pedali in terra di Puglia, in attesa di aprire il nuovo anno con l’evento clou dei campionati italiani assoluti FCI a Pezze di Greco (Brindisi) nel week-end del 10-11 gennaio.

Risultati gara giovanissimi http://eventi.ciclieurobike.com/files/PDF/BARL_G6M.pdf

Gara esordienti-allievi http://eventi.ciclieurobike.com/files/PDF/BARL_P1.pdf

Gara juniores-donne-master over 45 http://eventi.ciclieurobike.com/files/PDF/BARL_P2.pdf

Gara open-master over 17 http://eventi.ciclieurobike.com/files/PDF/BARL_P3.pdf

Si ringrazia Roberto Ferrante per la gentile concessione delle foto (Credit Sport Click)

www.federciclismopuglia.it