Home Altri sport Sport Disabili Col campione del mondo SBK Jonathan Rea, i piloti paralimpici chiudono l’International...

Col campione del mondo SBK Jonathan Rea, i piloti paralimpici chiudono l’International Bridgestone Handy Race

13
0
1230cedb-3829-497e-b964-70bb2b2df477

1230cedb-3829-497e-b964-70bb2b2df477

Vince la gara il tedesco Peter Rohr (con giro veloce 1.49.9), davanti all’austriaco Matthias Lanzinger e al francese Stephan Paulus per la classe 1000.

Nella 600, gradino più alto del podio per l’italiano Maurizio Castelli, seguito dallo spagnolo Alejandro de la Cruz e dall’inglese Talan Skeels-Piggins.

Johnny, avresti mai pensato che persone senza un braccio, una gamba o anche paraplegici potessero, non solo tornare in moto, ma anche competere in una gara?
“E’ incredibile! E di grande ispirazione per me. Sono sicuro che col vostro esempio aiutate tutti coloro che hanno una difficoltà simile alla vostra”. Johnny Rea
CLASSIFICA FINALE
INTERNATIONAL BRIDGESTONE HANDY RACE 2018
1000 cc.
Peter Rohr
Emiliano Malagoli
Daniele Barbero

600 cc.
Alejandro de la Cruz
Talan Skeels-Piggins
Maurizio Castelli

Premio speciale Alan Kempster ad Alex Innocenti per la sua tenacia
(centrato due volte in pista in questo 2018 ma, nonostante questo, in gara anche qui a Magny Cours). Gomme Bridgestone, caschi Premier e olio Ipone rispettivamente ai primi, secondi e terzi delle classi 600 e 1000.

Si conclude così una stagione incredibile, che ha visto oltre 40 piloti disabili sfidarsi su 3 piste magiche del motociclismo mondiale, Le Mans, Mugello, Magny Cours, accanto ai campioni della MOTOGP e SUPERBIKE, grazie alla collaborazione di FIM e Dorna.

Un grande esempio di come lo sport insegni a superare anche i limiti più grandi e che speriamo sia di ispirazione per molti, molti altri disabili in Italia e nel mondo nei prossimi anni.
Abbiamo bisogno del sostegno di tutti per rimettere in moto tanti altri disabili!

Arrividerci alla prossima stagione, speriamo sempre più numerosi.
Never give up!