Home Calcio Calcio Femminile COPPA ITALIA, VERONA FORZA 12 NEL DERBY CON MOZZECANE!

COPPA ITALIA, VERONA FORZA 12 NEL DERBY CON MOZZECANE!

12
0
gol gelmetti 800x532

gol gelmetti 800x532

Fortitudo Mozzecane 0
Verona 12

Reti: Pt. 12′ Gabbiadini, 16 Mason, 18′ Toselli, 22′ Di Criscio. St. 1′ Mason, 7′ Gelmetti, 8′ Mason, 27′ Gelmetti, 29′ Karlsson, 33′ Gabbiadini, 37′ Gelmetti, 46′ Mason.
Mozzecane: Colcera, Bonamini (28′ st. Danese), Sossella, Salaorni, Rizzi (3′ st. Giubertoni), Faccioli, Bindella, Santin, Rasetti, Peretti, Caneo (11′ st. Boni).
A disposizione: Balasini, Danese, Giubertoni, Boni, Marcazzan, Mecenero, Pecchini.
Allenatore: Michele Mafficini.
Verona: Ohrstrom, Squizzato, Ledri, Ramera (33′ pt. Belfanti), Karlsson, Di Criscio, Toselli, Gabbiadini, Lagonia (31′ st. Baldo), Mason, Napoli (1′ st. Gelmetti).
A disposizione: Bianchi, Marconi, Dellera, Belfanti, Dal Bianco, Baldo, Gelmetti.
Allenatore: Renato Longega.
Arbitro: Luca Bonizzato di Verona
Assistenti: Bonizzato e Angerami di Verona
Note: Pomeriggio molto caldo, terreno in buone condizioni. Spettatori circa 200. Angoli 1-5, recupero 1+2.
San Zeno in Mozzo (Mozzecane).
In un pomeriggio caldissimo Mozzecane e Verona aprono la stagione sportiva del calcio femminile con il derby gialloblù valido quale gara d’andata del primo turno di Coppa Italia.
Debutto assoluto in gara ufficiale con la maglia del Verona per la statunitense Veronica Napoli e la bresciana Naila Ramera. Il Mozzecane si affida alle giovani per ripartire dalla serie B dopo la retrocessione dell’ultima stagione.
La notevole differenza di potenziale tra le due squadre è evidente fin dalle prime battute e le scaligere dopo una decina di minuti di studio passano in vantaggio: discesa sulla destra in velocità e perfetto cross della Napoli per la girata a rete di capitan Gabbiadini che mette a segno la prima rete ufficiale della stagione 2013-2014.
Quattro minuti più tardi arriva il raddoppio del Verona con il perfetto pallonetto di Marta Mason che beffa la numero uno locale Colcera, in campo dal primo minuto al posto di Mazzurana infortunata.
Al diciottesimo le ragazze di Longega triplicano chiudendo virtualmente il discorso qualificazione: Toselli riceve un taglio sulla destra, si accentra tagliando la difesa e batte a rete.
Nonostante il caldo asfissiante le veronesi non calano il ritmo e la quaterna arriva subito su calcio di punizione dalla lunga distanza. Federica Di Criscio fa partire una bordata che si insacca sul secondo palo.
Al trentaduesimo le scaligere perdono per infortunio  Naila Ramera sostituita da Belfanti, e subito dopo Colcera viene chiamata al miracolo sulla conclusione a botta sicura di Karlsson.
Ancora ospiti pericolose con lo scambio Gabbiadini – Mason che lascia a Lagonia. L’italo-canadese scheggia la base del palo.
Prima frazione che si chiude con il Verona in vantaggio per quattro reti a zero.
In apertura di ripresa arriva subito la cinquina veronese con la doppietta personale di Marta Mason che si esibisce nella specialità di giornata: il pallonetto.
La neo entrata Gelmetti riceve il servizio rasoterra in area di Mason con il velo di Gabbiadini. La numero diciotto mette dentro da distanza ravvicinata.
Palla al centro e arriva anche il gol della tripletta personale di Mason abile a deviare con la punta dello scarpino un pallone in mischia.
Melania Gabbiadini si presenta davanti a Colcera ma grazia la numero uno locale calciando fuori il diagonale.
L’ottavo sigillo giunge al ventisettesimo con la bella conclusione a giro sul secondo palo della giovane Gelmetti.
Nona rete poco dopo grazie all’azione di Toselli che dal fondo mette in mezzo un pallone rasoterra per il piattone dell’accorrente Karlsson.
Il decimo sigillo è opera di capitan Gabbiadini che riceve in area e di prima intenzione gira di destro a rete cogliendo in controtempo il portiere Colcera.
Martina Gelmetti vuole convincere mister Longega che vale una maglia da titolare e infila con bravura l’undicesima rete gialloblù siglando la tripletta personale.
Allo scadere c’è tempo per il gran gol di Marta Mason che di sinistro infila la sfera sotto la traversa chiudendo l’impari contesa sul dodici a zero.
Un risultato che dice chiaramente quanto sia ampio il divario di categoria tra una big della serie A come il Verona ed una squadra della serie cadetta come il Mozzecane che comunque potrà far bene con le proprie giovani.
Domenica prossima l’inutile gara di ritorno allo Stadium Agsm di via Sogare.