Home Altri sport Tennis Tavolo CRONACHE PONGISTICHE DALLA SARDEGNA

CRONACHE PONGISTICHE DALLA SARDEGNA

4
0
Carlo Rossi in versionestudente

Carlo Rossi in versionestudente

EFISIO PISANO TIENE ALTO IL NOME DELLA SARDEGNA SUL BOSFORO

Il pongista bosano Efisio Pisano continua a sorprendere a livello internazionale. Impegnato sabato scorso a Istanbul (Turchia) nel torneo Internazionale per veterani “Fenerbache”, si è imposto sia nel singolo, sia nel doppio. “Ho vinto la finale del singolo dopo un incontro tiratissimo che mi ha visto prevalere 3-2 sul bulgaro Boris Chervenkov – rammenta l’ex primario, classe 1939 – mentre il doppio l’ho vinto in coppia con il bulgaro Stefan Ivanov contro i turchi Ceylan-Suer”. Alla manifestazione svoltasi nella prestigiosa Hall Sport Fenerbache, hanno partecipato 150 atleti provenienti da Turchia, Bulgaria, Romania, Bosnia, Iran, Kossovo, Germania, Slovacchia ed Iran. Questi i risultati del singolo: 1)Efisio Pisano(Italia), 2)Boris Hhervenkov (Bulgaria), 3)Stefan Ivanov(Bulgaria), 4)Aydin Bingol (Turchia). Prossimo torneo a Goteborg (Svezia) il 2-3 novembre.

CONCORSO FOTOGRAFICO INTERNAZIONALE: FRA POCO SCADONO LE ISCRIZIONI

C’è tempo ancora fino al 9 novembre 2012 per partecipare alla seconda edizione del Concorso Fotografico Internazionale “Obbiettivo tennistavolo” organizzato dall’ASD Tennistavolo Norbello. Il tema del concorso è “Tennistavolo sul tavolo” ed è riservato a tutti i fotoamatori senza limiti d’età. Lo scopo è quello di diffondere la conoscenza del Tennistavolo e delle sue peculiarità. La partecipazione è gratuita. Le fotografie vanno spedite via mail all’indirizzo info@tennistavolonorbello.it. Ogni partecipante riceverà una mail di conferma di ricezione delle fotografie. Altre informazioni sul concorso sul sito www.tennistavolonorbello.it

A1 FEMMINILE LO ZEUS QUARTU PERDE NELL’ESORDIO STAGIONALE

Si é giocato il posticipo tra Teco Cortemaggiore e Zeus Quartu, incontro rinviato per l’impegno in coppa della compagine quartese. Vittoria netta della squadra piacentina che ha così esordito in maniera molto efficace nel campionato che l’anno scorso l’ha vista tra le principali protagoniste. Le ospiti guidate da Gianfranco Cancedda si sono presentate non al completo: assente Olga Zeevedeva hanno schierato Wej Jian e le giovani Marta Sarritzu e Roberta Perna. La Teco Cortemaggioreallenata da Aida Steshenko ha schierato la sua migliore formazione con Wang Yu, Giulia Cavalli, Olga Dzelinska e Antonietta Stingo. Le campidanesi hanno tentato comunque di impensierire le padrone di casa, puntando tutto sulla sino – muraverese ma cedeva prima 3-2 sulla Dzelinska che recuperava due set di svantaggio e poi contro Wang Yu dopo due set tiratissimi. Gli altri due punti li realizzano Wang Yu su Perna e Cavalli su Sarritzu.

SERIE A2. RISCATTO NORBELLO, PARI INTERNO DELLA MARCOZZI

L’allenatore Massimiliano Mondello sperava nella seconda vittoria consecutiva per dare un robusto sussulto alla classifica. Così non è stato e la Marcozzi ha dovuto accontentarsi della spartizione dei punti nel match casalingo contro il Pontinia. Sotto per due a zero, Curcio, Rocca e Loreto hanno ribaltato la situazione finché il bravo giocatore ospite De Tullio non ha ottenuto il punto del pari ai danni del nazionale fiorentino.
Pronto riscatto del Tennistavolo Norbello che dopo lo scivolone casalingo della settimana prima ha vinto bene sul campo del Falcon Palermo. Per due volte vanno a segno Maxim Kuznetsov e Roberto Negro. Resta all’asciutto l’allenatore giocatore Mauro Locci che però è in netto miglioramento. A novembre rientrerà anche Vilbene Mocci, fermo per infortunio.
I
B2. LA LIBERTAS SASSARI AL COMANDO TRASCINATA DA ROBERTO VAI. VINCE ANCHE IL MURAVERA

Nel terzetto di testa c’è anche la Libertas Sassari che rimane a punteggio pieno grazie alla bella vittoria ottenuta sul campo della Marcozzi per 5 a 2. La gara è stata più difficile di quanto dica il punteggio – rammenta il neo acquisto e punto di forza della squadra Roberto Vai , autore di una secca tripletta – siamo partiti 2 a 0 per i padroni di casa e abbiamo rischiato di farla diventare una maratona di quattro ore. Le due vittorie dei miei compagni Alberto Ticca e Gavino Sedda al quinto set hanno chiuso l’incontro. La Marcozzi mi è parsa ben seguita in panchina dall’esperto tecnico Michael Oyebode. Si preannuncia un campionato con otto squadre molto equilibrate come valori”. Per gli sconfitti punti di Alessio Meloni e Marco Sarigu..
Esordio col botto da parte del Muravera che va a vincere nella capitale sul campo del Trionfale. “Non poteva iniziare in modo migliore la mia nuova avventura con la maglia gialloblu del Muravera – evidenzia un soddisfatto Riccardo Lisci – dal momento che ho realizzato tre punti e abbiamo ottenuto una pesante vittoria per 5 a 2 in un campo nel quale a parer mio molte squadre troveranno difficoltà nel portar via punti. So che non ho fatto niente più di ciò che i dirigenti e compagni si attendevano da me, e spero di confermarmi durante tutto l’arco della stagione. Son veramente felice per come hanno affrontato l’incontro i miei compagni. Credo non fosse facile per loro l’esordio in B2 contro avversari esperti e navigati. Mi hanno veramente sorpreso positivamente, e credo che il nostro obbiettivo (ossia la salvezza) possa essere alla portata. I miei complimenti quindi a Nicola Pisanu e Giovanni Cuccu, entrambi vincitori contro il forte Gurghean. Siamo solo all’inizio, e alla loro giovane età, dopo una vittoria con uno dei giocatori più forti del campionato, non sarà facile stare con i piedi ben piantati a terra. Il mio compito e quello dell’allenatrice Francesca Saiu sarà quello di farli crescere con umiltà. Credo che sarà una stagione molto interessante e spero gratificante, i presupposti ci sono tutti. Sabato ci attende il recupero della prima giornata. Derby con la Muraverese, e che vinca il m…”.
Dopo due incontri rimane a secco di punti lo Zeus Quartu, travolto in casa sua (1 – 5) dalla furia del Cral Comune Roma. I campidanesi vanno a segno solo con Mattia Contu. “Per me è un anno sabbatico – ammette Gian Carlo Carta, nuovo acquisto proveniente dal Tennistavolo Oristano – non mi sto più allenando perché non ho più stimoli; diciamo che la squadra è stata imbastita per salvarsi, speriamo in un colpo di fortuna. Avremmo potuto fare molto di più, pazienza. Non allenandomi, non mi aspetto grandi risultati, spero tanto che mi torni la voglia di duellare come nei vecchi tempi”.
Sconfitta casalinga anche da parte della Muraverese, all’esordio stagionale, contro la forte Eureka Roma. La formazione è decimata dagli infortuni, con Riccardo Dessì fermo per problemi alla schiena. Non scherza neanche Marcello Porcu entrato in campo per necessità e con una epicondilite che lo tormenta da un anno. “Abbiamo perso contro una formazione che a mio avviso vincerà il campionato – risalta Porcu – perché hanno delle individualità superiori. Io ho giocato ma senza allenamento, il dolore al braccio è troppo forte, non posso neanche fare delle sedute differenziate. In compenso i miei compagni sono in crescita. Roberto Chessa deve trovare gli stessi ottimi ritmi che esibisce durante l’allenamento e prendere le giuste misure alle sue nuove gomme. Gabriele Melis si sta allenando con molta determinazione, i risultati arriveranno”.

C1: GUSPINI FA DOPPIETTA NEL WEEK – END. BISTRUSSU E ROSSI TRASCINANO LA MARCOZZI

C’è solo una squadra al comando, ma due sarde inseguono il Peter Pan Roma che a dire il vero, ha giocato anche una gara in più. Come del resto il Tennistavolo Guspini che assieme a Marcozzi Cagliari e Castello “Parker” inseguono la capolista a due punti di distanza. La compagine mineraria affronta due gare in due giorni. Prima vince a Oristano, mentre domenica ospita e batte proprio il Castello “Parker”. Il commento del guspinese Michele Lai: “La partita di Oristano è stata molto equilibrata e sin dall’inizio aperta e incerta per quanto riguarda il risultato finale. Apro i giochi io contro un Davide Pusceddu in crescita costante e non senza difficoltà chiudo 3 a 0 il match. Le altre due mie vittorie, contro Silvio Dessì e Chicco Congiu, sono frutto più della fortuna che mi ha aiutato in occasioni decisive che non del gioco espresso, ancora lontano dalle mie possibilità. Le ultime due vittorie le ottengono mio zio Massimiliano Scanu in un match praticamente impostato sul solo controllo del gioco avversario contro Chicco Congiu e mio fratello Francesco contro Davide Pusceddu in tre set tiratissimi e terminati pressoché sempre ai vantaggi. Decisamente migliore la prestazione del giorno seguente in casa nell’anticipo della sesta giornata contro i romani del Castello che ci vede trionfare 5 a 0 senza grossi patemi d’animo”. In questa circostanza i punti sono di Michele (2), Francesco (2) e Massimiliano.
Convince la Marcozzi che si impone per 5 a 2 contro gli algheresi de Il Cancello. Due punti li realizza l’undicenne Carlo Rossi: “Sono soddisfatto della doppietta, ho vinto una partita difficilissima con Carlo Fois che è il n. 251 d’Italia. Ho giocato benissimo con grinta e sul tavolo. Con Fabio Costantino è stato meno complicato. Mario Bistrussu è stato molto bravo e purtroppo é la prima e l’ultima partita che farà con la C1. Ha vinto bene con Fois, mentre più difficoltà le ha incontrate con Maurizio Muzzu. Più facile con Costantino. Il suo puntino dà fastidio e inoltre ha giocato abbastanza bene. Il gioco del mio compagno Federico Concas non saprei come definirlo, nel senso che se non é in giornata non esprime nella maniera a cui ci ha abituati. Diciamo che ha giocato molto male: contro Muzzu vinceva 2/0 e poi si è spento. Con Fois giocava male ma ci stava. Sono contento per le due vittorie della squadra. Speriamo si continui così”.
Doppia sconfitta di misura per il Tennistavolo Quartu. Mario Bordigoni racconta i due 4/5 subiti dalla sua squadra: “L’inizio di stagione del Quartu non sembra fino ad ora baciato dalla sorte, impegnata in un tour de force contro le due squadre romane. Nel primo disputato sabato contro il Castello (privo del forte Angiolella) tre punti di un sempre più solido Oladimeji e uno mio su Fatello non bastano a portare a casa l’incontro. In particolare grida vendetta il mio primo incontro contro Di Laurenzio in cui pur in vantaggio per due set a uno non sono riuscito a chiudere l’incontro. Nella seconda partita disputata domenica mattina (contro L’Isola che non c’era Peter Pan) ai soliti tre punti di un monumentale Oladimeji, si è aggiunto un insperato ma meritatissimo punto di Michele Zanelli sul quotato Daniele Liberatori. Purtroppo io sono invece mancato e non sono riuscito ancora una volta a a conquistare il punto decisivo. In conclusione le note positive sono la conferma anche a questi livelli di Oladimeji che ha finora perso solo contro Fois. Quelle negative sono invece le mie difficoltà a mantenere fiducia e concentrazione nei momenti decisivi (figlia degli allenamenti scadenti degli ultimi anni e dei pochi incontri disputati a questi livelli).Per quanto riguarda Michele, alcuni guai fisici lo hanno limitato negli allenamenti e comunque come me a questi livelli può fare punti solo se gioca al 100%. Spero che un altro mese di allenamenti sia sufficiente a restituirci fiducia e forma fisica così da supportare al meglio il nostro fuoriclasse”.
Seconda sconfitta consecutiva dell’Azzurra Cagliari con lo stesso risultato (5-0). “Per la mia squadra un impatto non certo facile con la C1 – spiega Maurizio Piano – dalla quale mancavamo dalla stagione 2008/2009. Devo dire che un po’ d’emozione c’è stata, soprattutto nella prima giornata, con la prima trasferta romana e il ritrovarci davanti avversari mai affrontati prima. Sabato scorso, invece, in casa contro il TT L’Isola Che Non C’era “Peter Pan”, credo abbiamo giocato molto meglio, confortati anche da un campo di gara e un tavolo su cui siamo abituati a giocare. E credo che questo 5-0 sia stato forse troppo severo. Personalmente sono andato molto vicino a conquistare il primo punto della stagione, perdendo solo 11-9 al quinto set contro Daniele Liberatori, giocatore che è più di 500 posizioni più avanti di me nella classifica Nazionale. E anche Massimo Atzeni se l’è giocata abbastanza bene contro Florena, anch’egli un 4ª categoria molto alto in classifica nazionale, perdendo 3-1. Più netti, invece, i risultati degli altri incontri. Comunque, nonostante il risultato finale del tutto negativo, la partita di sabato mi fa ben sperare per il futuro. Certo, sappiamo bene che questo è per noi un campionato molto difficile, che potremo conquistare dei punti solo se riusciremo ad esprimerci sempre al nostro massimo livello di gioco, ma è questo che proveremo a fare nelle prossime partite. D’altronde, come direbbe qualche saggio: hai voluto la bicicletta targata C1? E allora comincia a pedalare…”.

C2: MONSERRATO E MURAVERESE: UN TANDEM AL COMANDO

Le due compagini viaggiano a punteggio pieno. Vittoria senza troppa fatica dei campidanesi contro una Libertas Sassari, al suo esordio dopo la vittoria a tavolino su La Saetta e che evidentemente non è ancora al top della forma. Fabrizio Carta, che ha realizzato una doppietta, (come peraltro i suoi compagni Marco Saiu e Francesco Esposito), racconta il match: “Un po’ di incertezza c’è stata solo nell’incontro Carta – Pierpaolo Mura. Quest’ultimo si faceva soffiare, con un po’ di sfortuna, il primo set, dopo essere stato in vantaggio per 10-4 e perdeva anche delle buone occasioni nel 3 e 4 set. Abbastanza tirato anche l’ultimo match tra Carta e Marcello Cilloco (finito 3-1 per l’anziano giocatore paulese). Nessun problema invece per Esposito, una sicurezza in questo inizio di campionato con ben 4 successi per 3-0, e per il giovane e brillante Saiu che, con gioco spumeggiante, non dava scampo né a Sergio Idini nè a Cilloco. E’ ancora presto per parlare di classifica finale, ma il Monserrato sembra ben attrezzato per una facile salvezza, mentre il Sassari dovrà incrementare gli allenamenti, se vorrà essere competitivo in una C2 abbastanza difficile”.
Sarrabesi corsari sul campo dell’Oristano Giallo. Il rientrante Alessandro Poma realizza due punti tranquilli, come anche il suo avversario Nazzaro Pusceddu che si impone su Andrea Giorgi e Michele Buccoli. Ma la differenza la fanno le ottime partite disputate da Giorgi (su Luigi Pusceddu) e da Buccoli (su Piergiorgio Mura).
“La Muraverese è una società di amici, una mia seconda famiglia – spiega Alessandro Poma – per il rapporto umano che mi lega ai dirigenti e agli atleti, in particolar modo a quelli della B2. I miei compagni sono molto giovani, hanno ampi margini di crescita, sia tecnica, sia di gestione della partita. Ho accettato volentieri l’incarico di far loro da chioccia come compagno di squadra e coach. Ambiamo ad una tranquilla salvezza e se possibile, ad entrare tra le prime tre che potrebbe valere la promozione. Anche se fondamentalmente l’obbiettivo principale è la loro crescita. Io ho giocato decentemente, ma Oristano darà filo da torcere a tanti”.
Dopo l’amara retrocessione e la prima di campionato non delle migliori, l’ITC Enrico Fermi Iglesias non smette di essere combattiva, battendo per 5 a 1 La Saetta. “Per noi la partita contro il club di Quartu è diventata un classico – sottolinea il sulcitano Bruno Pinna – numerosi i precedenti a nostro favore che contraddicono un equilibrio sempre presente durante i singoli confronti. Anche stavolta abbiamo prevalso ma il risultato è abbastanza bugiardo se si tiene conto dell’ottima prestazione di Christian Ferro contro Roberto Pili e il tiratissimo match di Mariano Cossellu contro di me. Pensavo di chiudere la partita al quarto set, invece con molta determinazione il buon Cossellu non solo è riuscito a vincere quel set ma si è trovato a condurre per 7 a 3 al quinto. Da quel momento, dopo il time out chiesto per spezzare il ritmo del beniamino di casa, sono riuscito a recuperare e vincere per 11 a 8. Guido Lampis che di solito si dimostra la nostra bestia nera, perde 3 a 1 con me nel primo incontro. Siamo ad inizio stagione e forse manca qualche allenamento. È stato sostituito da Giordano Sini (buona tecnica, ma in C2 si incontrano marpioni) nel successivo incontro che ha disputato una dignitosa partita con un Pili voglioso di rivincita. Da sottolineare l’impeccabile prestazione di Siddu sia contro Ferro, sia contro Cossellu. Siamo secondi in classifica ma il campionato è ancora lungo e pieno di insidie”.
Seconda partita di campionato e primo punto incassato dallo Sporting Lanusei, che in un incontro alquanto equilibrato ha visto una vittoria ed una sconfitta di tutti e tre i suoi atleti. L’analisi dell’ogliastrino Carlo Piroddi: “Francesco Spatara in netto recupero, rispetto alla prima di campionato ad Oristano, viene sconfitto in modo abbastanza netto da Briam Mele (3-0), per poi aver la meglio su un buon Mario Marchi (3-1). Giovanni Patteri conquista il primo punto con Ignazio Calderisi per poi perdere dal “solito Mele” (entrambe le partite terminate per 3 a 0). Carlo Piroddi perde il primo incontro per 3 a 2 con Mario Marchi, conquistando il secondo incontro contro Calderisi (3-0). Mattatore della giornata Briam Mele che con i suoi due punti conquistati dimostra di essere uno degli atleti più forti del campionato. In conclusione, secondo match salvezza ed un punto conquistato. Lo Sporting Lanusei è in crescita ed attende fiduciosa la ripresa del campionato, fra un mesetto circa”.

D1 A: MONOLOGO LA SAETTA

Da una La Saetta perdente, ad un’altra vincente il salto è breve. I fratellini della D1 si ritrovano soli al comando grazie al successo per 4 a 2 sulla Muraverese. “La partita si e’ subito messa abbastanza bene per noi – racconta Alberto Manos – andando sul 2-0 grazie alle vittorie di Luca De Vita su Luca Paganelli e del sottoscritto contro Andrea Piras, entrambe per 3-0. Un Giuseppe Lepori troppo nervoso perde facile da Alberto Mattana, anche questa partita finita 3-0. Sul 2-1 per noi, gioco io contro Paganelli, vincendo 3-0, e subito dopo, nella partita più tirata, Luca De Vita ha la meglio su Alberto Mattana 11-8 al quinto. A risultato acquisito, subentra Mario Ancis al posto di Lepori, perdendo 3-0. La nota positiva e’ il recupero sempre più importante di De Vita, dopo l’infortunio alla gamba. Anche quest’anno lotteremo per arrivare primi, ma non sottovaluteremo nessuna squadra, perché tutte mi sembrano competitive e affiatate”.
Sul 3 a 3 tra Azzurra Cagliari e Monserrato la cronaca di Gianni Pomata: “Partita equilibrata, noi dell’Azzurra “giriamo” la formazione. Così Anna Podda incontra Walter Casti, ma non entra mai in partita e perde 3 a 0. Quindi è la volta del nostro Mauro Serra che gioca molto bene contro Alessandro Borea perdendo al quinto set. Io riesco a vincere abbastanza agevolmente contro Alessandro Picciau (3 a 0) e andiamo così sul 2 a 1 per loro. Anna perde con Sandro Borea 3 a 0 ma dando segni di ripresa. Sul 3 a 1 per loro ci restano poche speranze. La gara contro Casti diventa per noi fondamentale per sperare nel pareggio, riesco a disputare un ottimo, combattutissimo incontro che mi vede vittorioso al quinto set. Mauro Serra conclude la rimonta battendo Picciau per 3 a 1. Per noi un punto che fa morale in un campionato con squadre meglio attrezzate di noi”.
Esordio casalingo vittorioso per il Quartu, rinforzato dall’arrivo dell’esperto Luigi Congiu. Racconta la gara uno dei vincitori, Pierluigi Montalbano: “La formazione di casa schiera i confermati Pierluigi Montalbano e Donatella Mostacci. Il Decimomannu, indebolito dall’assenza del punto di forza della scorsa stagione, Carlo Orrù, passato al nuoto, propongono Pitzanti, Saiu e Soi, oltre la riserva Poddighe. Il Quartu si porta subito sul 4-0 con l’exploit della ragazza di casa che supera, in un match altalenante terminato al 5° set, il forte Maurizio Saiu, disorientato dalla velocità della pongista quartese. A punteggio acquisito, sul 5-0, gli ospiti conquistano il punto della bandiera con Gianfranco Soi che supera la Mostacci grazie ad un gioco di difesa che impedisce alla ragazza di impostare la velocità. In settimana sarà recuperato l’incontro della prima giornata fra Quartu e Marcozzi, rimandato per indisponibilità del campo”.

D1B: DUE AL COMANDO

Guspini insiste al comando anche se in coabitazione con il Marpin 2007. I medio campidanesi si impongono per 4 a 2 sul campo dell’Oristano Rosso. Punti ospiti del duo consolidato composto da Massimiliano Broccia e Fabrizio Melis. Per gli oristanesi vanno a segno Marco Aru e Mario Littarru. L’altra capolista vendemmia in casa del Santa Tecla Nulvi. Per i sassaresi punti di Maurizio Ledda (2), Costantino Luca Pilo (2) e Marcello Adriano Pinna. Tiene alta la bandiera del Nulvi lo scozzese Ken Macleod.
Muovono la classifica Libertas Ping Pong Monterosello Sassari e Oristano Blu. “La prima trasferta dell’anno ci ha portato, finalmente e con soddisfazione, un risultato positivo – spiega l’atleta del club turritano Samuel Paganotto – seppur per qualche attimo si abbia avuto l’impressione di poter far man bassa dell’intera posta in palio. Al mio punto iniziale su un troppo falloso Carlo Maulu, rispondevano Emanuele Marras e Francesco Garau che esprimendo un buon gioco a cui siamo ormai abituati, si imponevano su Piero Aru e Gianni Palmas. Le due vittorie successive del sottoscritto e del mitico Palmas su Marras e Maulu ci portavano sul 3-2, facendoci ben sperare per l’incontro finale che vedeva tornare al gioco Salvatore Idini opposto a Garau. Nonostante il buon gioco espresso da Idini, Garau non si scomponeva e riusciva a portare a casa l’incontro al quinto decisivo set. Punti divisi e tutti contenti a casa. Nota positiva della giornata, l’aver incontrato e salutato mezza Sardegna pongistica presente nella palestra di Oristano, ove si disputavano ben quattro incontri di campionato”.
Prima vittoria stagionale dell’Alghero che approfitta dello stato di crisi del Tennistavolo Norbello relegato all’ultimo posto in classifica. “La partita é iniziata con un interminabile viaggio verso la Riviera del Corallo – ricorda la pongista nuraghese Eleonora Trudu – speravamo fosse una partita non tanto complicata ma gli avversari hanno prevalso. Io convivo sempre con il mio problema “psicologico” nei confronti delle “gommacce”. Ho beccato due antitop che non mi sono piaciuti per nulla. La prima partita é andata male opposta a Giuseppe Mancino. La seconda me la sono giocata ma ho perso 3 a 2 contro Salvatore Motzo; devo superare questo blocco contro questo tipo di gomme. Fosse per me giocherei sempre contro gomme lisce. I miei compagni di squadra Silvia Deligia e Massimo Ferrero (entrambi su Emilio Albero) hanno portato un punto a testa perché hanno perso rispettivamente con Mancino e Motzo, quindi non siamo riusciti neanche in un pareggio. Speriamo che questo brutto inizio campionato sia giunto alla fine e che d’ora in poi si riesca a fare meglio”.

D2 A: SANTA TECLA PRIMA AL VIA

C’è solo una squadra in testa all’esordio di questo campionato. Si tratta del Santa Tecla Nulvi che con un sonoro sei a zero si impone ad Alghero. Doppiette anglonesi di Massimo Posadinu, Stefano Conconi e Marcello Bianco.
Pareggio tra Gureu Oristano e Neoneli. Per la squadra di casa scrive Adolfo Simbula: “I giocatori risentono ancora della pausa estiva e il tasso tecnico della partita ne patisce. Brillante partita di Matteo Mura, migliore in campo, che vince facilmente su Giovanni Antonio Corda e Alessandro Faedda, ma la mia pessima giornata costringe la squadra al pareggio. Da segnalare inoltre il bel punto di Luciano Meloni in rimonta su Faedda e il positivo esordio di Gabriele Meloni che dopo aver esordito tre settimane fa nel torneo giovanissimi di Cagliari gioca la sua prima partita in campionato di fronte al pubblico amico. Speriamo che a Neoneli, a febbraio, lo spettacolo sia migliore”.

D2 B: LARGO AI CONFRONTI IN CASA

Inizio di stagione contrassegnato dagli scontri in famiglia. A Lanusei si incrociano le Sporting Blu e Rossa, con vittoria della prima. “Partita che sembrava scontata alla vigilia – ammette il portavoce dei vincitori Fabrizio Licciardi – invece la squadra Rossa ha sfiorato il colpaccio. Il solito Ubaldo Franceschi non lascia niente agli avversari, battendo prima Caterina Piras e poi Davide Angius. Da segnalare la bella prestazione di Davide contro Andrea Floris che vince non facilmente dopo un agguerrito incontro. Di rilievo anche la prestazione di Luca Cuboni ai danni del sottoscritto che mi batte per 3 a 2. La squadra Blu riesce comunque a vincere l’incontro per 4-2, nonostante l’assenza di Enrico Usai”.
Il Murarosa vince sui compagni del Muranera. Ma nel clan dei vincitori gioca un atleta di ben altre categorie chiamato Simone Boi che non fa nessuna fatica a battere prima Gaetano Tacconi e poi Gerardo Columbu. Stefano Macis fa il resto su Maurizio Tocchetti e Tacconi.

D2 C: VINCONO I PAREGGI

Sospesa la gara tra Mandas e Fintes Cagliari con momenti di paura per le sorti del pongista ospite Eduardo Esposito rianimato poi dall’intervento del Presidente – medico mandarese Massimiliano Matta. Prima dell’arrivo delle ambulanze che hanno completato in maniera impeccabile il soccorso al pongista settantaduenne, le due squadre stavano pareggiando per due a due con scontri che hanno visto protagonisti da una parte Roberto Lucieri,. Alessandro Anedda e Riccardo Raccis e dall’altra, oltre a Eduardo, anche il fratello Antonio e Antonello Mura.
Pareggiano TT Quartu e Cagliari TT. Partono bene gli ospiti che si portano sul 3 a 0 con Piergiorgio Murru, Marco Pirodda e Alberto Puddu. Pirodda potrebbe chiudere qualsiasi discorso nel match che lo vede opposto a Massimiliano Cherchi, ma il padrone di casa porta a casa tutti i tre set benché gli ultimi due terminino ai vantaggi. Completano l’operazione riaggancio Italo Pintor e Massimo Carta.
Partita da segno X anche quella che ha visto protagoniste Decimomannu “Gialla” e Azzurra Cagliari.
“La partita con l’Azzurra è andata male – esordisce il decimese Fabio Ferrabue. “Comincia subito con la mia sconfitta, 3 a 2 contro Salvatore Parodo: ero partito bene ma poi mi sono fatto fregare dal suo gioco con la puntinata. La partita è tenuta a galla da Italo Fois, capace di vincere nettamente due partite. Alessandro Crisafulli, al suo esordio in campionato, non riesce a vincere le due partite disputate anche se nell’ultima va vicino alla vittoria ma perde 3 a 2. Tomaso Fenu vince 3 a 2 una partita in cui era sotto per 2 a 0, merita un bravo per la rimonta. Pareggio comunque deludente da parte del Decimomannu”.

D2 D: DUE SQUADRE IN EVIDENZA

Buona partenza per il Suelli e il Decimomannu Blu. La compagine trexentina sui impone sul Circolo Oratorio San Tarcisio Sardara per 0 a 6. “Purtroppo non abbiamo fatto una buona prestazione – ammette mestamente il dirigente Roberto Ibba – i ragazzi sono in ritardo di preparazione perchè abbiamo avuto gli spazi per allenarci solo la scorsa settimana. Il Suelli poi è una buona squadra appena scesa da categorie superiori e con giocatori validi ed esperti. Adesso cerchiamo di mettere a punto gli allenamenti per provare a non sfigurare nelle prossime partite”.
Leonardo Poddighe, Giampaolo Piscedda e Aldo Franceschi sono i protagonisti del 6/0 con cui il Decimomannu Blu si è imposto su i giovani de La Saetta Quartu.
Tre punti a testa tra Quattro Mori e Saturnia Cagliari. Il team di casa allenato da Tore Scotto gioca una buona gara ma ha qualcosa da recriminare, specialmente sulla gara che ha visto come contendenti il giocatore di casa Matteo Mandas e l’esperta Delia Sanna. Termina 3 a 2 (12/10 al quinto) per l’ospite. Gli altri punti dei mori giungono con lo stesso Mandas, Riccardo Correli ed Edoardo Soro. Per gli avversari va a segno due volte Francesco Mascia.