Home Altri sport Dolomyths Run pollice all’insù per il weekend “Trail” più iconico

Dolomyths Run pollice all’insù per il weekend “Trail” più iconico

81
0
DOLOMYTHS RUN SKY 2021 Canazei (Tn) - GTWS (Foto ©PEGASOMEDIA) (Photo by Gianpaolo Piazzi) "Copyright PHOTO ELVIS"

Canazei – Obiettivo centrato a Canazei per il grande fine settimana di gare supportate da Salomon. Quattro gare trail, parliamo di Vertical, Ultra, Half e Sky con alcuni degli interpreti più forti al mondo. L’appuntamento più atteso poi, come ciliegina quello di ieri con la Sky, 3a tappa della Golden Trail World Series

Forse non tutti sanno, ma il logo DoloMyths Run intende evocare le ali del gracchio alpino, una specie tipica stanziale degli ambienti delle Dolomiti, facile da incontrare sulle vette e dove, spesso, è compagno di ogni trailrunner. Motivo per il quale dal 2018 è abbinato alla DoloMyths Run, storico appuntamento sportivo tra i più amati (si svolge da oltre 20anni) e manifestazione che proprio quest’anno, con l’abbinamento alla sky della Golden Trail World Series, è entrata di diritto definitivamente tra gli appuntamenti internazionali più iconici, al pari per esempio di Mont Blanc Marathon, Sierre-Zinal, Pikes Peak Marathon, per citarne alcune.

L’importante supporto dato da Salomon, in condivisione con Suunto – link CS – in veste di main sponsor ha avuto fin dall’inizio un obiettivo ben definito: fare crescere l’Evento fassano e farlo diventare un appuntamento “iconico” in Italia e nel Mondo per quanto concerne le specialità del trail running. Una mission non scontata certo, ma che a detta dei partecipanti, media, e degli altri partner, ha centrato gli obiettivi, grazie anche all’impegno degli organizzatori guidati da Diego Salvador. Il lavoro che ha visto le parti coinvolte è sfociato in un weekend cult, da venerdì 16 a domenica 18 luglio, tutta all’insegna della corsa in “quota”.

Il prologo è stato la Vertical Kilometer, venerdì 16 luglio, con partenza da Alba di Canazei e arrivo a Crepa Neigra, gara vinta dall’atleta di punta Salomon Running Davide Magnini, dove ha concesso il tris. Sabato 17 luglio spazio invece alla Ultra (61,5 km – 3.378mt D+) in cui si è aggiudicato il secondo posto l’atleta Salomon Davide Cheraz e la Half (33 km – 2.000mt D+) con ben 522 atleti in gara. Il festival DoloMyths Run ha poi avuto come straordinario epilogo ieri, 18 luglio, con la regina: l’attesissima competizione Sky, che quest’anno è stata “eletta” come valevole come 3a tappa della Golden Trail World Series, inserita quindi nell’Olimpo delle gare più rappresentative al mondo, appositamente selezionate per lo scenario, le sfide, la storia e l’atmosfera che offrono sia ai corridori che al pubblico. Al via bel 800 atleti di 47 Paesi diversi, e a tagliare per primi il traguardo nella “gara di casa” gli atleti del Team Salomon Stian Angermund e Judith Wyder.

La classifica maschile ha visto sul podio altri due atleti Salomon del calibro di Elhousine Elazzaoui e Joey Hadorn, specialista in orienteering, mentre il podio femminile dopo la spettacolare performance di Judith Wyder è stato completato dalle due atlete sempre del Team Salomon Marcela Vasinova e Karina Carsolio. Insomma, bottino pieno!

DoloMyths Run by Salomon: tutto live! Come i grandi Eventi richiedono, anche la DoloMyths Run by Salomon è stata resa visibile da spettacolari immagini anche in action, il tutto poi è stato trasmesso “live” sul maxischermo nella Piazza Marconi a Canazei e con Diretta Facebook sulla pagina DoloMyths Run.

Arrivederci al 2022 con DoloMyths Run!

www.salomon.com