Home Altri sport Golf EUROPEAN TOUR

EUROPEAN TOUR

26
0

IN SUDAFRICA PRIMO TITOLO PER BRANDEN GRACE Branden Grace ha vinto con 270 colpi (67 66 65 72), diciassette sotto par, il Joburg Open, torneo dell’European Tour svoltosi sui due tracciati del Royal Johannesburg & Kensington Golf Club (East Course par 72, West Course par 71) a Johannesburg in Sudafrica. Il 24enne di Pretoria ha colto il suo primo titolo alla 50ª apparizione nel circuito lasciando a un colpo l’inglese Jamie Elson (271, -16), rinvenuto con un 63 (-9) e che ha cullato a lungo la speranza del playoff nella sua attesa in club house essendo giunto con notevole anticipo rispetto all’avversario. Grace, dopo un bogey in partenza e un birdie alla buca 9, ha tenuto un’andatura regolarissima con par sulle buche rimanenti per il 72 che gli ha consentito di mantenere l’esiguo vantaggio. Affollata la terza posizione occupata con 273 (-14) dagli scozzesi David Drysdale e Marc Warren e dai sudafricani Jaco Van Zyl, Trevor Fisher jr, Dawie Van der Walt e Michiel Bothma. Non è mai stato in corsa per la vittoria Retief Goosen, 16° con 277 (-10), mentre l’altro idolo di casa, Charl Schwartzel, campione uscente, è uscito dopo due turni (194° con 155, +12).Non hanno superato il taglio, caduto a 139 (-4), i quattro italiani in gara. Hanno concluso al 68° posto con 140 (-3) – esclusi per un colpo – Alessandro Tadini (71 69) e Andrea Pavan (70 70), e si è classificato 189° con 153 (76 77, +10) Aron Zemmer, entrato nel field con il quinto posto nella prequalifica. Si è ritirato nel secondo giro Federico Colombo.La gara, alla quale sono stati ammessi 210 concorrenti, è stata avversata dal maltempo con sospensioni che non hanno mai consentito la conclusione dei primi tre giri nei tempi previsti. Grace, il quale ha ricevuto un assegno di 206.500 euro su un montepremi di 1.300.000 euro, ha dato il secondo successo consecutivo ai giocatori locali, dopo quello di Louis Oosthuizen nell’Africa Open, nelle prime due gare dell’European Tour 2012 iniziato in Sudafrica, dove rimarrà ancora per la disputa del Volvo Golf Champions (19-22 gennaio) sul The Links at Fancourt, a George. PGA TOUR: MAGGERT RAGGIUNGE EVERY NEL SONY OPEN – Jeff Maggert, 48enne di Columbia nel Missouri con tre titoli nell’US PGA Tour, ha condotto in 64 colpi (-6) il terzo giro del Sony Open e con lo score di 198 (69 65 64, -12) ha raggiunto in vetta alla classifica Matt Every (198 – 66 64 68), 29enne di Daytona Beach con un successo nel Nationwide Tour. Sul percorso del Waialae CC (par 70) di Honolulu nelle isole Hawaii sono al terzo posto con 200 (-10) Johnson Wagner, Charles Howell III e Brendon de Jonge dello Zimbabwe, e al quinto con 201 (-9) D.A. Points e Duffy Waldorf. In corsa per il titolo, oltre ai giocatori citati, anche gli undici concorrenti in ottava posizione tra i quali si trovano Steve Stricker, vincitore domenica scorsa del Tournament of Champions, Keegan Bradley, Sean O’Hair, lo svedese Carl Pettersson e il canadese Stephen Ames. Prestazioni sotto tono del coreano K.J. Choi, 34° con 205 (-5), e di Zach Johnson e del fjiano Vijay Singh, 64.i con 209 (-1). Il montepremi è di 5,5 milioni di dollari dei quali 990.000 dollari andranno al vincitore.Il Sony Open su Sky in 3D – Le repliche delle ultime due giornate del Sony Open saranno teletrasmesse in esclusiva dalla TV satellitare Sky (che da quest’anno ha acquisito anche il PGA Tour) in 3D, sul canale 150 Sky 3D, martedì 17 (terzo giro) e mercoledì 18 (quarto) dalle ore 13. Commento di Nicola Pomponi e di Roberto Zappa. QS LET: INIZIO MOLTO DIFFICILE PER LE TRE ITALIANE – Sono in coda alla classifica le tre italiane che prendono parte alla finale della Qualifying School del Ladies European Tour, iniziata sui due percorsi del La Manga Resort (North Course par 71, South Course 73), a Cartagena in Spagna, con la partecipazione di 101 giocatrici (29 per diritto e 72 provenienti dallo Stage1). La classifica fa riferimento al par essendo differenti quello dei due tracciati in cui si alternano le concorrenti. E’ al 95° posto con “+8” la dilettante Alessandra Averna (81 colpi al South), quindi al 100° con “+10” Vittoria Valvassorii (81 al North) e al 101° con “+11” Anna Rossi (82 al North).Sono in vetta con “-5” l’olandese Chrisje De Vries (66 N) e l’indiana Sharmila Nicollett (68 S), seguite con “-3” dalla spagnola Laura Cabanillas e dalla svedese Elin Emanuelsson, che hanno giocato al North (68), dall’inglese Jodi Ewart e dalla tedesca Stephanie Kirchmayr, impegnate al South (70). Sono al 13° posto con “-1” tre attese protagoniste: l’americana Heather Bowie Young, la scozzese Clare Queen (70 N per entrambe) e l’iberica Carlota Ciganda (72 N), mentre hanno palesato più di una incertezza la russa Maria Verchenova, 28ª con “+1” (72 S), e la statunitense Meaghan Francella, vincitore di un titolo nel LPGA Tour, 39ª con “+2” (75 S).Il torneo avrà luogo sulla distanza di 90 buche: dopo 72 disputeranno il giro conclusivo le prime 50 concorrenti e le pari merito al 50° posto. Al termine le migliori trenta avranno la categoria 8a e le altre la categoria 9b. Coloro che non supereranno il taglio saranno nella categoria 11a, mentre le bocciate allo Stage1 hanno già acquisito la categoria 11b che concede pochissime chances di partecipazione al circuito.