Home Altri sport Golf EUROTOUR: NEL VOLVO WORLD MATCH PLAY FRANCESCO MOLINARI ESCE DI SCENA BATTENDO...

EUROTOUR: NEL VOLVO WORLD MATCH PLAY FRANCESCO MOLINARI ESCE DI SCENA BATTENDO IL SUDAFRICANO GEORGE COETZEE

6
0

Francesco Molinari, pur se era già fuori dal torneo, ha avuto un’impennata d’orgoglio e ha battuto il sudafricano George Coetzee per 2/1 nell’ultimo match della fase eliminatoria al Volvo World Match Play Championship, una “classica” dell’European Tour con formula a eliminazione diretta che si sta svolgendo al The London GC, ad Ash in Inghilterra.

In gara sedici selezionati concorrenti che sono stati divisi in quattro raggruppamenti, ognuno dedicato a un grande personaggio. La prima fase, con girone all’italiana, ha promosso ai quarti i primi due di ciascun gruppo. Domani, sabato 18 ottobre, avranno luogo i quarti di finale e domenica 19 le semifinali e le due finali, per il primo e per il terzo posto.
La sconfitta non ha arrecato danno a Coetzee, perché nell’altro incontro del “Arnold Palmer Group” lo svedese Henrik Stenson ha sconfitto per 2/1 il thailandese Thongchai Jaidee, lo scorso anno superato in finale dal nordirlandese Graeme McDowell, facendo qualificare di fatto il sudafricano. Questa la classifica: Stenson p. 5, Coetzee 3, Molinari e Jaidee 2.
E’ uscito, sicuramente a sorpresa, anche McDowell, che giocava nel “Gustaf Larson Group” dove è stato battuto dall’olandese Joost Luiten (2 up) e quindi sopravanzato dal finlandese Mikko Ilonen, vincitore sul francese Alexander Levi (1 up). In classifica: Luiten p, 6, Ilonen 4, McDowell 2, Levy zero.
Gli altri risultati:
“Assar Gabrielsson Group”: Stephen Gallacher (Sco) b Victor Dubuisson (Fra) 2/1, Pablo Larrazabal (Spa) b Shane Lowry (Irl) 2/1. Classifica: Dubuisson e Larrazabal p. 4, Lowy e Gallacher 2.
“Mark McCormack Group”: Patrick Reed (Usa) b Jamie Donaldson (Gal) 3/2, Jonax Blixt (Sve) pari con Paul Casey (Ing). Classifica: Reed p. 4, Blixt e Casey 3, Donaldson 2 (Nei quarti Blixt, vincitore su Casey alla prima buca di spareggio).
Molinari, che nelle prime due giornate aveva ceduto a Jaidee (2 up) e a Stenson (2/1), è andato subito in vantaggio e ha raddoppiato prima del giro di boa, poi ha replicato per due volte a Coetzee, che aveva accorciato le distanze, e ha chiuso il conto con un birdie alla 17. Per il torinese giro con cinque birdie e senza bogey, come era avvenuto nel precedente match di altissimo livello tecnico sostenuto contro Stenson. Quanto allo svedese è andato rapidamente avanti contro Jaidee, che però ha avuto una vivace reazione e dal 3 down della 13ª si è portato sull’1 down alla 16ª, ma nulla ha potuto contro l’eagle dell’avversario alla 17ª.
Reed, ben deciso a superare il turno, ha subito messo sotto pressione Donaldson che, per la verità, non ha opposto grande resistenza. Dopo aver subito la supremazia di Blixt, 2 up a metà percorso, Casey ha reagito rabbiosamente ed è passato avanti alla 13ª. Lo svedese, che gioca nel PGA Tour, ha pareggiato con un birdie alla 15ª, poi si è assicurato i quarti di finale nello spareggio dove l’inglese ha spedito la palla in acqua.
Tra Gallacher, già eliminato, e Dubuisson, già promosso, non c’era in palio nulla. Il francese ha forse pensato ai match successivi e dopo metà percorso ha mollato. Gran battaglia, invece, tra Larrazabal e Lowey, che si giocavano la permanenza nel torneo. Lo spagnolo ha subito attaccato per un 2 up alla settima buca. Lowry ha rimontato (1 up alla 13ª), ma Larrazabal ha infilato le tre buche successive e ha vinto. Sembrava tutto facile per McDowell, 3 up all’8ª, ma all’improvviso si è spento e Luiten lo ha messo fuori gioco conquistando sei buche sulle successive dieci. Sebbene fosse già fuori, Levy ha onorato l’impegno, lasciando via libera al rivale solo nel finale.
Nei quarti: Reed-Coetzee, Dubuisson-Ilonen, Luiten-Larrazabal e Stenson-Blitx. Il montepremi è di 2.250.000 euro.
Il torneo su Sky – Il Volvo World Match Play Championship viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 2 e 2 HD, con i seguenti orari: sabato 18 ottobre, dalle ore 12,30 alle ore 17,30; domenica 19, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 13,30 alle ore 17,30. Repliche: sabato 18 otobre, dalle ore 20,45 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 19, dalle ore 20,30 (Sky Sport 3 e 3 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.

EUROPEAN TOUR: NELL’HONG KONG OPEN RECUPERANO PAVAN (25°) E CRESPI (52°) – Nell’Hong Kong Open, torneo dell’European Tour che si sta disputando sul percorso dell’Hong Kong GC (par 70), a Fanling, hanno recuperato numerose posizioni Andrea Pavan, da 64° a 25° con 136 (70 66, -4), grazie a un 66 (-4), e Marco Crespi, da 83° a 52° con 139 (71 68, -1), dopo un 68 (-2).
Con un gran 65 (-5), miglior score di giornata, e il totale di 131 (66 65, -9), ha preso il comando nel giorno del suo 45° compleanno Ernie Els, sudafricano di Johannesburg con 67 titoli in carriera. compresivi di quattro major, dei quali 28 ottenuti nel circuito continentale. Sono secondi con 133 (-7) il francese Raphael Jacquelin e gli australiani Scott Hend e Cameron Smith, mentre occupano il quinto posto con 134 (-6) ben undici concorrenti: gli inglesi Lee Slattery e Seve Benson, il francese Julien Quesne, gli australiani Marcus Fraser, Marcus Both e Wade Ormsby, il taiwanese Wei-chih Lu, l’olandese Daan Huizing, il filippino Angelo Que e gli indiani S.S.P. Chowrasia e Jyoti Randhawa, che era leader dopo un turno. Al 45° con 138 (-2) lo statunitense David Lipsky, in vetta all’ordine di merito dell’Asian Tour, mentre non hanno superato il taglio tre attesi protagonisti: lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, vincitore delle ultime due edizioni della gara, e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, 89.i con 142 (+2), e il belga Nicolas Colsaerts, 124° con 145 (-5), precipitato dalla terza piazza con un 79 (+9).
Els ha segnato sei birdie e un bogey, Pavan sei birdie e due bogey e Crespi tre birdie e un bogey. Il montepremi è di 1.015.000 dollari dei quali 171.843 andranno al vincitore.

CHALLENGE TOUR IN CINA: NICOLO’ RAVANO 7°, MATTEO DELPODIO 16°- Il maltempo ha rivoluzionato lo Shankai Classic, quart’ultimo torneo stagionale del Challenge Tour in svolgimento al Chongqing Poly Golf Club (par 72), nella città di Chongqing in Cina. Infatti in due giorni è stato possibile completare solo il primo giro e di conseguenza è stato deciso di accorciare il torneo da 72 a 54 buche e di effettuare il taglio dopo 18, limitandolo ai primi 50 in graduatoria e ai pari merito al 50° posto.
Sono al vertice con 65 (-7) colpi il cileno Mark Tullo e l’inglese Paul Maddy, che hanno lasciato a quattro colpi lo svedese Johan Edfors, il danese Lasse Jensen, il francese Edouard España e l’iberico Antonio Hortal (69, -3). Sono rimasti in gara due soli giocatori italiani, peraltro in ottima posizione: Nicolò Ravano, settimo con 70 (-2), e Matteo Delpodio, 16° con 71 (-1). Sono usciti Andrea Rota, 56° con 74 (+2), Niccolò Quintarelli, 72° con 75 (+3), Alessandro Tadini e Filippo Bergamaschi, 80.i con 76 (+4), e Lorenzo Gagli, 102° con 78 (+6).
Tullo, sette birdie, e Maddy, un eagle e cinque birdie, non hanno segnato bogey, così come Ravano, che di birdie ne ha messi a segno due. Per Delpodio tre birdie e due bogey. Il montepremi è di 273.000 euro dei quali 44.416 euro andranno al vincitore.

PGA TOUR: COPPIA AL VERTICE IN NEVADA – Webb Simpson, campione uscente e 38° con 69 (-2) colpi, non è stato molto brillante nel giro d’apertura dello Shriners Hospitals for Children Open, secondo torneo della stagione 2015 del PGA Tour, iniziata in anticipo sull’anno solare, che si sta disputando al TPC Summerlin (par 71) di Las Vegas nel Nevada.
Guidano la graduatoria Stewart Cink e lo scozzese Martin Laird, con 64 (-7, con sette birdie per entrambi), che hanno un colpo di margine sull’altro scozzese Russell Knox (65, -6). In quarta posizione con 66 (-5) Brian Stuard, Andrew Svoboda, Sam Saunders, Bo Van Pelt, il giapponese Hideki Matsuyama e l’australiano Jarrod Lyle. in decima con 67 (-4) il fijano Vijay Singh, e in 53ª con 70 (-1) l’irlandese Padraig Harrington. Il montepremi è di 6.200.000 dollari con prima moneta di 1.080.000 dollari.

LET: IN SUDAFRICA ANCORA MALTEMPO E TORNEO RIDOTTO DI UN GIRO – Si è concluso il primo giro del Cell C South African Women’s Open (Ladies European Tour), che era stato interrotto per il maltempo, ma la pioggia ha nuovamente reso inagibile il percorso e non è stato possibile far disputare il secondo. Il torneo, di conseguenza è stato ridotto da 72 a 54 buche.
Al San Lameer CC (par 72) di Southbroom, nella Hibiscus Coast in Sudafrica, è al comando con 68 (-4) colpi l’inglese Charley Hull, che ha approfittato delle otto buche che le rimanevano da giocare per superare la connazionale Rebecca Hudson e la tedesca Steffi Kirchmayr (69, -3), le quali avevano chiuso la frazione nei tempi previsti.
Al quarto posto con 70 (-2) la spagnola Patricia Sanz-Barrio, la svizzera Fabienne In-Albon, la francese Valentine Derrey, la sudafricana Melissa Eaton e la tedesca Ann-Kathrin Lindner e al nono con 71 (-1) l’altra tedesca Sophia Popov, l’inglese Holly Clyburn e la sudafricana Lee-Anne Pace. All’evento non prendono parte giocatrici italiane. Il montepremi è di 320.000 euro.

LPGA TOUR: IN VETTA LA FRANCESE KARINE ICHER – Le coreane, protagoniste del turno iniziale, hanno avuto parecchie difficoltà nel secondo giro del LPGA KEB HanaBank Championship (LPGA Tour) e hanno lasciato la scena alla francese Karine Icher, leader con 139 (71 68, -5), e a Brittany Lincicome e alla spagnola Beatriz Recari, seconde con 140 (-4).
Sul percorso dello Sky 72 GC (par 72), a Incheon nella Corea del Sud, dove tra le 78 concorrenti in gara non vi sono proette italiane, le prime tra le giocatrici di casa, Mi Jung Hur, Jung-Min Lee e Ilhee Lee sono al quarto posto con 141 (-3) alla pari con la norvegese Suzann Pettersen, con la tedesca Sandra Gal e con l’iberica Azahara Muñoz. E’ salita dal 28° al 10° con 142 (-2) la neozelandese Lydia Ko, è scesa dal 15° al 24° con 144 (par) la coreana Inbee Park, numero due mondiale, e stanno offrendo una prestazione in grigio Michelle Wie, 36ª con 146 (+2), la taiwanese Yani Tseng e la coreana Na Yeon Choi, 50.e con 148 (+4), e la cinese Shanshan Feng, 59ª con 150 (+6). Quasi in coda Paula Creamer, 75ª con 155 (+11). Il montepremi è di due milioni di dollari.

LET ACCESS: ELISABETTA BERTINI SETTIMA IN INGHILTERRA – Elisabetta Bertini è al settimo posto con 143 (74 69, -1) colpi nel WPGA International Challenge, torneo che conclude sul percorso dello Stoke by Nayland Hotel Golf & Spa (par 72), a Levenheath in Inghilterra, la stagione del LET Access, il secondo circuito femminile europeo. Al 21° con 147 (73 74, +3) Vittoria Valvassori, al 28° con 148 (75 73, +4) la dilettante Ludovica Farina e al 48° con 151 (75 76, +7) Anna Rossi. E’ uscita al taglio Stefania Avanzo, 76ª con 159 (79 80, +15).
In vetta si è portato un quartetto con 139 (-5) composto dalla norvegese Tonje Daffinrud (71 68), vincitrice delle due gare precedenti, dalla danese Daisy Nielsen (70 69), dall’inglese Charlotte Ellis (69 70) e dalla francese Melodie Bourdy (70 69), che precede la svedese Lina Boqvist (141, -3) e la dilettante inglese Ellie Goodall (142, -2). Il montepremi è di 30.000 euro.