Home Altri sport Motori FEDERICO SANTINI PASSA AL COMANDO DEL TROFEO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA

FEDERICO SANTINI PASSA AL COMANDO DEL TROFEO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA

9
0

E’ Federico Santini il nuovo leader del Trofeo Rally Automobile Club Lucca.

Il pilota di Castelnuovo Garfagnana ha infatti centrato la terza piazza di classe al recente Rallyday di Pomarance, conquistando un punteggio rivelatosi determinante al raggiungimento del primato. Un risultato che gli ha garantito la prima posizione nella classifica riservata ai piloti, pur con il risicato margine di un punto sull’ex leader Roberto Marchetti, messo fuori causa dal ritiro occorso al volante della Subaru Impreza WRX.
Per Federico Santini il Rallyday di Pomarance è stato teatro del debutto al volante della Renault Clio R3C, vettura mai utilizzata in precedenza ma che ha permesso al driver della Mediavalle di proseguire la programmazione stagionale sotto l’effige del marchio francese.

Una situazione di classifica che, ad una sola gara dalla conclusione del campionato, lascia possibilità di successo finale sia a Federico Santini che a Roberto Marchetti, entrambi protagonisti di una stagione da “primattori” nel contesto rallistico regionale grazie ad un palcoscenico di primo piano come il Trofeo Rally Automobile Club Lucca.
Terzo gradino del podio “piloti” per Gabriele Catalini, secondo nella classe N1 a Pomarance sul sedile della Peugeot 106. Un piazzamento che ha garantito a Catalini la possibilità di confermarsi sull’asfalto della finale al Rally Il Ciocchetto di fine dicembre.

Molta incertezza anche nella classifica riservata ai “navigatori”, con Juri Parducci compartecipe del ritiro subito dal pilota Roberto Marchetti ma ancora leader con due lunghezze di vantaggio su Titti Ghilardi, assente a Pomarance e capofila nella classifica femminile.
In terza piazza, ad otto punti dalla leadership, mantiene inalterate le speranze di successo finale Marco Barsotti. Per il copilota di Castelvecchio Pascoli, codriver del leader Federico Santini, il Rally Il Ciocchetto potrebbe riservare le analoghe chances dei due diretti avversari, garantendo alla “classica” di fine anno ulteriore interesse tra i molti appassionati della provincia.