Home Calcio Focus Genoa/Samp - Professionisti GENOA – Approvato il bilancio 2012, Rosati è il nuovo vice presidente

GENOA – Approvato il bilancio 2012, Rosati è il nuovo vice presidente

10
0
DSC 0060 copia

DSC 0060 copia 

 

L’assemblea dei soci del Genoa, riunita stasera al Museo al Porto Antico, ha approvato il bilancio 2012 e ha nominato due nuovi consiglieri Antonio Rosati e Nicola Bignotti. Vi erano presenti oltre ad alcuni azionisti di minoranza, anche l’ad Alessandro Zarbano e il vicepresidente Gianni Blondet. Il bilancio chiuso il 31 dicembre scorso, vedeva un passivo di 14,8 milioni di euro, già  ripianati da Fingiochi, azionista di maggioranza.

Nel corso dei lavori Zarbano ha spiegato che si sta cercando di ridurre i numerosi costi: «Si è deciso di attuare una politica di riduzione dei posti di lavoro, e quindi dei giocatori. Ciò non per quanto riguardo la rosa, ma riguardo ai giocatori che il Genoa possiede in altre società. Occorre dunque ridurre i costi del lavoro e degli ammortamenti. A fronte di tale riduzione quindi la società ha deciso di trattenere o riportare a casa soltanto i giocatori che ritengono meritevoli in base alle loro potenzialità, esempio Cofie, Bertolacci, Tachtsidis».
I soci hanno poi provveduto all’elezione dei consiglieri, dopo l’uscita nello scorso aprile di Luca Barabino: confermati Enrico Preziosi e Gianni Blondet, rispettivamente presidente e vicepresidente e Alessandro Zarbano come consigliere. I nuovi entrati sono: Antonio Rosati, vice presidente, e Nicola Bignotti, consigliere. Rosati è entrato per cooptazione e nella successiva riunione del cda ha ricevuto la nomina alla vicepresidenza con le deleghe a lui spettanti.
Nel corso dell’ assemblea è stato confermato l’ acquisto di un’ area di 78.000 mq e l’ affitto per 99 anni di altri 80.000 mq di terreni nel comune di Cogoleto sui quali potrebbe nascere il nuovo centro sportivo del Genoa. Si chiudono invece le porte, almeno per il momento al progetto stadio, perchè come spiega Zarbano: «Vogliamo rimanere a giocare al Luigi Ferraris, ma al momento non ci sono le condizioni per pensare al Ferraris come stadio del Genoa».