Home Altri sport Ciclismo Giro d’Italia Giovani Under 23 2021: domani l’arrivo a San Pellegrino Terme

Giro d’Italia Giovani Under 23 2021: domani l’arrivo a San Pellegrino Terme

57
0
Challenger Outdoor - Printscreen Percorso San Pellegrino Terme - Altitude

C’è grande attesa in Valle Brembana per l’arrivo del Giro d’Italia Giovani U23 che porterà domani il futuro del ciclismo su strada a tagliare il traguardo di San Pellegrino Terme, alla fine di una tappa che partirà da Bonferraro di Sorgà in provincia di Verona, e dopo aver solcato la Pianura Padana per oltre 150 chilometri, i giovani ciclisti affronteranno la salita che da Nembro porta in 11 chilometri al paese di Selvino. «Non una salita proibitiva ma che, proprio per questa ragione, può lasciare spazio al coraggio di passisti…» aveva commentato Davide Cassani in occasione del lancio della tappa, aggiungendo che anche la discesa verso il fondo valle della Val Brembana, potrebbe creare occasioni di fuga o allunghi sufficienti per evitare uno sprint sotto il traguardo di San Pellegrino Terme. Una tappa dalla lunghezza impegnativa di 176 chilometri con 1.700 metri di dislivello: un profilo altimetrico nel finale che potrebbe, dunque, riservare sorprese.
Per tutti coloro che vogliono scoprire gli ultimi 32 chilometri della tappa, che include l’ascesa da Nembro a Selvino, la picchiata su Ambria e i 5 chilometri finali fino al cuore di San Pellegrino Terme, è disponibile sulla app Challenger Outdoor il tracciato da ripercorrere in modo virtuale con smart trainer o rulli di ultima generazione connessi a internet.
La app consente una prova libera di una settimana e così chiunque può avere in anteprima il tratto finale della tappa bergamasca del Giro Under23: «Lo scorso anno è stato decisivo per il lancio della nostra applicazione: durante il lockdown molti ciclisti hanno continuato a pedalare sulle strade di tutto il mondo – ha sottolineato Marco Righi cofondatore di Challenger App – e ora è giunto il momento di aggiungere all’aspetto sportivo anche quello di descrizione e promozione del territorio che il ciclismo attraversa».
Challenger Outdoor è una applicazione per la pratica di ciclismo e running in modalità virtuale, sviluppata da un gruppo di ingegneri italiani, che consente di vivere esperienze sportive digitali e che offre sviluppi e opportunità di promozione del territorio attraverso l’utilizzo della bicicletta o della corsa a piedi.
«Grazie alle nuove tecnologie digitali il ciclismo sta vivendo una nuova dimensione, e anche noi abbiamo voluto cogliere questa opportunità» ha sottolineato Giovanni Bettineschi presidente di Promoeventi Sport, partner locale per l’arrivo nella bergamasca del Giro d’Italia Giovani Under23.

Giunta alla 44° edizione, la gara a tappe più importante al mondo per ciclisti U23 rappresenta una occasione di visibilità per il territorio orobico e si conferma trampolino di lancio e occasione di sfida per i migliori talenti mondiali. Con la presenza di team provenienti da 14 Paesi tra Nuovo e Vecchio Continente, Giro d’Italia Giovani Under23 rappresenta un palcoscenico di grande valore, che contribuisce alla crescita del movimento ciclistico nazionale e internazionale.
Per informazioni:
www.giroditaliau23.it – www.promoeventisport.it