Home Altro Enti Sportivi I consigli di movimento della campionessa di nuoto Martina Grimaldi

I consigli di movimento della campionessa di nuoto Martina Grimaldi

7
0

In questo periodo in cui tutti siamo costretti a rimanere in casa e trovare il modo per mantenerci attivi tra le mura domestiche, può essere fonte di ispirazione l’esperienza di un’atleta come Martina Grimaldi, che continua ad allenarsi a casa, coniugando il benessere con la vita quotidiana in quarantena.

La nuotatrice è stata intervistata nei giorni scorsi dalla redazione dell’Uisp Bologna ed ha voluto anche mettere a disposizione la sua esperienza di atleta consigliando alcuni esercizi da svolgere a casa: gambe da fare a corpo libero o con l’aiuto di una sedia, addominali e dorsali, con il tappetino sul pavimento, e braccia utilizzando bottiglie dell’acqua come pesi. “Sono esercizi per tutti e chi è già allenato può scegliere di aumentare il carico – spiega Martina – la cosa importante è praticare sempre un po’ di stretching dopo l’allenamento”.

Martina ha raccontato a Nicola Fornasari, responsabile comunicazione del comitato Uisp, la sua giornata tipo in questo periodo di lockdown, che prevede alcune ore di allenamento nella mattinata e le attività sociali e familiari nel pomeriggio. Essere una specialista delle lunghe distanze, in cui il fattore mentale è estremamente importante, ha aiutato Martina in questa situazione? “Non mi sono mai appoggiata a uno psicologo dello sport, perché sono brava a trovare la mia concentrazione, che è quello che serve nel mio sport, in cui la gara più corta dura circa un’ora per arrivare fino ad oltre 5. Non ho mai avuto difficoltà in questo, quindi la quarantena non mi stressa eccessivamente, sono convinta che sia giusto per la nostra saluta stare in casa quindi non soffro particolarmente la chiusura”.

Durante la diretta è stato trasmesso un messaggio di Marco Orsi, campione di nuoto bolognese anche lui, che ha chiesto a Martina se abbia pensato al futuro dopo il nuoto. “Io continuerò sempre a nuotare – ha risposto Martina – perchè mi piace e mi diverto. Il mio futuro lo vedo in polizia nel gruppo sportivo delle Fiamme oro, mi piacerebbe fare l’allenatrice, e sto cominciando a fare pratica con i ragazzi che si allenano con me”.

www.uisp.it