Home Altri sport Triathlon L’ucraino Kurochkin e la veneta Rigoni favoriti nella Ledroman 2017

L’ucraino Kurochkin e la veneta Rigoni favoriti nella Ledroman 2017

8
0

L’ucraino Sergeiy Kurochkin e la giovane veneta Giorgia Rigoni sono pronti a riconquistare il titolo di re e regina della Ledroman 2017 in programma domenica in Valle di Ledro.

I due vincitori del triathlon sprint 2017 saranno infatti gli osservati speciali tra gli 800 iscritti alla quarta edizione della gara, che sta assumendo un ruolo sempre più prominente nel denso calendario italiano. Per Kurochkin e Rigoni l’impresa di difendere lo scettro conquistato dodici mesi fa non sarà facile: il parco dei partenti è quanto mai qualificato e comprendente, tra gli altri, anche l’azzurro Andrea Secchiero recordman del percorso con il tempo di 58’26 staccato nel 2015. E il milanese di Arese appare l’outsider di spicco. Da tenere d’occhio vi sono poi il veronese Jacopo Butturini, il ravennate Luca Facchinetti, l’esperto trentino Gianluca Pozzatti, il campione regionale uscente Christian Haas che rimetterà a sua volta in palio la corona di miglior triatleta sprint del Trentino Alto Adige. Attenzione anche all’austriaco Thomas Steger.
Nel 2016 Giorgia Rigoni stupì tutti con un’azione decisa ed un crescendo inarrestabile: dodici mesi più tardi la giovane di Asiago non sarà più una sorpresa e dovrà vedersela nuovamente con la tedesca Renate Forster volonterosa di prendersi una rivincita dopo la bruciante sconfitta della passata edizione. Tra le migliori specialiste della sprint figurano anche l’austriaca Lisa Maria Dornauer, la cremonese Veronica Signorini, la romagnola di bandiera turca Gaia Peron e Laura Gatti, già sesta l’anno scorso.
Si prospetta dunque una Ledroman di grande qualità grazie all’entusiasmo e alla voglia di mettersi in gioco degli organizzatori della TriLedroEnergy, a un percorso e ad un’ambientazione da favola. Il grande protagonista di Ledroman è infatti il Lago di Ledro con le sue acque color cobalto pregne di storia (il sito preistorico palafitticolo di Molina di Ledro ne è la principale testimonianza) e di grande valore ambientale, il tutto certificato dall’inserimento nel Progetto Riserva della Biosfera di Unesco. Il Lago grande protagonista, si diceva: i 750 metri della frazione iniziale di nuoto saranno infatti ospitati dalle acque del Lido di Pieve, mentre la successiva frazione in bici da corsa vedrà gli 800 concorrenti affrontare per due volte il perimetro del lago per complessivi 20km su un circuito varie e tecnicamente impegnativo. Tornati alla zona di cambio, non resterà che affrontare i 5km di corsa, tra Pieve e Mezzolago e ritorno, il tutto costeggiando la sponda settentrionale del Lago di Ledro. Il via è previsto alle ore 14:15.
Ma il fine settimana di Ledroman inizierà già domani pomeriggio con il Ledroman Party, gustoso aperitivo alle sfide domenicali. L’apertura alle 18 con uno spettacolo di parapendio acrobatico prima dell’aperitivo con musica live nel cuore di Pieve di Ledro. Alle 20.30 spazio al convegno sportivo e culturale che coinvolgerà ospiti di grande rilievo: Tra questi il pluricampione iridato delle ultramaratone Giorgio Calcaterra, l’azzurro del triathlon Gianluca Pozzatti, l’ ex ciclista professionista Alessandro Bertolini oggi apprezzato triatleta e tutto il carattere di Mauro Tomasi, che porterà la propria esperienza di maratoneta a bordo di una carrozzina. E in queste ore, sempre sulle acque del Lago di Ledro, sono in corso le regate dell’EuroSaf Match Racing (grado 2) che assegneranno il titolo europeo di categoria. La Valle di Ledro è sempre al centro dello sport internazionale, nel pieno rispetto della propria vocazione ad autentica palestra a cielo aperto, paradiso terrestre per gli amanti dell’attività outdoor a tutto tondo.