Home Altro Orienteering: inderst e Pradel Campioni Italiani Long

Orienteering: inderst e Pradel Campioni Italiani Long

116
0
Il podio maschile con Sebastian Inderst

Anna Pradel (01.33.08 US Primiero) e Sebastian Inderst (PWT Italia 01.39.46 ) sono i nuovi campioni italiani Long distance che ci sono svolti oggi a Collepietra, in Alto Adige. Dopo alcuni anni di imbattibilità cade così il record di Riccardo Scalet (01.41.13) che si piazza al secondo posto. Per il trentino non è stata una buona giornata e la sua presenza è stata in dubbio fino all’ultimo per un’indisposizione. Completa il podio Mattia Debertolis (US Primiero 01.42.26).

Anna Pradel ha invece dimostrato di essere la più in forma del lotto battendo un’altra delle protagoniste di stagione, Viola Zagonel (01.35.36 POL. ‘G. MASI’) e Anna Caglio (01.35.39 POL. BESANESE). La brianzola è stata l’autentica sorpresa di giornata, riscattando così la squalifica nella Staffetta tricolore del Cansiglio. La prova femminile aveva visto partire bene Francesca Taufer, in testa nella prima parte, poi Anna Caglio e nel finale l’ha spuntata Pradel.

La gioia passa dalle parole di Anna Pradel, giovanissima della Valle di Primiero che ufficialmente è ancora Junior essendo nata il 17-11-2001: “La vittoria è stata una sorpresa anche per me. Venivo da una settimana piena di impegni che mi aveva assorbito molto. Evidentemente avevo ancora energie. Quella odierna era una Long molto filante dove non si poteva fare la differenza sulle scelte, ma con il fisico. Sono molto felice perchè, come ho detto, non mi aspettavo di vincere, ma lo tutto quello che viene va bene”.

Pradel non è una ragazza che si accontenta: “C’è ancora tanto da lavorare dal punto di vista fisico, secondo me potevo fare ancora meglio, ma un passo alla volta riusciremo anche ad innalzare le performance”.

Il futuro: “Sono riuscita a liberare uno slot di tempo per i Mondiali Junior a settembre in Turchia e questo mi rende felice. Anche in quel caso cercherò di dare il massimo. Per domani invece con l’US Primiero cercheremo di far bene nella Relay of the Dolomites che per tradizione ci vede protagonisti”.

Il vincitore della Men Elite, Inderst: “Fisicamente mi sentivo molto bene, un bel sollievo dopo la Long di una settimana fa dove non avevo avuto buone sensazioni. Purtroppo ho commesso un grosso errore sulla tratta lunga, dove ho perso il contatto con la carta prendendo un carbogel. Una lezione preziosa per il futuro. Per fortuna è andato tutto bene. Sono molto contento del risultato, era da molto che aspettavo il primo titolo individuale”.

GIOVANI: Tra i M20 non c’è stata storia con Ilian Angeli (01.09.16 Folgore) che ha vinto con ampio margine su Francesco Mariani (Orsa Maggiore) e Alberto Alban (Fonzaso). In M18 il successo a Elia Ren (Svi) su Mattia Bertozzi (SVI), ma il titolo è di Goran Polojaz (Gaia Orienteering).

Tra le ragazze W 20 Martina Rizzi (01.09.14 OR. PERGINE) vince su Caterina Dallera (01.17.00 POL. PUNTO NORD) e Nicole Canova (01.17.34 G.S. PAVIONE). Da segnalare che Martina Rizzi ha la doppia cittadinanza (Italiana e svizzera) e compete per il titolo. Tra le W18 Nicole Riz batte la compagna dell’US Primiero Rachele Gaio e Iris Pecorari (Semiperdo Magnago).

Il tracciatore Simone Grassi: “Come avevo anticipato l’alta velocità poteva mettere in difficoltà gli atleti. Chi non è caduto in questo tranello, ossia esagerare nella corsa, ha svolto una gara pulita. Ho raccolto molti feedback costruttivi e questo sarà da sprone per fare ancora meglio in futuro. Gli atleti delle caterorie giovanili si sono comportati bene ed hanno dimostrato di essere ad un ottimo livello. Personalmente sono soddisfatto ed ora mi concentro sulla Sprint Relay di Coppa del Mondo a ottobre dove sarò ancora tracciatore”.

La prova si è svolta nel pieno rispetto dei protocolli anticovid FISO. Ricordiamo che per prendere parte alla gara era necessario aver fatto un tampone con esito negativo.

Ottima l’organizzazione dello Sport Club Merano che ha dato vita ad una proficua sinergia con il TOL di Ernesto Rampado e Mikhail Mamleev per allestire la 2 giorni di gare.

CLASSIFICA:

1 – Inderst Sebastian 01.39.46 PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.

2 – Scalet Riccardo 01.41.13 PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.

3 – Debertolis Mattia 01.42.26 U.S. PRIMIERO

4 – Tenani Alessio 01.44.00 POL. ‘G. MASI’

5 – Patscheider Lukas 01.44.56 PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.

6 – Scalet Tommaso 01.46.55 PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.

 

DONNE:

1 – Pradel Anna 01.33.08 U.S. PRIMIERO

2 – Zagonel Viola 01.35.36 POL. ‘G. MASI’

3 – Caglio Anna 01.35.39 POL. BESANESE

4 – Taufer Francesca 01.36.56 U.S. PRIMIERO

5 – Troi Verena 01.37.13 TERLANER ORIENTIERUNGSLAEUFER

6 – Pozzebon Irene 01.38.55 POL. BESANESE

M 20:

1 – Angeli Ilian 01.09.16 G. S. OR. FOLGORE

2 – Mariani Francesco 01.14.15 ORSA MAGGIORE

3 – Alban Davide 01.23.39 FONZASO

W 20

1 – Rizzi Martina 01.09.14 OR. PERGINE

2 – Dallera Caterina 01.17.00 POL. PUNTO NORD

3 – Canova Nicol 01.17.34 G.S. PAVIONE

 

a cura di Pietro Illarietti