Home Altri sport Orienteering: nel week end i tricolori del Cansiglio

Orienteering: nel week end i tricolori del Cansiglio

40
0
L'Orienteering Tarzo con la maglietta dell'evento che ricorda Nicola Comarella

Sarà una gara nella gara quella del prossimo week end in Cansiglio. Avremo infatti sia la prova individuale con la Middle e la Staffetta a squadre con 3 elementi.

“Finalmente ci siamo – spiegano Ercole Pin ed Edoardo Tona per voce degli organizzatori – ed anche la questione legata al tampone obbligatorio si è risolta (rimane raccomandato). Abbiamo lavorato duramente ed anche il meteo, che aveva tenuto in allarme, pare volgere al meglio. Ora però è tutto pronto ed il Cansiglio, con il suo terreno tecnico, attende gli orientisti”.

Per la Middle favorito, al maschile è Riccardo Scalet, reduce dal campo di allenamento in Repubblica Ceca. Tra i principali avversari Giacomo Zagonel, Mattia Debertolis, Samuele Tait, Lukas Patscheider, Alessio Tenani. In gara, ma non per i tricolore, anche Robert Merl ed alcuni atleti austriaci.

Tra le donne lo scontro potrebbe essere tra Christine Kirchlechner, Viola Zagonel, Verena Troi, Carlotta Scalet, Anna Pradel e Irene Pozzebon. Tra le straniere spicca l’austriaca Johanna Trummer.

Interessante l’analisi dei team. Partiamo dai campioni uscenti del team PWT italia con Riccardo e Tommaso Scalet a cui si aggiunge Lukas Patscheider (assente Sebastian Inderst). Il team manager Gabriele Viale non nasconde che anche quest’anno punta a tutti i tricolori in campo maschile nelle relative distanze: Sprint, Middle, Long e Staffetta appunto.

Tra i legittimi favoriti i portacolori dalla Pol. Masi, società emiliana di Casalecchio che ha testato i terreni del Cansiglio più volte nelle scorse settimane. Dalla loro parte l’esperienza di Alessio Tenani con Samuele Curzio e la freschezza di Enrico Mannocci. Favoriti d’obbligo anche gli atleti dell’US Primiero con l’esuberanza di Giacomo Zagonel e Mattia Debertolis, abbinata alla longevità di Manuel Negrello.

Formazione potenzialmente interessante anche quella di Agorosso con la solidità di Michele Caraglio, una ex promessa, Jonas Raas, e Lorenzo Pinna chiamato alla gara della vita. Meritano una citazione anche il Gronlait Orienteering Team che vede Samuele Tait, sempre competitivo, il rientro di Roberto Dallavalle, e Alessio Dal Follo. Giovane il gruppo dell’ASD Fonzaso con Mattia Scopel, Alberto Bazan e Davide Alban. Chi ci ha abituato a soprese è il GS Pavione con Damiano Bettega, Emiliano Corona, Walter Bettega.

Da seguire con simpatia il team composto dai giovani Ilian Angeli,Francesco Mariani e Pietro Palumbo che non competono per il titolo. Saranno al via con le insegne della formazione finlandese Lahden Suunnistajat -37 e guidati dal coach Stefano Raus.

Presente pure una selezione austriaca.

Tra le donne sempre l’US Primiero da tenere in grande considerazione con Anna Pradel, Nicole Scalet e Francesca Taufer. che se la vedrà con la Pol Besanese composta da Irene Pozzebon, Maria Chiara Crippa e Anna Caglio. La lotta è con il PWT che vede Carlotta Scalet, non ancora al top della forma, Noemi Inderst e Anna Giovanelli. Potenzialmente in grado di qualsiasi risultato lo Sporting Club Merano con Christine Kirchlechner, ancora ai vertici nazionali, con la giovane Vera Chiusole e il ritorno di Heike Torggler. Stesso discorso per Pol Masi. Al fianco di una scatenata Viola Zagonel ci saranno infatti una promettente Francesca De Nardis e Lucia Curzio.

Tracciatore di entrambe le gare Federico Venezian con il supporto di Roland Pin e Michael Baggio.

L’appuntamento è quindi per questo week end, sperando nel meteo clemente. Presente, per la prima volta in questo 2021, le telecamere di Rai Sport. Prevista la presenza, alle premiazioni della domenica, dell’assessore regionale allo sport, Cristiano Corazzari, e del presidente Sergio Anesi.

Si ricorda che vi sarà una speciale premiazione in memoria di Nicola Comarella con un premio speciale dedicato al vincitore della M18. Premiate pure le prime 5 società.

A cura di Pietro Illarietti