Home Altri sport Motori PISTOIA CORSE IN “CHIAROSCURO” AL RALLY CITTA’ DI CAMAIORE

PISTOIA CORSE IN “CHIAROSCURO” AL RALLY CITTA’ DI CAMAIORE

13
0
42giuntini

42giuntini

Non c’è stato alcun risultato ad effetto, nella cornice agonistica che ha interessato Pistoia Corse nel fine settimana.

Al “via” del Rally Città di Camaiore, appuntamento titolato Rally Day in scena nell’entroterra versiliese, i portacolori del sodalizio di Sant’Agostino si sono – tuttavia – proiettati verso il raggiungimento del miglior risultato possibile, cercando il raggiungimento dei propri obiettivi all’interno del confronto di Lido di Camaiore.

Collezionare ancora chilometri, al fine di accumulare esperienza sulla Rover MG in vista dell’imminente Rally Città di Pistoia: questo l’obiettivo primario del fiorentino Michele Giuntini, giunto al traguardo del “Pontile” grazie ad una gara accorta resa incerta nella sua fase finale, con una problematica al sedile del copilota Lorenzo Meini che ha consigliato massima prudenza.
Arrivo da unici rappresentanti della classe N0 per Mirco Simoni e Andrea Bruni, in gara su Fiat Seicento curata da Chelucci Rally Sport.

Avvio sfortunato per Giuseppe Tricoli, impegnato alle note di Alessandro Bindi su Peugeot 106 Maxi. Nella prima prova speciale, a rendere ulteriorimente impegnativo il confronto nell’agguerrita classe A6 sono stati i secondi persi a causa di un testacoda, con conseguente spegnimento della vettura. Una variabile che, tuttavia, non ha negato al pilota versiliese ed al codriver “di scuderia” quelle che erano le prerogative principali alla vigilia: interrompere il digiuno agonistico e cercare di ritrovare il ritmo gara, elementi utili in proiezione futura.
Amaro ritiro per i fiorentini Lorenzo e Cosimo Ancillotti, impegnati sui sedili della Citroen C2. A mettere la parola fine alla gara è stata una “stallonatura” occorsa nella terza prova speciale, particolare che non ha permesso all’equipaggio di proseguire e che ha rimandato al Rally Città di Pistoia le sensazioni positive espresse nella prima parte di quella che era pur sempre la loro seconda esperienza rallistica in carriera.

Nelle foto (FREE copyright, concessa da Foto Frame: la Rover MG di Michele Giuntini e la Fiat Seicento di Mirco Simoni.