Home Eventi Eventi PRESENTATI IN ATL DUE IMPORTANTI EVENTI DELL’ESTATE CUNEESE

PRESENTATI IN ATL DUE IMPORTANTI EVENTI DELL’ESTATE CUNEESE

13
0
P 20180731 173906

P 20180731 173906

Sono stati presentati oggi, presso la Sala G. Vercellotti dell’ATL del Cuneese, due importanti appuntamenti estivi del Cuneese che spiccano per originalità ed importanza sportiva.

Il primo, il Carnevale alpino estivo di Casteldelfino, vedrà riunirsi in Valle Varaita, sabato 4 e domenica 5 agosto, le più rappresentative Maschere del Carnevale Italiano. “L’evento (alla sua prima edizione) prevede un ricco calendario di appuntamenti – ha dichiarato il primo cittadino di Casteldelfino, tra gli ideatori dell’iniziativa, Alberto Anello – e la partecipazione di tante Maschere provenienti dal Cuneese ma non solo: saranno presenti anche le principali Maschere d’Italia.

La piccola località di Priero si prepara invece a tornare capitale del Superenduro, ospitandone la tappa finale del Circuito Nazionale, con 4 gare e 2 eventi di qualificazione ENDURO WORLD SERIES in programma il 2 settembre. “Un evento di rilievo nazionale – ha commentato Daniele Vigliero dell’Ass. Sportiva Priero – che torna nella piccola località di Priero, vocata alla bici.”

Mauro Bernardi, Presidente dell’ATL del Cuneese e Paolo Bongioanni, Direttore, hanno dichiarato: “Il nostro territorio è sempre più vocato al cicloturismo ed agli eventi ciclistici. Dopo aver ospitato la 18^ Tappa del Giro d’Italia, il Campionato Gravitalia di Frabosa Soprana, l’evento di Urban Downhill a Mondovì ci apprestiamo ora ad ospitare quest’importante tappa del Campionato Nazionale di Superenduro. Le nostre montagne hanno bisogno di eventi che animino l’estate cuneese: ne è un esempio anche l’originale idea del Comune di Casteldelfino di radunare in agosto le Maschere dei Carnevali Italiani”.

È al via l’edizione n. 1 del Carnevale Alpino Estivo di Casteldelfino – Rassegna delle Maschere Italiane, in programma per il 4 ed il 5 agosto, nato con l’idea di radunare le Maschere ufficiali italiane più rappresentative che, ancora oggi, animano il periodo del Carnevale. Il Sindaco di Casteldelfino, tra gli ideatori dell’iniziativa, Alberto Anello, commenta soddisfatto ed orgoglioso: “Il Carnevale Alpino Estivo di Casteldelfino si preannuncia ricco e scoppiettante, grazie al programma che prevede importanti momenti di festa e di convivialità, ma anche alla numerosa partecipazione delle Maschere carnevalesche che abbiamo meticolosamente ricercato, contattato ed invitato. Abbiamo conferma di partecipazione del Presidente delle Maschere Italiane, ovvero Maurizio Trapelli in arte lo Dsevod di Parma e delle Maschere del noto Carnevale di Cento. Presenti anche le Maschere del Ducato della Zucca di Verona, quelle di Ferrara, Livorno, Perugia, Genova, Loano, Novara, Vercelli, Carmagnola e la Maschera ufficiale del Piemonte ovvero Gianduja. Non mancheranno poi le Maschere più locali dei Carnevali cuneesi come il Console della Repubblica degli Escartons (Carlo Ponte), i Magnin di Piasco, il Templare di Faule (Ugo Magnaldi) con Madama Bagna Cauda ed il Moro di Mondovì. Madrina dell’evento sarà Elisa Muriale, Miss Piemonte. Una festa, dunque, all’insegna del colore e dell’allegria.”
Il programma prenderà il via sabato 4 agosto alle ore 21, con il Gran Ballo di Carnevale alle Casermette. Domenica 5 Agosto, alle ore 9.30 le Maschere si ritroveranno in paese per la registrazione ufficiale. Alle ore 10.30, tutte sfileranno da piazza Valentino lungo l’antico “Chamin Royal” verso la Piazza del Municipio, dove avverrà la presentazione ufficiale delle Maschere che riceveranno la “Carta della libertà” e la spilla-ricordo del Comune di Casteldelfino.  A seguire, il corteo delle Maschere raggiungerà il Centro polifunzionale per il pranzo. Nel pomeriggio musica e balli allietati da Premiata Orchestra.

L’1 e il 2 settembre 2018 a Priero andrà in scena l’ultimo round del Circuito Superenduro 2018, uno dei due appuntamenti nazionali valevoli come eventi di qualificazione Enduro World Series.
Ancora poco più di un mese di vacanze e poi tutti nuovamente  in sella alla volta del MTB Enduro day di Priero, l’ultima e decisiva tappa del  Circuito Nazionale Superenduro che quest’anno festeggia la sua decima edizione.
Dopo Sanremo, Calestano e Canazei, il 2  settembre i migliori enduristi italiani ed internazionali si daranno battaglia  lungo i sentieri della storica località piemontese che ha contribuito alla  nascita ed allo sviluppo della disciplina fin dal suo esordio, proprio 10 anni fa. Una  chiusura di stagione, ma anche un ritorno alle origini visto che a Priero nel  2007 fu organizzata una delle prime gare italiane di enduro in mtb, la prova  generale per quello che poi sarebbe diventato il Superenduro.
Molte cose sono cambiate da allora. Le  bici sono completamente differenti, la guida si è evoluta e così la disciplina, che nel frattempo ha visto anche la nascita della serie mondiale Enduro World  Series di cui il MTB Enduro Day ospiterà il secondo appuntamento italiano di  qualificazione 2018.
Una cosa però è rimasta invariata: la  sensazione che si prova quando si corre su un bel sentiero divertente e Priero, grazie ad una costante manutenzione ed un continuo sviluppo dei  trail, non ha mai perso la reputazione di località votata all’enduro, rimanendo sempre tra le preferite dei biker del nord-est italiano.
“Lungo  i sentieri di Priero si respira enduro: qui è profonda la cultura della disciplina prima motociclistica e poi in mountain bike. Non è dunque un caso se abbiamo deciso di riportare il Superenduro qui proprio quest’anno. Pensare oggi di correre e divertirci in bici, dove tutto è iniziato, è un bel modo per tornare alle origini e al contempo  per valorizzare il lavoro fatto sui sentieri qui a Priero” dichiara Enrico  Guala, uno dei fondatori del Superenduro.
Ma quali sono le caratteristiche dei  sentieri che faranno da teatro all’ultimo emozionante scontro di stagione?

Priero è sinonimo di flow, di ritmo e  divertimento in sella. Le pendenze non sono mai eccessive, così come i  dislivelli, ma madre natura ha donato a questi posti una conformazione del  terreno particolare che permette di far correre la bici in maniera naturale grazie anche ad un suolo che garantisce un grip straordinario. In sintesi Priero è piacere  di guida all’ennesima potenza!
Prima del quarto ed ultimo appuntamento con il circuito 2018 ecco la situazione del campionato ancora apertissimo in  molte categorie.
Nella categoria agonisti uomini la lotta  per la vittoria del circuito è questione a tre. Nicola Casadei attuale leader e fresco di un’ottima prestazione a La Thuile deve riuscire a salire sul podio per garantirsi il titolo. Gli inseguitori Alex Lupato e Matteo Berta tra loro vicinissimi, non possono  commettere errori e devono puntare al gradino più alto in gara.
Tra le donne agoniste, dopo l’uscita di  scena di Rae Morrison (frattura del mignolo rimediata alla EWS di La Thuile) l’attuale campionessa in carica di Superenduro Laura Rossin conferma matematicamente il titolo, ma a Priero vorrà comunque dare il massimo. Lo stesso  discorso vale per il campionato e-bike, dove assisteremo ad una passerella di  Alessandro Bonarotti vincitore del titolo dopo una bellissima stagione, sempre  tra le prime posizioni.
Anche nei Master uomini la lotta è fra  tre piloti senza possibilità di errori, con Fabio di Renzo che non può permettersi di scendere oltre la 4^ posizione, seguito da Giacomo Dodino e Davide Dalpian. Nelle Master donne sono in quattro a poter ancora vincere, ma  la lotta sembra essere tra Irene Savelli e Federica Casini separate da soli 40  punti.
Divertentissima la battaglia nella  Giovani Maschile con i due compagni di squadra Andrea Garella e Francesco  Mazzoni in lotta sin dalla prima gara e ancora testa a testa a soli 100 punti di  differenza alla finale, che decreterà il campione.
Nella Femminile Giovani, Giulia Amone e Sofia Priori sono separate da soli 20 punti e si contendono il titolo.
ISCRIZIONI: https://www.endu.net/it/events/priero-superenduro/entry
SCHEDA GARA: http://www.superenduromtb.com/priero/  e  www.superenduromtb.com