Home Sport acquatici Vela Primazona NEWS n. 77 di lunedì 30 settembre

Primazona NEWS n. 77 di lunedì 30 settembre

12
0

Primazona NEWS n. 77 di lunedì 30 settembre 2013

Dalla I Zona:
Inizia mercoledì il Salone Nautico di Genova
Tempesta alla Coppa Dallorso
Le prossime regate in I Zona
Classi olimpiche e paralimpiche
Mondiale 49er FX, Conti-Clapcich chiudono al quarto posto
Vela olimpica: da C&C il miglior risultato della stagione (video)
Vela giovanile
Techno 293: conclusa a Porto Pino la Coppa Italia
Campionato Elbano Derive: tappa conclusiva a Marina di Campo
Vela e d’altura e monotipi:
EA e SIRIUS vincono le Régates Royales di Cannes
Mondiale Platu 25: un argento che vale un oro per EUZ II
Mandolino si aggiudica il titolo italiano Offshore
Protagonist: spettacolo, emozioni, un grande sconfitto : il Meteo
… e oltre:
Punta Ala chiude la stagione della Swiss&Global Cup Dinghy ’12 classici
Su www.primazona.org:
Compro & vendo (NEWS)
Cerco & offro imbarco per regate, diporto o lavoro
……………………..
INIZIA MERCOLEDI’ IL SALONE NAUTICO DI GENOVA
Inaugurazione mercoledì mattina, 2 ottobre 2013, con le autorità, dopo di che ci sarà l’apertura
al pubblico. Orario: da mercoledì 2 a domenica 6 ottobre dalle ore 10:00 alle ore 18:30.
I ragazzi nati dopo il 01.01.1999 entreranno gratuitamente se accompagnati da un adulto
accompagnatore.
I tesserati FIV che presenteranno la loro tessera FIV alle casse avranno diritto a due ingressi
interi pagandone solo uno, praticamente paghi 1 ed entri 2, e troveranno all’ingresso una cassa
contraddistinta dal logo FIV.
Lo stand FIV che, come da tradizione, sarà pronto ad accogliere tesserati e non, sarà ospitato
in una tensostruttura ubicata nella zona denominata Sea Experience di fronte al Padiglione B.
I piccoli visitatori che si presenteranno allo Stand FIV accompagnati dai genitori, seguiranno
un percorso predefinito ed indicato da totem recanti temi prettamente marinareschi, potranno
partecipare a vari laboratori nei quali scopriranno le varie arti marinaresche dalla più antica del
maestro d’ascia alle più moderne lavorazioni con la vetroresina, saranno ospiti delle
imbarcazioni dell’Istituto Nautico dell’istituto Nautico San Giorgio di Genova e Cristoforo
Colombo di Camogli ed andranno in mare con i nostri istruttori FIV. Al termine di questo
percorso riceveranno un attestato di partecipazione che li definirà “Apprendista Velista”.
Tra i vari laboratori dedicati ai più piccoli, particolare attenzione sarà dedicata a quello
dell’Associazione no profit “Il porto dei Piccoli” che da anni si dedica ai meno fortunati ospiti
dell’Istituto Gaslini.
Vicinissimo allo stand FIV ci sarà la Banchina Vela Sportiva che, su iniziativa della veleria
Quantum Sails, ospiterà i principali monotipi a chiglia che permettono di cimentarsi in regata
non solo ai grandi campioni ma anche al così detto velista della domenica. Si potranno quindi
provare in mare, con la supervisione del campione Gigino Audizio: J70, J80, J24, Melges 20,
Melges 24, Este, Mini 650, 950 e H22.
Grande festa poi nel fine settimana con le premiazioni al Teatro del Mare di tanti campioni
giovani e meno giovani appartenenti alle classi olimpiche e all’altura e domenica gran finale
con la premiazione del Meeting Internazionale Trofeo Pitti per la classe Optiumist organizzato
dalla LNI di Genova Sestri Ponente che si disputerà proprio nelle acque antistanti la fiera.
Il Salone terminerà domenica 6, quindi dobbiamo affrettarci per non perdere le Sea Experience
che sicuramente vivremo in questa 53° edizione.
TEMPESTA ALLA COPPA DALLORSO
Al ritorno da Portovenere vento a 60 nodi
29 settembre – Con la premiazione dei vincitori, alla presenza della Famiglia Dallorso,
dell’Assessore al Turismo del Comune di Chiavari Daniela Colombo e del Direttore di Marina
Chiavari Roberto Marinelli si è conclusa domenica 29 settembre, nel tardo pomeriggio, la 45°
edizione della Coppa Dallorso.
La manifestazione, patrocinata dai Comuni di Chiavari e Porto Venere, è stata supportata come
sempre dalla Famiglia Dallorso.
Gli equipaggi, suddivisi nelle Classi ORC, IRC, Libera e Multiscafi, si sono cimentati nelle due
prove costiere Chiavari / PortoVenere e PortoVenere / Chiavari.
Quasi settanta le imbarcazioni prescritte, e cinquantacinque al via, a causa delle previsioni
meteo inclementi.
La prima prova, da Chiavari a Porto Venere, si è svolta sabato con mare calmo e vento Sud Est
intorno ai 10 nodi. In serata sulla banchina del Porto di Porto Venere, si è tenuta la
premiazione di giornata, alla presenza del Delegato allo Sport Fabrizia Dorgia e del Presidente
del Porto Angela Valdettaro.
La seconda prova, il ritorno a Chiavari, si è svolta domenica. In tarda mattinata, quando le
imbarcazioni erano in prossimità di Punta Mesco, si è scatenata una tempesta veramente
eccezionale, con vento di burrasca superiore ai 60 nodi. Numerose le imbarcazioni che si sono
ritirate dalla competizione: solo 16, non avendo fortunatamente riportato danni alle
attrezzature, sono riuscite, dopo difficili e ardite manovre, a tagliare il traguardo a Chiavari.
La vittoria in Classe IRC è andata a Giancarlo Ghislanzoni, che con il suo pluridecorato
Chestress 3 ha tagliato il traguardo a Chiavari alle 12.00.32, risultando così anche il primo
Overall in tempo reale
La Targa d’Argento Nicola Dallorso 2013 è stata vinta dal chiavarese Massimo Rama, che con
Jeniale!, un J80 di 8 metri, è riuscito a far fronte alla tempesta e ad aggiudicarsi la vittoria.
La Coppa Dallorso 2013 è stata assegnata a Massimiliano Rizzo, armatore del Grand Soleil 39
Magia.
Classifiche
(YC Chiavari)
LE PROSSIME REGATE IN I ZONA
. 5-6 ottobre a Loano, Trofeo Baietto per le classi L’Equipe e 420, organizzato dal CN Loano.
Regata valida per il campionato zonale L’Equipe e 420.
Bando
. 6 ottobre ad Albisola, Coppa Città della Ceramica per le classi Laser, organizzata dalla LNI
Albisola. Regata valida per il Campionato zonale
Bando
. 6 ottobre a Genova, Meeting Internazionale – Trofeo Umberto Pitti per la classe
Optimist, organizzato dalla LNI Genova Sestri Ponente
Bando
. 6 ottobre a Savona, Regata della Giornata Nazionale di Cristoforo Colombo per le classi
ORC e Libera, organizzato da LNI Savona e Savona YC
Bando n.r.
. 6 ottobre ad Andora, regata zonale organizzata dal Andora Surfing Park per le classi
Kiteboarding
Bando n.r.
. 6 ottobre a Genova, Trofeo Marina Genova Aeroporto per le classi ORC e Libera,
organizzato da CN Marina Genova Aeroporto
Bando n.p.
MONDIALE 49erFX: CONTI-CLAPCICH CHIUDONO AL QUARTO POSTO
29 settembre – Conclusione amara per Giulia Conti e Francesca Clapcich (CC Aniene-
Aeronautica Militare) al Campionato del Mondo 49er. Le due azzurre, che erano entrate in Final
Race al terzo posto, hanno ottenuto nelle tre prove finali di oggi un decimo, un quarto e un
sesto posto, risultati che le hanno fatte scalare di un posto, estromettendole dal podio. Conti-
Clapcich chiudono così il Mondiale in quarta posizione, mentre la vittoria finale e il titolo è
andato alle neozelandesi Alex Maloney e Molly Meech, seguite dalle brasiliane Graeil-Kunze e
dalle francesi Steyaert-Bossard. Sedicesimo posto per l’altro equipaggio azzurro formato da
Lavinia Tezza e Paola Bergamaschi.
(dal sito FIV)
VELA OLIMPICA, DA C&C IL MIGLIOR RISULTATO DELLA STAGIONE
Al Mondiale FX di Marsiglia, C&C fuori dal podio per un soffio, ma questo quarto posto mondiale
è il migliore risultato della stagione per la vela olimpica italiana. Resta la loro “allergia” alle
finali Medal Race.
Ruggero Tita e Giacomo Cavalli migliori azzurri tra i maschi, in ombra gli altri.
2 Video
(da Saily Ilportaledellavela)
TECHNO 293: CONCLUSA A PORTO PINO LA COPPA ITALIA
30 settembre – L’unica prova disputata domenica 29 settembre ha posto il sigillo alla IV regata
nazionale e tappa conclusiva della Coppa Italia Techno 293, svoltasi a Porto Pino sull’arco di tre
giornate, per l’organizzazione della Lega Navale del Sulcis. Un evento caratterizzato da
condizioni di vento mutevoli, medio nella prima giornata, forte con punte sino a 23 nodi nella
seconda e debole nella terza, tali da premiare gli atleti più capaci e completi.
Vincitore dell’ultima prova under 17, Luca Di Tomassi (Nauticlub Castelfusano), l’atleta più
regolare sull’arco dell’intera stagione, si è piazzato secondo nella classifica di tappa alle spalle
di Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari). Sul podio anche il compagno di squadra Marco
Ragusa, terzo al termine di una lotta condotta sul filo di lana con Jacopo Renna (Circolo Surf
Torbole).
In quinta posizione, e prima globale tra gli under 15, Giorgia Speciale (Sef Stamura Ancona)
che non ha voluto smentire una costante stagionale che la ha vista molte volte primeggiare
sull’intera flotta maschile dei pari categoria. Ottima anche la prestazione di Enrica Schirru
(Windsurfing Club Cagliari), settima assoluta e terza under 15, alle spalle del primo
concorrente maschile di categoria, Daniele Gallo (Nauticlub Castelfusano). Da rilevare che,
estrapolando la categoria under 15, ben tre concorrenti nei top five sono ragazze, quasi una
prova del nove dei risultati che avevano visto la nostra flotta femminile primeggiare ai recenti
mondiali.
Nelle categorie under 13 ed esordienti la contesa al vertice tra i due Nicolò del Circolo Surf
Torbole, Gatti e Renna, si è conclusa a favore di quest’ultimo che ha preceduto di un punto il
rivale. In terza posizione Riccardo Onali (Windsurfing Club Cagliari) e quarta Gioia Barbera
(Nauticlub Castelfusano) davanti a Marta Bonetti (Marina Julia).
Anche il raduno dei cadetti kids ha parlato il linguaggio del Circolo Surf Torbole, con Gabriele
Guella(vele CH4) davanti ad Alessandro Josè Tomasi(vele CH3). Terzo posto per Davide
Antognoli (Nauticlub Castelfusano), a precedere Alessandro Atria (Sporting Club Sardinia) e
Andrea Guida di Ronza (Nauticlub Castelfusano).
Un sentito ringraziamento agli amici della Lega Navale del Sulcis, a Tore Turco, Lorenza Dessì e
a tutti i collaboratori a terra e in acqua per l’ottima riuscita della manifestazione.
Cala così il sipario sulla Coppa Italia 2013.
Le più vive felicitazioni ai vincitori e alle vincitrici delle varie categorie. Luca Di Tomassi under
17 maschile, Giulia Alagna under 17 femminile, Daniele Gallo under 15 maschile, Giorgia
Speciale under 15 femminile, Nicolò Renna under 13 maschile, Gioia Barbera under 13
femminile, Nicolò Gatti esordienti maschile, Lisa Tognetti esordienti femminile. Tre successi
targati Nauticlub Castelfusano, due targati Circolo Surf Torbole e uno ciascuno targati Società
Canottieri Marsala, Sef Stamura Ancona e Windsurf Livorno. Appuntamento per le premiazioni
in occasione della prima tappa 2014, il primo week-end di aprile a Loano.
Le classifiche della tappa di Porto Pino – Photo gallery
Classifica finale della Coppa Italia T293
– under 17 e Plus
– under 15
– under 13 ed esordienti
(Marco Rossi – TECHNO 293 & RS:X MEDIA NEWS n. 32)
CAMPIONATO ELBANO DERIVE: ULTIMA TAPPA A MARINA DI CAMPO
Marciana Marina, 27 settembre – Con la regata di domenica 22 settembre al Club del Mare di
Marina di Campo, Xtrofeo ANMI si è concluso il campionato estivo derive, manifestazione
organizzata dal Comitato Circoli Velici Elbani durante la stagione estiva.
Numerosi come sempre i partecipanti con una flotta di oltre 30 imbarcazioni delle classi
L’Equipe (Categorie Under 12 ed Evo), Optimist (categorie Cadetti e Juniores) e Laser:
puntualmente alle ore11 veniva data la prima partenza con un debole vento di scirocco che
instabile e ballerino obbligava il comitato ad annullare la prova e a rimandare tutti gli
equipaggi a terra, mentre poi era possibile dare il via alle ore 15 quando un vento di maestrale
prendeva forza sul campo di regata fino ad arrivare a 5 – 6 nodi di intensità.
Grande la lotta al vertice fra gli equipaggi dell’Equipe Evo dove la spuntava il team portacolori
del CVMM Samuel Spada/Jacopo Peria al primo posto davanti agli altri ragazzi marinesi
RiccardoGroppi/Dennis Peria secondi, di Ruben Spechi/Lorenzo Sardi terzi e Giulia Arnaldi /
Ludovica Di Tavi quarte sulla linea d’arrivo.
Nella classe L’Equipe U12 come da copione l’equipaggio Di Pede/Mibelli del Club del Mare
concludeva al primo posto seguito al secondo da altri due equipaggi CVMM, Lorenzo
Marzocchini / Paolo Arnaldi ed Edoardo Gargano/Benedetta Peria.
Nella classe Optimist juniores un’ottima tattica di regata ha regalato la vittoria ad Antonio
Salvatorelli, timoniere CVMM, che vincendo questa regata si porta in testa alla classifica
generale del Campionato Elbano Derive 2013.
Nella classe libera vinceva Giuseppe Mazzei, direttore sportivo del Circolo della Vela Marciana
Marina al timone di un Laser radial.
A fine regata nel giardino del Club del Mare durante la premiazione è stato anche consegnato il
X Trofeo AMNI che quest’anno è andato al Club del Mare e la consegna di un regalo estratto a
sorte per tutti i regatanti.
(Laura Jelmini, architetto – comunicazione & immagine)
“EA” E “SIRIUS” VINCONO LE REGATES ROYALES DI CANNES
28 settembre – Eccitazione, divertimento, regata costiera, buona brezza: la baia di Cannes ha
garantito gli ingredienti necessari per il gran finale delle Régates Royales – Trophée Panerai. La
prova di oggi è stata ricca di azione e cruciale per la vittoria in diverse classi, ma non per le
barche Classiche dove EA, timonata da Elia Bertola (Porto Maurizio YC), aveva già vinto con un
giorno di anticipo, grazie agli ottimi risultati (3,1,1,2) accumulati nei giorni precedenti.
EA vince meritatamente questa 35a edizione delle Royales grazie alla coesione ed efficacia del
suo equipaggio, alle vele Zaoli ed alle linee splendide di questo scafo disegnato e costruito da
Baglietto nel 1952, in triplo fasciame di mogano incrociato su ordinate di frassino,
magistralmente restaurato da Mario Quaranta, specialista dei refitting. Al 4° posto IL MORO DI
VENEZIA di Massimiliano Ferruzzi (YC Sanremo), seguito da NAIF di Ivan Gardini e da CHIN
BLU III di Giuseppe Caruso.
Vittoria anche per SIRIUS di Paolo Zannoni (4,2,3,1,1) nelle barche d’epoca armate Marconi,
che, costruito negli USA su piani realizzati dal famoso studio Sparkman & Stephens, appartiene
alla classe dei New York 32, tipologia di barche concepite negli anni Trenta come scafi ufficiali
del New York Yacht Club. CHOLITA di Bruno Roma deve accontentarsi del 4° posto,
onorevolmente battuta da SONNY di German Frers e da VAGABUNDO II di Robert Fabre.
Nelle barche d’epoca ad armamento aurico 4° posto per BONA FIDE di Giuseppe Giordano (YC
Italiano).
Classifiche
MONDIALE PLATU 25: UN ARGENTO CHE VALE UN ORO PER “EUZ II’
Portosin, 29 settembre – Sarà ricordato come uno dei Mondiali più combattuti e sofferti, e non
solo per i defender del titolo, gli italiani di “Euz II Monella Vagabonda”, che hanno concluso
secondi a pari punteggio con i portoghesi di “Credite EGS”, ma anche per le continue
oscillazioni di posizione nella parte alta della classifica e per le condizioni meteo che hanno
reso complicate e, a volte, imprevedibili le regate. Il livello tecnico molto alto ha reso le 11
prove che si sono disputate nelle acqua antistanti Portosin, in Galizia dal 22 al 28 settembre,
estremamente competitive e adrenaliniche.
Nella prima regata, martedì scorso, i portoghesi di “Credite Egs” hanno piazzato subito un
primo posto, cedendo però posizioni nelle prove successive a favore dei Campioni spagnoli di
“E para comer Lugo” con al timone Gonzalo Araújo che, per due giornate consecutive hanno
mantenuto la testa della classifica . “Euz II Monella Vagabonda”, partita con il piede sbagliato,
durante il terzo giorno di regate è riuscita a recuperare i 10 punti che la separavano dagli
spagnoli, riducendo il gap di solo un punto. Da giovedì in avanti, l’equipaggio pugliese
capitanato da Sandro Montefusco, è tornato a crederci: secondo in classifica generale, con un
solo punto di distacco da “E para comer Lugo” e con i portoghesi sei posizioni indietro, la
conferma del titolo di Campioni del Mondo – e sarebbe stata la terza volta consecutiva –
ridiventava possibile. Durante il quarto giorno di Mondiale, però, una burrasca che ha colpito la
costa della Galizia ha c ostretto gli equipaggi a terra.
Così, ci si è dovuti giocare il tutto per tutto, ieri, nell’ultima giornata di Mondiale, con l’attesa
sfida al cardiopalma tra “EUZ II” e gli spagnoli di “E para comer Lugo”. Nel conteggio finale,
l’imbarcazione portoghese e quella italiana hanno concluso entrambe con 25 punti, ma “Credite
EGS” ha totalizzato un maggior numero di primi e quindi vince. A “EUZ II Monella Vagabonda”,
già due volte Campione del Mondo Platu 25 (nel 2011 a Gmunden in Austria e nel 2012 a Cala
de’ Medici) e per tre volte Campione Italiano, il secondo posto ex aequo con i vincitori e la
soddisfazione di un Mondiale combattuto ad altissimo livello e con la consueta bravura, fino
all’ultimo bordo.
FOTO, VIDEO E CURIOSITA’
Le splendide foto di Jesus Renedo e i video che il Grupo Panama ha realizzato a Portosin
durante i Mondiali Platu 25, sul sito di facebook dedicato ai Mondiali di Portosin: clicca qui
Video 1 – Video 2 – Video 3
(Ufficio stampa PLATU 25: sabrina bonaiti)
MANDOLINO SI AGGIUDICA IL TITOLO ITALIANO OFFSHORE
La premiazione a Genova
29 settembre – Un’altra regata d’altura in archivio – la Trieste-San Giovanni in Pelago-Trieste
organizzata dallo Yacht Club Adriaco, disputata nei giorni scorsi e vinta dall’ottimo Arya 415
Duvetica White Goose di Sergio Quirino Valente davanti a Take Five di Brennmo Dal Pont e
Rebel di Manuel Costantin – e il Campionato Italiano Offshore 2013 si è concluso ufficialmente,
assegnando l’ambito titolo Italiano dopo un totale di dodici regate valevoli per il circuito ideato
dalla FIV.
Vincitore del Campionato, come già anticipato nei giorni scorsi, lo Swan 42 Mandolino di
Martino Orombelli (CN Lavagna)(141,26 punti), che dopo il terzo posto ottenuto l’anno scorso
ha finalmente raggiunto il suo obiettivo, grazie a una notevole regolarità nei piazzamenti e
all’acuto della vittoria alla Regata dei Tre Golfi. Mandolino è stato protagonista di un bellissimo
testa a testa con il Comet 41 Prospettica di Giacomo Gonzi, secondo a neanche un punto dalla
barca di Orombelli (140,41), mentre al terzo posto ha chiuso il Sun Fast 3200 Scheggia di Nino
Merola (104,57), protagonista di un grande inizio di stagione.
Oltre al vincitore assoluto, sabato prossimo, nel corso del Salone Nautico di Genova (ore 12 al
Teatro del Mare, Terrazza Padiglione B) saranno premiati anche i vincitori di classe (una delle
novità di quest’anno), ovvero, oltre allo stesso Mandolino, Prospettica di Giacomo Gonzi,
Scheggia di Nino Merola e Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci e Tpol di Marco Franzetti.
(dal sito FIV)
PROTAGONIST: SPETTACOLO, EMOZIONI, UN GRANDE SCONFITTO: IL METEO
Vince Tè bambo , El Moro secondo fa suo il circuito delle Sailing series 2013
30 settembre – Si iscrivono in 15 ma sul campo si presentano in 13 per le defezioni di Antares
e C’est moi impediti da questioni per le quali la classe porge un marinaresco in bocca al lupo.
Il circolo nautico Brenzone e la famiglia Intesta la manifestazione ed un trofeo perpetuo in
Memoria di Nicolò Salvà presidente per 40 anni dello stesso circolo, giudice di regata e figura di
riferimento per moltissimo tempo del movimento della vela agonistica gardesana.
Le previsioni meteo da tregenda limitano la partecipazione ma dopo un annata difficile la
classe celebra la chiusura della stagione completando il programma di 6 prove.
Ci si gioca la classifica dell’evento ed il circuito sailing series assegnando punteggio doppio.
Si lotta per i primi 5 posti, le prime tre posizioni non sono definite, Bessi bis quarta prima dello
start, non si presenta e apre la lotta per il 4 e 5 posto. tutto è possibile i giochi sono aperti .
Il sabato alle 13 puntuale il comitato presieduto da Alessandra Pompili issa il primo segnale
con un vento da sud di circa 8 nodi. A fine giornata la classifica dopo tre prove vede El Moro
davanti a tutti che presenta all’esordio nella classe Giovanni Picotti gia timoniere di 420 e visto
al timone dell’asso 99 con Carlo Fracassoli (campione mondiale ed europeo melges 24) che
chiama la tattica, secondo è Mister max e terzo Tè bambo.
Si cena ospiti del circolo nautico Brenzone e di Luciano Avesani che offre agli equipaggi i suoi
fantastici tortellini.
Le previsioni meteo escludevano la possibilità del Peler e la classe in accordo con il comitato si
presenta sul campo alle 10.00
Ovviamente c’è peler, di intensità media, In classifica generale finale Tè Bambo è davanti a
Mahhi più ed El moro .
Si va a terra, fuori le calcolatrici e si fanno i conti delle series convinti che in breve in accordo
con quanto predetto la pioggia avrebbe decretato la fine della stagione.
Ma fra il Lago di Garda e la sua classe di riferimento c’è qualcosa di speciale,e torna a soffiare
aria da sud. Vento da perturbazione che arriva in breve a 15/18 nodi non piove.
L’ultima poppa una issata non perfetta su Luca consente a Tè Bambo di attaccare planando a
14 nodi ma Luca Modena tiene fuori dalla boa l’equipaggio salodiano e vince l’ultima prova
davanti a Tè Bambo e a El moro .
La vedova e le due figlie di Nicolò Salvà (fra cui l’olimpionica Federica) premia l’equipaggio di
Tè Bambo : Timone Fabio Gasparri (che vince anche la classifica timoniere armatore) Pietro
Corbucci alla Tattica e drizze Mauro Spagnoli alle scotte e Giovanni Bernamonti a prua
chiudono davanti a El Moro e Luca .
Il titolo delle sailing series va a El Moro che se lo stramerita, Hanno fatto tutte l prove
dimostrando una costanza di risultati impressionante, hanno vinto il circuito delle Long
distance ed hanno perso il titolo nazionale a pari punti, dimostrando sempre sul campo ed a
terra un impeccabile rispetto della sportività.
Classifica
(Fabio Gasparri)
PUNTA ALA CHIUDE LA STAGIONE DELLA SWISS&GLOBAL CUP DINGHY 12′ CLASSICI
A Michel Von Der Gaten su Molto 6 Due la vittoria dia tappa
Massimo Schiavon vince il circuito
29 settembre – Termina con una giornata d’anticipo la Swiss&Global Cup 2013 per i Dinghy ’12
classici. Nell’anno del centenario di questo progetto che continua a riscuotere successi in tutto
il mondo, la flotta italiana ha voluto festeggiare l’ambito traguardo con una stagione davvero
importante. Cinque le tappe con più di settanta barche che si sono avvicendate nelle varie
località. La Spezia, Pescara, Napoli dove si è svolto il Campionato Mondiale, La Tour de Pilz sul
lago di Ginevra, hanno accolto i regatanti che si sono dati appuntamento in questo fine
settimana a Punta Ala per giocarsi il titolo di leader di circuito. Tre le prove portate a termine in
un solo giorno in cui il meteo, complicato e variabile, ha però consentito gli start. Oggi,
rispettando le previsioni, condizioni proibitive hanno concesso soltanto la premiazione e
l’arrivederci alla prossima stagione. Tre prove dunque per terminare la Swiss&Global Cup con
un vento instabile e ballerino che ha soffiato fino a 14 nodi rendendo complicate le scelte di
rotta e le manovre. A mettere la prua davanti a tutti è lo svizzero Michel Von Der Gaten su
Molto 6 Due che lascia in scia Vincenzo Penagini su Spirit of falena e Fabio Mangione su Al. Il
campione mondiale Dani Colapietro su Principe è soltanto quinto ma in buona compagnia: è
preceduto da Filippo La Scala, anima di Swiss&Global e da seguito da Nicola Giovannini.
Punta Ala ha concesso di stilare la classifica definitiva di circuito. La Swiss&Global Cup è stata
vinta da Massimo Schiavon (CN Chioggia) con 206 punti, seguito da Vincenzo Penagini (YC
Italiano) 191 e da Fabio Mangione (CN Rapallo) 184.
(Paola Viani – Ufficio stampa)