Home Altri sport Golf PRO AM LA PINETINA MEMORIAL GIORGIO BORDONI

PRO AM LA PINETINA MEMORIAL GIORGIO BORDONI

7
0
GC La Pinetina

GC La Pinetina

Dopo il successo del 71° Open d’Italia presented by Damiani, l’Italian Pro Tour fa tappa al Golf Club la Pinetina di Como per l’Open La Pinetina Memorial Giorgio Bordoni (3-5 settembre), 14° appuntamento stagionale dell’Alps Tour.

Attraverso questo torneo la Federazione Italiana Golf e il Comitato Organizzatore Open professionistici di golf vuole onorare la memoria di Giorgio Bordoni, scomparso un anno fa all’età di 48 anni. Bordoni, stimatissimo coach, è stato artefice di importanti successi delle nazionali azzurre dal 1997 al 2005 come Responsabile Tecnico sia della squadra nazionale maschile sia di quella femminile.
La competizione verrà anticipata lunedì 1 settembre dalla Pro Am La Pinetina Memorial Giorgio Bordoni con formula di gioco che prevede lo score netto pareggiato in relazione al par per ogni buca. Ogni squadra sarà formata da un professionista e da tre dilettanti e per la classifica saranno calcolati solo birdie, eagle ed eventuali albatross, tutti da conteggiare al netto. Il torneo vedrà in gara 138 giocatori, i quali saranno chiamati a misurarsi sulla distanza di 54 buche. Dopo i primi due giri, resteranno in gara solo i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto che avranno evitato il taglio. Il montepremi è di 40.000 euro, dei quali 5.800 destinati al vincitore.
Field – Tanti i protagonisti dell’Alps Tour che gareggeranno nell’Open La Pinetina Memorial Giorgio Bordoni. Saranno sul tee di partenza i primi 5 giocatori dell’ordine di merito dell’Alps Tour, che vede in testa Nino Bertasio, capace di firmare due successi consecutivi nella stagione in corso (Open St François e Asiago Open). Proveranno a insidiare la sua leadership gli spagnoli Borja Etchart e Borja Virto e i francesi Clement Berardo e Thomas Elissalde. Molti gli azzurri in campo, reduci dalla partecipazione al 71°Open d’Italia presented by Damiani. Fra di loro si è posto in evidenza Gregory Molteni, che ha ho offerto una buona prova.
L’Open La Pinetina Memorial Giorgio Bordoni avrà il supporto di Aon Benfield come Major Sponsor e di Luciano Soprani, Cargonord e Novacaritas come sponsor. L’Italian Pro Tour ha l’ausilio di Sky come media partner, Jaguar Land Rover come official “automotive”, Mulligan come sponsor, Europ Assistance, Frosecchi, Martin Argenti, John Deere come fornitori ufficiali e Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica onlus come charity partner.
Il percorso – Il tracciato comasco (par 70) si estende su settanta ettari di verde immersi nel Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate con i suoi boschi di pini silvestre, betulle, querce e castagni. Il campo, che esalterà le doti tecniche dei giocatori in gara, si snoda su un terreno molto ondulato con differenti situazioni di gioco, proponendo incantevoli scorci panoramici: il Monte Rosa, le Prealpi lombarde e, nelle giornate più limpide, gli Appennini.
Le novità – L’Italian Pro Tour quest’anno ha introdotto alcune novità allo scopo di offrire un servizio sempre più completo che supporti al meglio lo svolgimento delle gare. Sul sito www.italianprotour.com è possibile consultare una sezione con previsioni meteorologiche a cura di Golfmeteo. Le informazioni meteo rilevate vengono comunicate da una sequenza di immagini in alta risoluzione trasmesse attraverso un totem interattivo posizionato all’interno del Golf Club. Il totem IMAGO22″ hardware all-in-one, studiato e realizzato per funzionare 24 ore/7 giorni grazie all’utilizzo di componenti industriali di qualità, è perfettamente integrato nei sistemi di comunicazione del servizio Golfmeteo. Inoltre, durante tutti i tornei è presente uno staff di fisioterapisti di Physio Team per le esigenze di cura e rigenerazione fisica degli atleti. Da quest’anno, poi, l’Italian pro Tour si è legato al progetto solidale per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus (www.fibrosicisticaricerca.it) come charity partner. Tale progetto ha già raccolto 40.000 euro, come ufficializzato da Matteo Marzotto, cofondatore della (FFC), durante il 71°Open d’Italia presented by Damiani.
Calendario – L’agenda del circuito di gare nazionali prevede ancora diversi appuntamenti di grande interesse. Dal 2 al 5 ottobre il percorso capitolino dell’Olgiata Golf Club ospiterà l’EMC Golf Challenge 2014, valevole per il Challenge Tour. L’Alps Tour tornerà in Italia per la tappa abruzzese dell’Alps Tour Miglianico (Miglianico Golf & Country Club 17-19 ottobre). L’Italian Pro Tour vivrà il suo atto conclusivo con il Campionato Nazionale Open, in programma al San Domenico Golf dal 27 al 30 novembre. (Riferimento ufficio stampa torneo: Giampaolo Iacobellis, mail: giacobellis@federgolf.it)

LPGA TOUR: TRIO IN VETTA NEL PORTLAND CLASSIC – La norvegese Suzann Pettersen (205 – 71 67 6,. -11), campionessa uscente, ha completato la sua rimonta portandosi dal decimo al primo posto nel Portland Classic (LPGA Tour), dopo aver iniziato dal 29°, dove ha la compagnia della coreana Mi Jung Hur (70 65 70) e della spagnola Carlota Ciganda (70 65 70). Sul percorso del Columbia Edgewater Country Club (par 72), a Portland nell’Oregon, sono al quarto posto con 206 (-10) la cinese Xi Yu Lin e le coreane In-Kyung Kim, leader dopo due turni, e So Yeon Ryu, vincitrice domenica scorsa del Canadian Open. In ritardo, e probabilmente fuori gioco, la coreana Na Yeon Choi, 14ª con 209 (-7), e la cinese Shanshan Feng, 17ª con 210 (-6).
Dopo 36 buche sono nuovamente uscite al taglio, caduto a 145 (+1), le tre italiane in campo: Silvia Cavalleri, 79ª con 146 (71 75, +2), Giulia Molinaro, 101ª con 148 (73 75, +4), e Giulia Sergas, 110ª con 150 (76 74, +6). Il montepremi è di 1.300.000 euro.

PGA TOUR: JASON DAY RAGGIUNGE RYAN PALMER NEL DEUTSCHE BANK – Ryan Palmer (134 – 63 71, -8), è stato raggiunto dall’australiano Jason Day (134 – 66 68) in vetta al Deutsche Bank Championship (PGA Tour), la seconda delle quattro prove che portano all’assegnazione del 10 milioni di premio della FedEx Cup al vincitore della speciale classifica a punti. Sul percorso del TPC Boston, a Norton nel Massachusetts, hanno un colpo di distacco Matt Kuchar (4° nella classifica FedEx) e Billy Horschel, terzi con 135 (-7), e ne accusano due Keegan Bradley, Bill Haas, Russell Henley, Patrick Reed e Webb Simpson, quinti con 136 (-6).
Al decimo posto con 137 (-5) Jordan Spieth e il tedesco Martin Kaymer, al 15° con 138 (-4) Jim Furyk, al 17° con 139 (-3), Zach Johnson e il nordirlandese Rory McIlroy (3° in FedEx), al 23° con 140 (-2) Jimmy Walker (2° in FedEx), il fijano Vijay Singh, lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño e lo svedese Henrik Stenson, al 33° con 141 (-1) l’australiano Adan Scott. In bassa graduatoria Phil Mickelson, Bubba Watson (5° in FedEx) e il sudafricano Ernie Els, 50.i con 143 (+1), il leader della FedEx Cup, Hunter Mahan, 63° con 144 (+2). Con questa classifica Day salirebbe al vertice della FedEx Cup, seguito da Palmer, Mahan, Kuchar e McIlroy.
Al torneo hanno preso il via 94 concorrenti (su 100 aventi diritto) che si ridurranno a 70 nel BMW Championship (4-7 settembre) e a 30 quelli al Tour Championship (11-14 settembre). Prima di tale gara i punti verranno resettati e si partirà da una nuova graduatoria con 2.500 punti assegnati al primo, 2.250 al secondo, 2000 al terzo e via a scalare fino al 30°, accorgimento adottato dal 2009 che praticamente mette in corsa per il successo tutti o quasi i finalisti. Il montepremi è di 8.000.000 di dollari dei quali 1.440.000 riservati al vincitore.
Il torneo su Sky – La giornata finale del Deutsche Bank Championship sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky domani, lunedì 1 settembre, con collegamento dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Nicola Pomponi e di Alessandro Lupi.

LET ACCESS: IN FINLANDIA BERTINI E AVANZO 12.e – Elisabetta Bertini (72 73) e Stefania Avanzo (72 73), 12° con 145 (+3), hanno guadagnato due posizioni nel secondo giro dell’HLR Golf Academy Open (LET Access), che sta avendo luogo sul tracciato dell’Hillside GC (par 72) a, Vihti in Finlandia. Hanno superato il taglio le altre due italiane in gara, Anna Rossi, 25ª con 148 (73 75, +6), e Vittoria Valvassori. 41ª con 150 (75 75, +8).
Ha ipotecato il titolo la svedese Emma Westin, leader con 133 (65 68, -9), che ha otto colpi di vantaggio sulla scozzese Jane Turner e sulla dilettante norvegese Tonje Daffinrud (141, -1). Al quarto posto con 143 (+1) l’austriaca Nina Muehl, la finlandese Kaisa Ruuttila e la norvegese Cecilia Lundgren. Il montepremi è di 50.000 euro.

INTERNAZIONALI DEL BELGIO: LUDOVICA FARINA TERMINA SECONDA E MICHELE ORTOLANI 11° – Ludovica Farina ha sfiorato l’impresa nel Total International Juniors of Belgium, svoltosi sul tracciato del Royal Golf Club of Belgium (par 72) a Tervuren in Belgio. L’azzurra (291 – 73 74 74 70, +3), infatti, nel giro finale ha recuperato ben otto colpi, grazie a un 70 (-2), sulla francese Agathe Laisne, che ha girato in 78 (+6), ma che è riuscita ad ottenere il titolo con il minimo scarto. Al terzo posto l’altra transalpina Laura Van Respaille (298, +10), al quarto con 300 (+12) la danese Line Toqt Hansen, al quinto con 302 (+14) le francesi Mathilde Claisse e Pauline Roussin-Bouchard.
Buone prove di Carlotta Lanzi, settima con 303 (80 70 78 76, +15), e di Camilla Mazzola, 13ª con 304 (78 78 73 75, +16), e hanno concluso poco dietro Beatrice Enola Ravizza, 24ª con 310 (80 76 80 74, +22), e Greta Minetto, 29ª con 311 (76 77 80 78, +23). Sono uscite al taglio Diletta Micochero, 38ª con 237 (+21), Ludovica Scandroglio, 49ª con 243 (+27), Karla Camila Vigliotta, 57ª con 248 (+32), e Camilla Mortigliengo, 66ª con 264 (+48).
Nel torneo maschile nessuna difficoltà a conquistare il successo per il belga Giovanni Tadiotto (281 – 71 66 74 70, -7), che ha lasciato a nove colpi il connazionale Basile Devillet e il tedesco Matthias Schmid (290, +2) e a dieci l’altro belga Aurian Capart (291, +3)
Michele Ortolani si è classificato undicesimo con 297 (68 73 79 77), seguito da Alberto Castagnara, 17° con 301 (74 73 76 78, +13), da Giovanni Dassù (81 78 70 73) e da Andrea Gobbato (73 77 76 76), 20.i con 302 (+14), da Costantino Peruzzi, 28° con 304 (76 74 79 75, +16), da Federico Rovegno, 32° con 306 (77 73 76 80, +18) e da Luca Pettinau, 36° con 312 (78 74 77 83, +24). Sono rimasti fuori dal quarto turno Luca Portelli, 37° con 231 (71 80 80, +15), Agustin Bardas, 38° con 232 (80 77 75, +16), e Lorenzo Magagnin, 40° con 233 (80 78 75, +17). Hanno accompagnato il team Giorgio Grillo e Susanna Malossini.

JACQUES LEGLISE TROPHY ALLA GRAN BRETAGNA & IRLANDA (12,5-11,5) – La selezione Under 18 della Gran Bretagna & Irlanda ha battuto per 12,5 a 11,5 quella dell’Europa Continentale sul percorso del Barsebäck Golf & Country Club, a Barsebäck in Svezia. Dopo che la compagine affidata al portoghese Miguel Franco de Sousa, della quale hanno fatto parte Stefano Mazzoli e Federico Zuckermann, ha chiuso con un vantaggio di 7-5 la prima giornata, nella seconda sono stati praticamente decisivi i foursome in cui i britannici hanno chiuso con un 3,5-0,5 in loro favore. Poi hanno conservato il punto di vantaggio pareggiando (4-4) i singoli.
Gli azzurri hanno giocato insieme entrambi doppi, perdendo sia contro gli inglesi Marco Penge/Ashton Turner (4/3), sia contro l’irlandese Rowan Lester e lo scozzese George Burns (1 up). Nei singoli Mazzoli ha fatto doppietta superando gli inglesi Haydn McCullen per 1 up e Marco Penge per 1 up. Due inglesi anche per Zuckermann che dopo aver avuto la meglio su Ashton Turner (2 up) ha trovato disco rosso contro Bradley Moore (5/4). Oltre ai due italiani hanno fatto parte del team continentale gli svedesi Oskar Bergqvist, Adam Blomme e Marcus Kinhult, argento nella gara individuale ai Giochi Olimpici Giovanili vinta da Renato Paratore, lo spagnolo Klaus Ganter, il ceco Vitek Novak, il norvegese Kristoffer Reitan e l’olandese Vince Van Veen.