Home Sport acquatici Pallanuoto Promogest Quartu Sant’Elena (CA) – U.S.Luca Locatelli Genova 6-11

Promogest Quartu Sant’Elena (CA) – U.S.Luca Locatelli Genova 6-11

85
0
Le ragazze dela Locatelli Genova a Cagliari

Promogest Quartu Sant’Elena (CA) – U.S.Luca Locatelli Genova 6-11
( 2-2, 0-4, 2-4, 2-1)

Promogest Quartu Sant’Elena: Pedrazzini, Abbate 1, Fois, Cerolini, Padula, Melis 3, Angius, Deiana, Simonetti 1, Cannata, Marcuzzi 1, Zola, Porru.
All.: Maurizio Perra

Locatelli Genova: Avenoso, Bianco 2 (1 rig.), Donato 1, Bissocoli, Ravenna 2, Grasso 3, Rossi 1, Nucifora 1, Drago, De Laurentiis, Medicina, Polidori, Banchi 1.
All.: Stefano Carbone

Arbitri: Pagani Lambri e Di Peso

superiorità numeriche e rigori:
Promogest: 2 su 9
Locatelli Genova: 3 su 5 più 1 rigore trasformato su 2

Tre grandissime soddisfazioni ed una piccola delusione nella settimana appena conclusa, per le nostre squadre impegnate nei rispettivi campionati. I riflettori vanno puntati sicuramente sull’impresa della nostra giovanissima prima squadra femminile, che ha saputo conquistare sul campo, avendo dovuto affrontare la non facile situazione emotiva che incontri “della vita o della morte” che solo i playout riescono a creare, tanto più al termine di una trasferta insidiosa come quella in terra sarda, al cospetto di una Promogest desiderosa di rifarsi dopo il sonoro 13-3 rimediato in gara 1 a Genova. La partita si è però incanalata subito sui binari giusti per le nostre ragazze, con la rete di Ravenna in superiorità numerica, bissata dal rigore di Bianco.Una grande reazione di orgoglio della Promogest (reti di Melis e dell’eterna Simona Abbate) faceva terminare in equilibrio la seconda frazione, ma già nel secondo tempo le ragazze di Carbone danno la piega definitiva al match, con un devastante 0-4 di parziale con gol, tutti in parità numerica, di Banchi,Donato e Grasso (doppietta) , ribadito poi nella terza frazione, con altre quattro reti (Rossi,Grasso,Bianco e Nucifora) cui solo parzialmente. con Simonetti e Marcuzzi, riescono a rispondere le ragazze della Promogest, che riescono a rendere meno amara la sconfitta aggiudicandosi l’ultimo periodo (alla rete di Ravenna risponde Melis con una doppietta). Una salvezza strameritata, per una squadra che probabilmente ha ingiustamente affrontato la coda dei playout, ma che siamo certi, anche visto il felice esito della stessa, ne ha saputo approfittare cogliendo una ulteriore occasione di crescita che potrà mettere a frutto sia a medio termine nella prossima stagione, sia a breve, con le fasi nazionali dei campionati giovanili under 20, 18 e 16, nelle quali le nostre ragazze sapranno farsi valere. La vittoria con sole due gare di playout ha anche favorito Eleonora Bianco e Cecilia Grasso, le due azzurrine che hanno raggiunto in anticipo il ritiro della Nazionale Under 15, nel quale verrà selezionata la squadra che parteciperà ai prossimi Europei, in Ungheria.
Questo il commento del nostro tecnico Stefano Carbone a fine partita: “Ci siamo andate a prendere con grande maturità ed autorevolezza quello che ci spettava già al termine della fase regolare di campionato, e che ci è stata tolta da alcune “giornate storte”, diciamo così, di alcuni arbitri, in particolare decisivo si è rivelato l’ ineffabile direttore di gara della partita di Imperia, vasca nella quale a quanto pare si è ripetuto domenica scorsa. Chi disapplica il regolamento trasformando le partite in risse senza senso a mio giudizio dovrebbe essere fermato, se non ha l’onestà di dimettersi. Detto questo in fondo lo dovremmo pure ringraziare, perchè come dico sempre i playout sono una esperienza emotiva impagabile per le atlete, specialmente se li vinci. Un pensiero doveroso va ora all’amico Maurizio Perra, mi hanno molto addolorato le sincere lacrime delle sue giocatrici a fine partita, mi auguro un ripescaggio per loro, ma soprattutto voglio che non mollino, la pallanuoto femminile in Sardegna è la Promogest, la Promogest sono loro e da loro deve ripartire più forte di prima.”
Sabato mattina l’unico risultato negativo, una sconfitta della squadra under 16, superata nella stupenda cornice del Lido di Genova dalla Venere Azzurra per 3-6, dopo una gara molto equilibrata, con troppi errori soprattutto in fase conclusiva da parte dei nostri, che giocheranno la finale per il 7°posto, mentre gli spezzini andranno a giocarsi la 5a posizione.
Infine altre note liete da parte della squadra maschile di serie B che riesce a fare suo anche l’ultimo incontro con il Rapallo,vincendo 11-10, e mandando a rete ben 8 giocatori differenti (tripletta di Nebbia, doppietta del Dottor Russo e reti singole di Borchini, Ruggeri, Fayette, Bonati, Cognatti e Mateo Cornacchia) al termine di una gara caratterizzata da una grande partenza dei ruentini (0-3), una progressiva rimonta della squadra di Picasso fino all’ 8-5 di metà terzo tempo, un delirante ultimo minuto della stessa terza frazione con tre reti subite, e poi la decisiva fuga per la vittoria che vanificava l’ultimo sussulto degli uomini di Casagrande, oggi puù che combattivi nonostante fossero sicuri del terzo posto, che solo a 4″ dalla fine realizzavano il gol che fissava il risultato sul definitivo 11-10 finale. Ora, primi ed imbattuti, i nostri ragazzi si apprestano a disputare le semifinali per l’accesso alla serie A2, primo atto sabato prossimo alle 19,30 alla Sciorba, avversario lo Sporting Lodi, forza ragazzi!