Home Calcio Calcio Femminile Riccione – Olimpia Forlì 1 – 0

Riccione – Olimpia Forlì 1 – 0

10
0

RICCIONE – A.C. OLIMPIA FORLII’ DIL. 1 – 0

Marcatori: al 52′ Fratini (Riccione)

Formazione Riccione: Meletti, Sintini, Balducci, Gostoli (dal 78′ Sommella), Cavalcoli S., Rodriguez, Perone, Riceci, Fratini, Vancini (dal 73′ Giardina), Cesari (cap.). Allenatore: Arianna Fabbri. A disposizione: Generali, Petrosillo, Dominici. Albani, Cavalcoli G.

Formazione Olimpia Forlì: Bagnolini, Ivanova, Mordenti, Plachesi, Pasquinelli, Magnani, Ghinassi (dal 69′ Calli), Tedaldi (cap., dal 64′ Galassi), Galletti, Agatensi, Emiliani (dall’84’ Strada). Allenatore: Stefano Ghinassi. A disposizione: Lorenzotti, Rondinini, Simei, Messi.

Note: ammonite Ghinassi, Pasquinelli e Calli (Olimpia Forlì), Rodriguez (Riccione); espulsa Mordenti (Olimpia Forlì); spettatori: 350 circa.

Nella finale di Coppa Emilia l’Olimpia perde immeritatamente per 1 a 0 contro la formazione del Riccione. Riminesi in vantaggio al 52′ con Fratini che realizza in azione di contropiede partita da sospetta posizione di fuorigioco, con un preciso pallonetto che scavalca Bagnolini in uscita e termina in rete. Sono però le biancorosse a creare gioco e diverse occasioni da goal, sfumate anche grazie agli ottimi interventi dell’estremo difensore avversario Meletti. Al 7′ di gioco è infatti Emiliani a scendere centralmente in veloce contropiede ma la conclusione è ribattuta di corpo dal portiere riminese che chiude ottimamente la propria porta. Le forlivesi creano altre 5/6 occasionissime con Magnani di testa al 18′, Ivanova al 26′ che gira al volo l’ottimo cross di Galletti mancando di poco lo specchio della porta, con la botta di Tedaldi dal limite dell’area che termina di poco alta sopra la traversa al 57′, la girata di testa di Agatensi al 61′ che sfila sul fondo sfiorando il palo destro della porta avversaria, con la conclusione della stessa Agatensi al 77′ alta sopra la traversa, al termine di un bel fraseggio rasoterra forlivese, e al 93′ sempre con Agatensi che entra in area, si libera di 3 difensori avversari ma il suo tiro viene salvato in extremis da Meletti. Tante le decisioni arbitrali che hanno favorito il Riccione: fuorigioco inesistenti fischiati agli attaccanti biancorossi, mentre azioni simili delle riminesi non venivano fermate. Il calcio purtroppo è anche questo.
Un ringraziamento ai numerosi e calorosi tifosi accorsi e un arrivederci alla prossima stagione sportiva.