Home Altri sport Motori Ritorna il mito della Targa Florio Motociclistica, l’ultima volta si disputò nel...

Ritorna il mito della Targa Florio Motociclistica, l’ultima volta si disputò nel 1930

9
0
f957291c-5d3e-4518-acda-93008655ea12

f957291c-5d3e-4518-acda-93008655ea12

Sabato e domenica, 4 e 5 novembre, l’emozione di un evento storico imperdibile tornerà a Floriopoli con la partecipazione di piloti e moto che hanno scritto la storia delle competizioni in motocicletta.

Organizzata dall’ex dakariano Ciro De Petri (De Petri Adventure) con l’Automobile Club Palermo, Federazione Motociclistica Italiana e Moto Club Limite 90 Cerda , la Targa Florio Motociclistica proporrà un fine settimana all’insegna della pura passione motoristica: l’apertura è programmata per sabato alle ore 14, momento clou della due giorni, con la partenza dalle tribune di Floriopoli del gruppo di piloti leggendari che affronteranno un percorso di 12 chilometri. A questi, sullo stesso percorso appositamente chiuso al traffico, faranno seguito i collezionisti della Associazione Siciliana Veicoli Storici alla guida di splendide moto dei primi decenni del secolo passato.

Tra i big saranno al via Giacomo Agostini, pluricampione e mito del motociclismo, Marco Lucchinelli, campione mondiale nel 1981, ed altre grandi figure della velocità su pista: personaggi del passato e di oggi come Gianfranco Bonera, Renzo Stefano Pasolini, Mattia Pasini.
Per il reparto avventura sarà presente una pattuglia di dakariani di riguardo, a partire da Edi Orioli, vincitore per quattro volte della maratona africana, poi Claudio Terruzzi, regolarista e pilota d’Africa, e Franco Picco, più volte secondo alla Dakar e due volte vincitore nel Rally dei Faraoni.
Tanti e di diversa estrazione i protagonisti di questa Targa Florio, compresi i giornalisti più noti delle due ruote, come Sandro Donato Grosso, Carlo Canzano, Stefano Saragoni, Paolo Scalera, Carlo Florenzano. Primi attori dell’avventura dal nome Targa Florio anche altri nomi famosi tra cui il manager ed opinionista Carlo Pernat e l’ex pilota, e figura di riferimento nell’enduro mondiale, Arnaldo Farioli.
Nel parco chiuso di Floriopoli prenderanno posto già da sabato mattina le motociclette da sogno: una MV Agusta portata alla vittoria da Giacomo Agostini, la Benelli 500 Grand Prix 1968 costruita in un solo esemplare per Mike Hailwood, la Benelli 500 di Jarno Saarinen, la Yamaha YZR 500 PW 86 campione del mondo con Eddie Lawson, una Yamaha 750 OW 31, poi Honda 3 cilindri, Gilera, Guzzi, Frera …. Presenti anche le protagoniste della Dakar: Cagiva Elefant, Yamaha 750 ed altre.

La seconda giornata della Targa Florio 2017, domenica 5 novembre, proporrà una tappa prettamente mototuristica di 117 chilometri che porterà i partecipanti tra le curve e le bellezze del Medio Circuito delle Madonie. Potranno partecipare tutti i motociclisti su moto moderne e di ogni età regolarmente immatricolate, ma saranno nuovamente al via alcuni dei piloti presenti il sabato, tra cui Edi Orioli e Renzo Stefano Pasolini.
Si riapre così il libro di storia della Targa Florio Motociclistica, con le nuove pagine pronte ad essere scritte da appassionati motociclisti e piloti del mito.

19^ TARGA FLORIO MOTOCICLISTICA
Floriopoli (Termini Imerese PA)
sabato 4 novembre 2017
Piloti leggendari e Associazione Siciliana Veicoli Storici
domenica 5 novembre 2017
117Km Medio Circuito delle Madonie – mototurismo