Home Altri sport Motori Scorzè, quarto podio in fila per Rampazzo

Scorzè, quarto podio in fila per Rampazzo

67
0
Renzo Rampazzo (Foto Paolo Giomo)

Montegrotto Terme (PD) – E sono quattro in fila per Renzo Rampazzo, firmatario di un altro podio stagionale anche al Rally Città di Scorzè dello scorso weekend.

All’insegna del pochi ma buoni il pilota di Montegrotto Terme si trovava ad affrontare due ossi duri come Ghegin e Fioroni, quest’ultimo diretto rivale per l’annata in corso, ai quali si aggiungeva l’incognita del tedesco Irlacher, l’unico a bordo di una Honda Civic Type R.

Pronti, via ed i valori in campo venivano presto confermati con il portacolori della scuderia patavina La Superba ad insediarsi al terzo posto di classe R3C, ad un solo decimo da Ghegin.

Sulla successiva “Fassinaro” Rampazzo, a bordo della consueta Renault Clio R3 curata da Baldon Rally e condivisa con Michael Guglielmi, superava Fioroni e saliva al secondo posto.

Un avvio più che promettente si concludeva al primo parco assistenza a posizioni inalterate.

Sulla seconda tornata Rampazzo incassava il perentorio rientro di Fioroni, scendendo sul terzo gradino del podio provvisorio, consapevole dell’importanza della posta in palio data l’assenza del diretto rivale di raggruppamento nella Michelin Zone Rally Cup, un’occasione troppo ghiotta.

Cercando di evitare ogni inutile rischio, conoscendo quanto le temute speciali dell’entroterra veneziano siano in grado di mietere vittime illustri, Rampazzo manteneva la posizione, accusando la sconfitta nella sfida valida per la Coppa Rally ACI Sport e per R Italian Trophy.

Scorrendo infatti la provvisoria della serie interregionale, in quarta zona, il pilota della trazione anteriore di casa Renault si conferma al secondo posto tra le R3C, a meno undici da Fioroni.

Notevole balzo in avanti, dalla quinta alla terza piazza, per quel che riguarda invece gli over 55.

“Scorzè è andato secondo le nostre aspettative” – racconta Rampazzo – “fino all’ultima prova speciale. La troppa prudenza ci ha fatto perdere una, forse anche due, posizioni. Ad esclusione di questa parentesi siamo soddisfatti del nostro ritmo. Eravamo in pochi in classe ma lottare contro Ghegin e Fioroni vuol dire sfidare due piloti dal piede molto pesante. Scorzè è una gara molto insidiosa, lo è sempre stata e lo dimostrano i tanti fossi riempiti di auto parcheggiate. Baldon Rally si è confermato al top, come sempre del resto, ed il nostro capo macchina Davide non ci permette di accorgerci dei problemi perchè risolve sempre tutto. Siamo stati graziati anche dal meteo, questa volta, quindi trasferta più che positiva. Quarto podio in quattro gare, ci avrei messo la firma ad inizio anno se me lo avessero proposto. Ora guardiamo al Friuli.”

Un terzo posto di classe R3C, unito al tredicesimo di gruppo R ed al diciassettesimo assoluto, che, conti alla mano, dovrebbe consegnare a Rampazzo la testa del monomarca Michelin.

“Le classifiche di CRZ sono già aggiornate” – sottolinea Rampazzo – “mentre quelle di R Italian Trophy e di Michelin Zone Rally Cup ancora no. Nelle prime due Fioroni, finendo davanti a noi qui a Scorzè, ha allungato mentre nel monomarca Michelin, essendo assenti tutti i nostri avversari, dovremmo aver preso la testa della classifica di raggruppamento. Aspettiamo l’ufficialità ma, in ogni caso, abbiamo giocato una carta importante a Scorzè, a nostro favore.”