Home Eventi Eventi Teatro amatoriale. Convegno a Palazzo Ducale con Cavo, Muzio e Mascia

Teatro amatoriale. Convegno a Palazzo Ducale con Cavo, Muzio e Mascia

10
0

Sabato 3 febbraio alle ore 10, nella Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, avrà luogo il convegno dal titolo “Nuove prospettive per il teatro amatoriale – La legislazione regionale in materia di promozione dello spettacolo”.

L’evento è promosso dalla Federazione Italiana Teatro Amatori (F.I.T.A.), nell’ambito del Gran Premio del Teatro Amatoriale, concorso su scala nazionale che prevede la partecipazione di tutte le compagnie aderenti alla F.I.T.A., e di cui si svolgerà la premiazione al termine del convegno. La manifestazione è patrocinata da Regione Liguria, Comune di Genova, dall’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (A.G.I.S.) e dall’Associazione “A Compagna”.

Relatori saranno il presidente nazionale di F.I.T.A, Carmelo Pace, l’assessore regionale alla Cultura e allo Spettacolo, Ilaria Cavo, il consigliere regionale segretario dell’Ufficio di Presidenza, Claudio Muzio, il consigliere comunale di Genova Mario Mascia, il presidente di A.G.I.S. Liguria, Angelo Pastore. Moderatore sarà Franco Bampi, presidente dell’Associazione “A Compagna”.

“Questo appuntamento – dichiara Claudio Muzio – nasce anche in esito all’approvazione in Consiglio Regionale, lo scorso 21 dicembre, di un emendamento da me proposto, che ha modificato la Legge Regionale sulla disciplina degli interventi di promozione dello spettacolo: è stato inserito all’articolo 1 il richiamo alle forme amatoriali, con l’obiettivo di una sempre maggiore valorizzazione e di un sempre maggiore sostegno attivo da parte della Regione”.

“Ringrazio il presidente Carmelo Pace e il consigliere nazionale di F.I.T.A. Giunio Lavizzari – prosegue Muzio – per avermi invitato ad intervenire come relatore. Cercherò di portare il mio contributo su un tema che mi sta molto a cuore, perché – conclude – il teatro amatoriale è un teatro popolare e di qualità, capace di coinvolgere tante persone nella rappresentazione, nella conservazione e nella trasmissione di un patrimonio artistico e culturale di assoluto rilievo”.