Home Altri sport Motori Top-5 per Morgatto e Birel Art per concludere il Campionato europeo

Top-5 per Morgatto e Birel Art per concludere il Campionato europeo

87
0
Morgatto Matheus, Birel ART Racing , ZUERA (Foto © KSP Reportages)

Nella OK così come nella OK-Junior, la grande competitività dei kart Birel Art-TM Racing sul circuito internazionale di Zuera in Spagna ha permesso a diversi piloti dell’Armata Rossa di essere in grado di lottare per il podio. L’andamento delle gare non è stato sempre favorevole alla squadra ufficiale di Lissone, ma Matheus Morgatto ha regalato grandi emozioni nella finale OK guadagnando sedici posizioni e classificandosi al quinto posto! Tymoteusz Kucharczyk, invece, meritava di più, proprio come William Macintyre, serio candidato al podio nella OK-Junior.

Per quanto concerne il Birel Art Racing Team, ci sono stati chiari segnali che il kart della fabbrica italiana in Spagna era veloce: William Macintyre ha stabilito il decimo tempo in una categoria OK-Junior dove erano presenti 83 piloti, mentre Tymoteusz Kucharczyk è riuscito a ottenere l’ottavo posto nella OK. Sia il britannico che il polacco si sono più che mai confermati nelle manche. Macintyre è arrivato terzo tre volte ed è stato costantemente tra i più veloci in pista. Due volte quarto e una volta ottavo, Kucharczyk ha anche subito due grandi delusioni quando è caduto vittima della foga di altri avversari. Nel frattempo, il brasiliano Matheus Morgatto stava migliorando, ma anche lui è stato coinvolto in un incidente.

Sfortunato Macintyre!

Nella finale OK-Junior, le speranze di William Macintyre sono state troppo presto distrutte da un incidente di gara. “Sono davvero deluso per lui”, ha dichiarato dispiaciuto Riccardo Longhi, team manager di Birel Art Racing. “È stato costante, molto veloce, finendo tutte le sue manche nella Top-6 con grande regolarità. Nella finale, due piloti si sono toccati davanti a lui e non ha potuto fare nulla, anche se aveva tutte le carte in regola per un podio. Ha anche avuto la sfortuna di essere partito dall’esterno, il che non è mai facile a Zuera. Inoltre, i piloti davanti a lui sono partiti meno forte rispetto a quelli che partivano dall’interno!”

Nella OK, Matheus Morgatto ha ottenuto il miglior risultato per il team Birel Art con un significativo quinto posto, soprattutto considerando che partiva dal ventunesimo in finale. “Era il minimo che potessimo sperare, viste le nostre prestazioni nel fine settimana”, ha continuato Riccardo Longhi. “È bello vedere che il nostro telaio è stato efficiente in ogni momento della gara, a prescindere dal livello di usura degli pneumatici. Per quanto riguarda Tymoteusz Kucharczyk, non ha avuto un momento facile e si è trovato in fondo al gruppo dopo gli incidenti avvenuti in partenza. Era trentunesimo durante la procedura “slow” ed è rimontato al ventunesimo effettuando anche degli eccellenti tempi sul giro. Era addirittura diciassettesimo poco prima di metà gara e avrebbe potuto segnare più punti, prima di un ultimo contrattempo quando si trovava nel gruppo!”

Con il suo staff tecnico di alta qualità e i suoi preparatori di riferimento, il team Birel Art ha anche accompagnato la progressione di altri otto piloti, cercando continuamente di metterli nelle migliori condizioni per affrontare questa difficile prova spagnola: il finlandese Kimi Tani, l’olandese Thijs Keeren e la brasiliana Aurelia Nobels nella OK-Junior, così come il russo Nikolay Violentii (RUS), il polacco Maksymilian Angelard, la britannica Ella Stevens, l’uzbeko Ismoilkhuja Akhmedkhodjaev e Cristian Bertuca nella OK. Quest’ultimo è stato molto veloce nelle manche. Sfortunatamente, l’italiano aveva accumulato troppo distacco nelle prove cronometrate!