Home Calcio Focus Genoa/Samp - Professionisti Uno Spezia “double face” quello che pareggia col forte Lecce

Uno Spezia “double face” quello che pareggia col forte Lecce

12
0
S3220069

S3220069

SPEZIA – LECCE  1-1

MARCATORI: Ricci su rig. al 13’ e Scavone al 68’.
SPEZIA (4-5-1): Lamanna; De Col, Terzi, Capradossi, Augello; Vignali, Bartolomei (57’ De Francesco), Ricci, Mora, Pierini (77’ Bidaoui); Gyasi (67’ Okereke). A disp. Manfredini, Barone, Crivello, Giani, Crimi, Gudjohnsen, Bastoni, Acampora, Bachini. All. Marino P.
LECCE (4-3-3): Vigorito; Venuti (80’ Meccariello), Lucioni, Bovo, Calderoni; Scavone, Petriccione (58’ Falco), Armellino; La Mantia (55’ Pettinari), Mancosu, Palombi. A disp. Bleve, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Torromino, Haye, Marino, Tabanelli, Fiamozzi. All. Liverani.
ARBITRO: Davide Ghersini di Genova, guardalinee Del Giudici di Latina e Bercigli di Valdarno, quarto uomo Maggioni di Lecco.
NOTE: calci d’angolo 6-2 per il Lecce; biglietti emessi 2.258, ospiti 358, incasso euro 24.980,00 e abbonamenti 3.719.
Al “Picco” lo Spezia parte in sintonia con le brillanti prove del suo ultimo mese e non a caso segna quasi subito, poi si converte però a un match di sostanziale contenimento, col risultato di lasciare la situazione in mano a un Lecce dimostratosi soprattutto nel secondo tempo di qualità e meritevole del pareggio. A fine match mister Marino fa presente che tre partite in una decina di giorni sono troppe: mentre peraltro, nota del redattore, i leccesi hanno goduto di un turno di riposo; fatto sta che quando gli “aquilotti”, una volta subìto il pari ricercano arrabbiati il vantaggio, ormai è tardi e resta la consolazione del recupero della zona-playoff.
Cronaca…
Al 6’ Ricci impegna severamente Vigorito da fuori area.
Al 9’ ancora Ricci apre il gioco verso Bartolomei sul cui “centro” Vignali di piatto sfiora l’incrocio dei pali.
Al 13’ un fallo di mano di Petriccione provoca il rigore che lo stesso Ricci trasforma portando in vantaggio i padroni di casa.
Al quarto d’ora un colpo di testa di Bovo, su azione di calcio d’angolo, chiama Lamanna a una difficile respinta.
Al 18’ fuori di poco una mezza girata di La Mantia su un traversone dalle retrovie.
Al 29’ Vigorito salva in extremis su Mora e poi Gyasi calcia d’un soffio a lato.
In tempo di recupero di nuovo Mora sfodera da lontano un “pallonetto” che Vigorito riesce miracolosamente a mettere in corner.
Ripresa…
Al 19’ Venuti “crossa” su lancio del fresco entrato Falco e Armellino “incorna” facendo la barba al palo.
Al 20’ sempre Falco su calcio piazzato spedisce di un nonnulla fuori.
Al 23’ Scavone (di pancia?) pareggia su una palla scodellata sotto porta dal “solito” Venuti.
Al 31’ pressoché di un niente alta una conclusione nuovamente di Falco.
Al 33’ va fuori di pochissimo un tiro del neoentrato Okereke imbeccato dal pure subentrato De Francesco.