Home Sport squadra Pallavolo Uyba che gioia, staccato il pass per la Final Four di Coppa...

Uyba che gioia, staccato il pass per la Final Four di Coppa Italia.

14
0
IMG 1557 Copia

 IMG 1557 Copia

La Uyba, dopo la sconfitta contro la Igor, rialza subito la testa in Coppa Italia, ribaltato il risultando dell’andata e staccando il pass per la finalissima con la vittoria 3-1 su Modena.

Nell’ultima uscita dell’anno solare arriva la prima grande gioia stagionale per la Uyba versione 3.0 che stacca il pass per Final Four di Coppa Italia ribaltando il risultato dell’andata. Busto con il cuore e con le unghie vince la battaglia con la Liu Jo e conquista meritatamente il primo obiettivo stagionale, la final four di Bologna. La squadra di Mencarelli tiene testa alle bianco nere quando c’è da soffrire nei primi due parziali poi mette il piede a tavoletta sull’acceleratore dominando nei due successivi senza mai traballare. Le farfalle hanno dimostrato, ancora una volta, di stare tra le migliori quattro di diritto, di saper soffrire e tirare fuori le unghie quando è il momento di graffiare l’avversario per il colpo finale. Diouf alterna le fasi ascendenti in modo molto più consistente rispetto a quelle discendenti ( 28 punti con 38%) e sostiene Bartsch un po’ a corto di fiato. Rispetto al match di Santo Stefano la regia di Orro è lucida e precisa, la palleggiatrice sarda amministra il gioco e alterna le opzioni creando imprevedibilità affidandosi molto alle anche alle centrali che rispondono presente. Busto ha messo in campo tutto quello che potevo e lo ha fatto nel migliore dei modi impedendo a una Liu Jo gagliarda di sfruttare il vantaggio dell’andata. Modana dal canto suo paga le difficoltà soprattutto in attacco dove la sola Barun non può reggere tutto il peso dell’attacco sulle sue spalle seppur esse siano ben larghe (32 punti) , con una Montano troppo discontinua e Bosetti che non entra mai veramente in partita.

Mencarelli ripropone il sestetto visto in campo con Novara. Fenoglio sciolte le riserve risponde con Pincerato al palleggio in diagonale con Barun, Heyrman – Garzaro al centro, Montano con Bosetti in banda, Leonardi libero.

Nel primo parziale Busto parte con il piede giusto rompendo subito gli equilibri, prima di staccare la spina con le ospiti che ne approfittano subito e invertono la rotta. E’ un set dagli equilibri precari deciso tutto nei dettagli con le due squadre che si danno battaglia senza esclusione di colpi. Il continuo botta e risposta vede Modena avere la meglio per due volte su tre, ma non è abbastanza perché Busto ha la meglio in quello decisivo del finale che porta le padrone di casa a tre lunghezze. Le emiliane fanno correre qualche brivido lungo la schiena bianco rossa ristabilendo l’equilibrio al 23, ma Diouf mette a terra la palla che vale il set ball, prima che Heyrman annulli e poi regali la seconda occasione che Busto si prende con l’errore di Barun (26-24). La seconda frazione vede ancora grande equilibrio in campo con le due formazioni che si tengono a braccetto fino a quando Busto stacca la spina e Modena si porta avanti tre lunghezze. Le ragazze di Fenoglio, con Ferretti in campo, allungano e provano a giostrare le redini del gioco. L’occasione buona per le farfalle arriva con il doppio errore di Garzaro che vale la parità. Dall’ennesimo lungo confronto faccia a faccia sono le padrone di casa a uscirne vincitrici con Bartsch che regala la chance per il 2 a 0. Barun annulla tutto e l’invasione delle bianco rosse dà l’occasione per la parità. Modena non sbaglia e si porta in pareggio nel conto dei set con il medesimo parziale della frazione precedente a campi invertiti (24-26).

Nel terzo set le emiliane perdono il ritmo e Busto ne approfitta per provare a scappare. Le ospiti perdono concretezza in attacco e la Uyba ne approfitta per spiccare il volo a più sei . Busto gestisce il parziale non permettendo mai alla squadra di Fenoglio di accorciare le distanze. I tentativi di rimettere in piedi le cose sono vani per Barun e compagne, perché le bianco rosse non vacillano e si prendono quattro set ball con il muro di Diouf su Montano. Alla seconda occasione Busto chiude con Gennari (25-21).

La quarta e decisiva frazione vede Modena partire con il piede giusto grazie alla potenza di fuoco di Barun al servizio che lancia subito il break. Busto non ci sta e rimette subito in chiaro le cose invertendo la rotta. Busto macina punti e prova a stabilizzarsi a distanza di sicurezza lasciando le ospiti attardate sei lunghezze. Le ragazze di Mencarelli si prendono di forza le redini della gara e gestiscono con maestria. Busto usa tutta la sua potenza di fuoco e in un finale che sembra ormai scritto va a prendersi una valanga di dieci match ball con il muro di Berti. Alla prima occasione Bartsch mette a terra la palla che vale il pass per la finalissima (25-14).

La Cronaca :

Unet E- Work Busto Arsizio : 2 Stufi, 6 Gennari, 8 Orro, 13 Diouf, 14 Bartsch, 15 Berti, 5 Spirito (L). All. Mencarelli, 2° Musso

Liu-Jo Nordmeeccanica Modena : 3 Garzaro, 5 Heyrman, 7 Montano, 9 Bosetti C, 16 Pincerato, 17 Barun, 6 Leonardi (L). All. Fenoglio, 2° Schiavo

Arbitri : Sobrero – Simbari

Primo set, equilibrio nelle prime battute che si rompe in favore delle padrone di casa, per prime a trovare il break con l’ace di Gennari (5-2). Modena non ci sta e ristabilisce l’equilibrio con il mani out di Barun (7-7). Il punto a punto vede le ospiti ribaltare la situazione con il doppio muro su Bartsch e Gennari (8-11). La doppietta di Berti rimette tutto a posto (11-11). Altro botta e risposta che risolve in favore delle emiliane avanti due lunghezze con la tripletta di Barun (15-17). Bartsch e Berti alzano il muro invertendo la rotta (21-18). Nel finale si deve ancora soffrite perché le bianco nere tornano a una sola lunghezza (22-21). Diouf regala il set ball alle compagne (24-23). Heyrman annulla tutto (24-24). La stessa belga sbaglia il servizio regalando la seconda occasione che la Uyba finalizza con l’errore di Barun (26-24).

Secondo set, lungo punto a punto iniziale che si interrompe solo con il break delle ospiti grazie al muro di Barun su Bartsch (9-12). Modena si tiene a distanza di sicurezza con il diagonale di Barun (10-14). Busto rimane in attesa facendosi vedere negli specchietti retrovisori (15-17). Garzaro ne sbaglia due su due e si torna in equilibrio (18-18). Ennesimo botta e risposta della gara che si protrae fino alle battute finali quando Bartsch mette a terra la palla che vale il set ball per il 2 a 0 (24-23). Barun annulla tutto e l’invasione bianco rossa vale il set ball (24-25). Spirito riceve lungo e Garzaro non sbaglia (24-26).

Terzo set, avvio sprint per le “farfalle” avanti tre lunghezze (3-0). Il turno di servizio di Diouf è una spina nel fianco con il gap che sale a quattro lunghezze (6-2). Bosetti al servizio fa male ma c’è ancora tanto da recuperare (10-5). Modana prova ad accorciare con Heyrman che trova il mani out del meno cinque (15-10). Busto suona la sua sinfonia senza perdere colpi (20-15). Nel finale il muro di Diouf su Montano vale quattro set ball (24-20). Buona la seconda con Gennari che chiude i conti (25-21).

Quarto set, Barun al servizio è una spina nel fianco ed è subito break bianco nero (1-4). Busto non ci sta e ristabilisce l’equilibrio con l’ace di Berti sull’errore di Bosetti (4-4). Punto a punto da cui ne esce avanti la formazione di casa che vola a sei lunghezze con Gennari al servizio (12-6). Orro al servizio mette a terra l’ace che vale il più sette (15-8). Gennari e Diouf sono dei cecchini con le retroguardia ospite che fa da spettatrice inerme (19-11). In un finale ormai sempre più scritto Bosetti si stampa sul muro e Berti regala dieci match ball alle compagne (24-14). Buona la prima con Bartsch che mette a terra il mani out che vale la finalissima (25-14).

Roberto Bojeri