Home Altri sport Golf VALLE D’AOSTA OPEN: OTTIME PROVE DI QUINTARELLI E BRUSCHI

VALLE D’AOSTA OPEN: OTTIME PROVE DI QUINTARELLI E BRUSCHI

9
0
Thomas Fournier Foto Torchio

Thomas Fournier Foto Torchio

 

foto Torchio

Il francese Thomas Fournier, con un gran giro finale in 64 (-4) colpi e lo score di 198 (65 69 64, -9) ha vinto, sul percorso del Golf Club Cervino, il Valle d’Aosta Open presented by Scuola Europa, torneo in calendario nell’Alps Tour e sesta tappa del Pilsner Urquell Pro Tour. Al secondo posto con 200 (-7) il veneto Niccolò Quintarelli, alla pari con lo spagnolo Jesus Legarrea, al quarto con 201 (-6) l’inglese Jack Senior e al quinto con 202 (-5) il toscano Alessio Bruschi, anch’egli autore di un’ottima prova, che ha avuto la compagnia del transalpino Jerome Lando Casanova.

Si è giocato in condizioni difficili con vento forte e una temperatura molto bassa, con buona parte dei giocatori che hanno dovuto completare il secondo giro al mattino e con la conclusione della gara nel pomeriggio. Fournier, nato a Pau nel 1980 e professionista dal 2005, è al secondo titolo nell’Alps Tour dopo quello conquistato nel Gosser Open (2007). Ha ricevuto una assegno di 7.250 euro su un montepremi di 50.000 euro.

Sponsor dell’evento è stato Scuola Europa, noto istituto che sviluppa il suo processo educativo dal primo contatto degli allievi col mondo scolastico fino al termine dell’educazione superiore: comprende, infatti la scuola dell’infanzia, elementare, media e liceo scientifico. L’incisività dell’azione didattica viene raggiunta grazie alla particolare attenzione con cui i docenti si pongono in relazione con ogni studente, al fine di creare un clima di lavoro sereno e costruttivo. L’insegnamento si estrinseca anche attraverso varie iniziative con soggiorni di studio all’estero, scambi culturali con altre nazioni e con una costante collaborazione tra docenti e famiglie. Co-sponsor la Regione Autonoma Valle d’Aosta che tiene in grande considerazione il golf come ulteriore veicolo per la promozione del turismo.

Degli altri italiani ha terminato in alta classifica il ligure Andrea Zanini, 11° con 205 (64 66 75, -2), quindi al 17° posto con 208 (+1) Andrea Rota e Gregory Molteny, al 20° con 209 (+2) Aron Zemmer, al 28° con 211 (+4) Pietro Ricci e Andrea Signor, al 30° con 212 (+5) Alberto Campanile, Benedetto Pastore e Nunzio Lombardi, al 38° con 216 (+9) Alberto Brandi, Alberto Zani e Marco Guerisoli. Si è ritirato Alessandro Grammatica.

L’evento, come detto, ha fatto parte del Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito di dieci gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti della FIG del quale è presidente Alessandro Rogato. Oltre che dal brand che fa capo al gruppo Birra Peroni, il Pro Tour è sponsorizzato dal Major sponsor CartaSi, dal Fornitore ufficiale Under Armour, dal Partner ufficiale Webgolf. Media partner: Sky Sport HD; Commercial advisor: RCS Sport.

A Quintarelli è andato il Trofeo CartaSi, riservato al primo degli italiani: “Il freddo – ha detto – è stato devastante e quindi ha reso tutto più difficile. C’era anche vento forte, ma è una condizione che ho già trovato e che troverò ancora e poi era uguale per tutti. Io ho giocato bene da tee a green, ho puttato altrettanto bene e ho tirato le somme: non ho mai guardato il leaderboard. Ho trovato alla fine avanti Fournier che ha realizzato uno score quasi incredibile in queste condizioni e ha avuto ragione. Io ho fatto quello che dovevo fare, non ho rimpianti, anzi sono molto soddisfatto del risultato e ora proseguirò a testa bassa per cercare di arrivare a fine stagione tra i primi cinque dell’ordine di merito e prendere la ‘carta’ per il Challenge Tour”.

Il percorso del Golf Club Cervino, circolo che nel 2005 ha festeggiato i cinquant’anni di vita, è stato realizzato dall’architetto Donald Harradine all’inizio degli anni cinquanta. E’ situato a 2.050 metri sul livello del mare, è stato uno dei primi quindici campi in Italia. Nel 2008 è stato ultimato l’ampliamento del percorso e le 18 buche di elevata qualità tecnica si sono rivelate un severo test per i concorrenti.
La gara è stata anticipata dalla Pro Am Scuola Europa, vinta con “-26” dalla formazione del pro inglese Chris McDonnell con i dilettanti Giovanbattista Lombardi, Giulio Marinelli e Jeremy Pession, davanti al team del francese Xavier Poncelet con Sandro Laval, Marco Vierin ed Ennio Pastoret (-25), e a quello di Cristiano Terragni con Riccardo Marinelli, Alessandro Marinelli e Gian Alfredo Gilardi (stesso score). Si è giocato sulla distanza di 18 buche con formula “Par is your friend”, ossia per la classifica erano validi solamente birdie ed eagle realizzati.

Tutte le notizie relative ai tornei del Pilsner Urquell Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com

Il sito stesso è integrato con il Social Network Facebook dove è presente una pagina ufficiale (http://www.facebook.com/golfitalianprotour)