Home Calcio Focus Genoa/Samp - Professionisti Zero a zero tra Udinese e Bologna

Zero a zero tra Udinese e Bologna

12
0

Le squadre. Come da tradizione Pasquale si gioca tutti il sabato di vigilia, allo Stadio Friuli tocca dunque ad Udinese e Bologna. Gli uomini di Guidolin non hanno ancora perso completamente le speranze di agganciare l’ultimo posto utile per l’Europa League, impresa ardua ma non impossibile, e scendono dunque in campo determinati a fare propria l’intera posta affidandosi alla nuova coppia Maicosuel-Di Natale. Dall’altra parte invece il Bologna, dopo la sconfitta contro la Juve che ha interrotto una importante striscia di successi, con la zona pericolo a distanza di sicurezza, sale ad Udine con l’obiettivo di portare a casa un punticino, utile comunque a muovere la classifica. Pioli, riconfermato dalla società in settimana, deve far fronte a due assenze importanti, quelle di Perez e Diamanti, che lo costringono a mutare modulo ed uomini.

 

I tempo. Piove a dirotto a Udine, il match vive una lunga fase di studio in cui il Bologna si assesta a protezione dei propri 16 metri e l’Udinese prova di più a fare la partita. Attorno al 10° si assiste ad una bella iniziativa di Motta che prova a pescare Gilardino in area, salva la difesa, due minuti dopo è Antonsson a salvare in scivolata su Di Natale.

Al quarto d’ora prima grande occasione per i bianconeri con Pereira che calcia di punta, quasi all’altezza del dischetto, si salva in due tempi Curci.

Il Bologna arretra, l’Udinese ci prova con più convinzione e costanza, ad un paio di tiri di Lazaros e Kone che terminano ben lontani dai pali risponde ben più pericolosamente la squadra di casa.

Dopo un tiro alto di Allan al 20°, sempre il brasiliano, al culmine di un’insistita azione d’attacco, calcia dal limite, servito ottimamente da Maicosuel, Curci, nonostante la deviazione di un difensore, si salva con l’aiuto del palo.

Sotto la pioggia la partita vive un momento di stasi fino al 41° quando uno sfondamento sulla destra di Maicosuel offre a Lazzari la possibilità di calciare libero dal limite dell’area, Curci è battuto, questa volta lo salva l’incrocio dei pali.

II tempo. Dagli spogliatoi sembra rientrare meglio il Bologna che al 4° si rende pericoloso con Lazaros, liberato da solo al limite dell’area, il tiro del greco però è impreciso e si perde a lato, poco dopo è Gilardino che viene contrato proprio sul più bello.

L’Udinese alza nuovamente il baricentro e riprende in mano il pallino del gioco, senza però mai rendersi particolarmente pericolosa. 

Pioli corre ai ripari e sostituisce prima Pazienza, poi Lazaros con Khrin e Guarente, cambiando volto al centrocampo.

Quasi dal nulla al 20° una leggera trattenuta in area di Taider ai danni di Pereira induce l’arbitro Giacomelli a fischiare un penalty che lo specialista Di Natale si vede respingere dall’oggi insuperabile Curci.

Al 25° Guarente si incarica di battere una punizione dal limite con la sfera che fa la barba al palo.

Entra Muriel per il positivo Maicosuel e proprio il colombiano si fa ammirare per un tiro a lato e per una bella rovesciata dal limite dell’area che scende appena alta sopra la traversa.

Il finale vede le squadre assai stanche, il Bologna ci prova senza però la giusta convinzione, l’Udinese continua il forcing mettendo tanti palloni nell’area felsinea, Curci è attento e coraggioso e li fa praticamente tutti suoi.

L’ultima emozione , al 46°, la regala Domizzi con un gran tiro dai 16 metri su cu Curci è ancora attento e respinge lontano.

La sintesi.  Finisce con un pareggio che fa molto comodo ad un Bologna apparso solido ed attento in difesa, poco propositivo invece in avanti dove l’assenza di Diamanti si è senz’altro fatta sentire. Siamo alle solite, lontani dal Dall’Ara i rossoblu sono poco propositivi e un po’ timorosi, oggi le assenze hanno indubbiamente inciso, buona invece nel complesso la tenuta difensiva con Curci assoluto protagonista.

L’Udinese ha invece da recriminare per i due legni colpiti e per il penalty fallito, ha fatto maggiormente la partita, in ispecie nel primo tempo, concedendo assai poco agli avversari.

I migliori: nell’Udinese Allan e Basta, nel Bologna Curci e Antonsson.

Le pagelle.

Udinese-Bologna 0-0 tabellino commenti pagelle 30^ giornata Serie A
„
Udinese (3-4-2-1): Brkic s.v.; Benatia 6, Danilo 6,5, Domizzi 6; Basta 6,5, Allan 7, Lazzari 6,5, Gabriel Silva 5,5; Pereyra 6, Maicosuel 6,5 (60′ Muriel 6); Di Natale 6. A disp.: Padelli, Pawlowski, Angella, Heurtaux, Faraoni, Pasquale, Campos Toro, Badu, Merkel, Zielinski, Ranegie. All.: Guidolin 6
Bologna (4-3-1-2): Curci 8; Motta 6, Cherubin 6,5, Antonsson 6,5, Morleo 6; Taider 6, Pazienza 5,5(55′ Krhin 6), Kone 6; Christodolopoulos 5,5; Gabbiadini 5,5 ( 65′ Guarente 6); Gilardino 6. A disp.: Agliardi, Lombardi, Naldo, Garics, Carvalho, Sorensen, Garics, Abero, Pasquato, Moscardelli. All.: Pioli
AMMONITI: Pazienza (B), Christodoulopoulos (B), Kone (B), Antonsson (B)“

Giuseppe floriano bonanno