Home Calcio Focus Genoa/Samp - Professionisti XIX giornata

XIX giornata

0

I temi

La coppa Italia che ha promosso Milan ed Inter al turno successivo è il prologo alla XIX giornata, ultima di andata, che mette in palio il titolo platonico di Campione d'inverno con la JUventus in pole position.
Si comincia sabato alle 18 all'Olimpico con Roma-Cesena, i giallorossi, fermati a Catania dal diluvio mentre il risultato era sull'1-1 e mancavano 25 minuti al termine, cercano contro i romagnoli, usciti nettamente vittoriosi dallo scontro salvezza interno contro il Novara,  3 punti che fotografino una classifica importante e soddisfacente, pur dopo la falsa partenza. L'assenza di Osvaldo e la cessione di Borriello mettono in difficoltà Luis Enrique per la fase offensiva , ma il tecnico spagnolo, cui è stato offerto un prolungamento di contratto, ci ha abituato a fare miracoli e a inventare soluzioni anche impensabili.
Allo Stadio di Bergamo alle 20.45 va in scena il delicato Atalanta-Juventus, gli orobici fermi a 20 punti e reduci da due sconfitte non possono permettersi altri passi falsi, pena rimettere in discussione la loro classifica, nonostante un guirone d'andata sorprendente ( accidenti come pesa quel -6). La Juve, fermata a sopresa tra le mura amiche dal Cagliari, se vuole fregiarsi del titole di campione d'inverno deve solo vincere. Cosa non automatiche anche in considerazione del non certo trionfale ruolino nelle gare in trasferta.
Domenica il lunch match ( mi sa che dovrò fare una robusta colazione) si disputa al Dallara, dove va in scena l'atteso derby della Via Emilia tra Bologna e Parma, con i ducali avanti di tre punti e reduci da una eclatante vittoria. I rossoblu hanno stupito a Napoli per la prova solida e convincente, non coronata dal successo, solo per la generosità dell'arbitro nei confronti dei partenopei. Mi aspetto bel gioco e qualche gol di pregevole fattura.
Alle 15 gli altri match.
A Novara si replica il match di Coppa Italia di mercoledì scorso, ospite il Milan, vittorioso solo ai supplementari, e reduce dalla brutta sconfitta nel derby. I piemontesi con i nuovi acquisti sperano di invertire  il trand negativo degli ultimi tempi, tante, troppe, le sconfitte, ma soprattutto pochi i segni incoraggianti. Il Milan, falcidiato dagli infortuni in attacco e a centrocampo, non ha dato grandi prove dopo la ripresa delle ostilità, urge un pronto recupero se non si vuol far fuggire la juve.
Cagliari – Fiorentina è partita incerta, i rossoblu belli e danneggiati dalla terna arbitrale a Torino possono fare un bel salto in classifica se riusciranno ad avere la meglio sull'enigmatica Fiorentina, ricca di giovani di talento, ma piuttosto molle e imberbe, basterà Amauri in attacco a cambiare le cose?.
Il Lecce, dopo l'impresa di Firenze, contro un Chievo tranquillo e sereno, può iniziare la sua rincorsa salvezza, tre punti che sarebbero d'oro ma che servirebbero anche ad espugnare il proprio stadio.
Il Palermo, sempre piu' alla deriva, ma era necessario esonerare Mangia?, affronta il Genoa, capace di fermare la corsa dell'Udinese, ma poi caduto in Tim Cup a San Siro, è squadra anccora troppo alterna per poterci fare completo affidamento, intanto è in corso l'ennesima rivoluzione di mercato del presidente Preziosi.
Siena-Napoli è un testa coda interessante ed aperto ad ogni esito, i toscani non sono certo così convincenti come ad inizio campionato, i partenopei pareggiando in rimonta con il Bologna hanno mostrato lacune di gioco e poca intensità.
L'Udinese, sconfitta malamente a Genova, prova a ripartire contro il Catania, bellissimo finche' non è stato fermato dal diluvio contro la Roma, ma bruttissimo nell'ultima trasferta a Bologna, e comunque squadra da temere e rispettare.
Chiude il programma il posticipo serale tra l'Inter lanciatissima ed in grande rimonta e la Laxzio, tornata dopo tre partite al successo. Chi vince si candida ad un posto Champions, chi perde rischia di allontanarsi dalle posizioni che contano.
In attesa di gol ed emozioni auguro a tutti Buon Campionato.

Giuseppe Floriano Bonanno