Home Eventi Eventi Zafferana Jazz Festival: il programma in dettaglio 20-24 luglio 2021

Zafferana Jazz Festival: il programma in dettaglio 20-24 luglio 2021

0

ZAFFERANA JAZZ FESTIVAL
2a edizione
Direzione artistica: Pompeo Benincasa

20-24 luglio 2021
“IL RESPIRO DEL VULCANO “
Anfiteatro Falcone-Borsellino
Via della Montagna
Zafferana Etnea (CT)

Inizio concerti: ore 21:00

Ingresso serata singola: € 15.00 + comm. serv.
Abbonamento alle 5 serate: € 50.00 + comm. serv.
A tutti gli abbonati in regalo la t-shirt del festival di Zafferana
infoline: [email protected]

Zafferana Etnea (CT) – Al via la seconda edizione del Jazz Festival di Zafferana, rassegna nata nel 2020 e organizzata dall’Associazione Catania Jazz. L’iniziativa, che vede la direzione artistica di Pompeo Benincasa, rivolge l’attenzione al jazz del Mediterrano ospitando artisti italiani ed internazionali sotto il segno del “Respiro del Vulcano”. La manifestazione avrà luogo all’Anfiteatro Falcone-Borsellino, ubicato nel cuore del Paese immerso nel Parco dell’Etna.
Di seguito il programma

IL PROGRAMMA

20 LUGLIO

VINCE ABBRACCIANTE/JAVIER GIROTTO
VINCE ABBRACCIANTE. Fisarmonica
JAVIER GIROTTO sassofoni

Giovane talento della fisarmonica, Vince Abbracciante propone insieme a Javier Girotto, argentino di nascita ma italiano ormai da decenni, una musica originale, nuovi ponti tra jazz e folklore. Improvvisazione libera e scrittura neoclassica. Il duo si è formato nel 2015 ed è in uscita il loro primo disco edito da Dodicilune di Lecce.

**********

SOPHIE ALOUR
“Enjoy”

SOPHIE ALOUR sassofoni, flauto
DAMIAN ARGENTIERI piano
PHILIPPE AERTS cbasso
MOHAMED ABOZEKRY oud
GAUTIER GARRIGUE batteria

Ha pubblicato sette album come leader, tutti acclamati dalla critica; choc jazzman, ffff télérama, disque d’émoi.
Ha ricevuto il Django d’or nel 2007 per il disco “Uncaged”.
Ha firmato tre album con Nocturne records e due con la naïve records prima di creare la sua etichetta Music From Source registrando l’album “Time For Love”, nominato ai Victoires du Jazz awards nel 2018.
Il suo nuovo disco dal titolo “Joy” uscito a febbraio 2020 contiene ospiti Mohamed Abozekry oud e Wassim Halal alla derbouka.
Ha fatto parte del quartetto della leggendaria organista Rhoda Scott per quindici anni, suona regolarmente con il batterista Leon Parker, con la big band di Christophe Dal Sasso ed e stata al fianco di nomi come; Glenn Ferris, Wynton Marsalis, Bireli Lagrène, Jeff Ballard, Ambrose Akimusire, i fratelli Belmondo, André Ceccarelli, Eric Le Lann, Alain Jean Marie e tanti altri.

IN ESCLUSIVA ITALIANA

____________________________________________________

21 LUGLIO

FARAJ SULEIMAN

FARAJ SULEIMAN piano

Faraj Suleiman (1984) è un compositore e pianista palestinese. La sua musica è fortemente influenzata da melodie e ritmi arabo/orientali. Spesso incorpora queste scale e modalità nelle sue composizioni. Oltre ad essere ispirato dalla sua cultura araba, è anche influenzato dalle tradizioni Jazz.
Come musicista/pianista arabo formatosi nella musica classica, è costantemente alla ricerca di nuove forme di espressione per attirare allo stesso modo i suoi ascoltatori “orientali” e “occidentali”. Ad oggi Suleiman ha composto diversi album che hanno posto il pianoforte “orientale” al centro della composizione, spaziando da composizioni per pianoforte solo a quartetti, quintetti, arrangiamenti per coro e orchestre complete.
Ha pubblicato numerosi album e progetti musicali come: “Login”, “Three Steps”, “Mud”, “Opening of the Palestine Museum”, “Al-Bashiq”, “Love in the Cloud”, “Once Upon a City”, “Love Without a Story”, “Toy Box” e ultimamente il suo album di prime canzoni “Second Verse”. Compose anche musica per il teatro e il cinema.

IN ESCLUSIVA ITALIANA

**********

TANIA GIANNOULI TRIO

TANIA GIANNOULI piano
ANDREAS POLYZOGOPOULOS tromba
KYRIAKOS TAPAKIS oud

La Giannouli assorbe, attraverso il suo autentico e tradizionale spirito greco, molte suggestioni medio-orientali, districandosi tra frasi pianistiche reiterate, brevi ostinati di note ribattute, spesso condotte all’unisono con la tromba.
Tania Giannouli si è fatta le ossa soprattutto attraverso l’arte multimediale, associando il suo piano a performance di proiezioni d’immagini e recitazioni teatrali. Qui la possiamo ascoltare in un flusso di sola musica in formazione triadica che la vede associarsi ad altri due strumentisti greci, Andreas Polyzogoupulos alla tromba e Kyriakos Tapakis all’oud.

IN ESCLUSIVA ITALIANA
____________________________________________________

22 LUGLIO

AMIR GWIRTZMAN

AMIR GWIRTZMAN tutti i sax, cornamusa

Straordinario polistrumentista israeliano, porta con sè sul palco ben 25 strumenti a fiato inclusa la cornamusa medio-orientale e riesce ad incantare il pubblico con la sua maestria. Già componente del gruppo ESTA, Gwirtzman ha suonato anche alla Casa Bianca durante la presidenza Clinton ed ha effettuato con questo solo concerti nei maggiori festival internazionali.

**********

DANIELA SPALLETTA
“Per Aspera ad Astra”

DANIELA SPALLETTA voce
JANI MODER chitarra
DONATELLO D’ATTOMA piano
ALBERTO FIDONE contrabbasso e basso elettrico
PEPPE TRINGALI batteria
TRP STRING QUARTET

Anticipato dall’uscita del singolo “The Gift”, “Per Aspera ad Astra” è la nuova opera discografica della cantante, compositrice e arrangiatrice Daniela Spalletta. Su questo suo nuovo lavoro, la musicista siciliana si esprime così: “Per Aspera ad Astra è un concept album formato da brani che ho composto nel corso degli ultimi tre anni, mescolando diversi stili ed estetiche: jazz, world music, rock, fusion, pop, contemporary jazz, musica colta e musica mediterranea. Per me, uno degli aspetti più interessanti della scrittura di questo progetto, è stato quello compositivo e, di conseguenza, l’arrangiamento (in particolare) dell’orchestra d’archi. È stato stimolante bilanciare e integrare il suo suono nella grammatica delle partiture. In questo intreccio la mia voce è stata la guida, che mi ha condotto durante la composizione: ora quale strumento lirico ed estremamente melodico, ora in linee più nervose e ostiche, più propriamente strumentali. La scelta dell’organico, oltre che da ragioni tecniche legate alle partiture, è stata motivata da affinità musicali e umane.”

PRIMA NAZIONALE ASSOLUTA
____________________________________________________

23 LUGLIO

ROSALBA BENTIVOGLIO
“Suoni di Pietra Lavica ”

ROSALBA BENTIVOGLIO voce, zanza, dispositivi elettronici
BRUNO SALICONE piano, tastiere
MARCO BARDOSCIA contrabbasso
SAMYR GUARRERA sax
CARMELO GRACEFFA batteria
VALERIA GEREMIA danzatrice di butoh

Uno spettacolo di Jazz europeo innovativo e fresco nella ricerca stilistica, dove si utilizza la voce come strumento e l’improvvisazione di cui è maestra la Bentivoglio, come forma avanzata del sentire jazz. Con un repertorio di quasi tutti suoi “brani originali”, alternando qualche standard songs rivisitati tra i più importanti e riconosciuti del panorama internazionale, uno di questi è Tight di Betty carter la quale ha lasciato alla Bentivoglio motivo di riflessione e una personale amicizia con questa grande artista statunitense. La Bentivoglio in questa occasione all’Anfiteatro di zafferana Etnea sarà accompagnata da Bruno Salicone al piano e tastiere, Samyr Guarrera ai sax ,Marco Bardoscia al contrabbasso e Carmelo Graceffa alla batteria e percussioni ed eseguiranno brani originali a firma Rosalba Bentivoglio e brani tra i più classici del jazz.

PRODUZIONE ESCLUSIVA IN PRIMA NAZIONALE

____________________________________________________

24 luglio

CETTINA DONATO & NINNI BRUSCHETTA
“I Siciliani”

CETTINA DONATO piano
NINNI BRUSCHETTA VOCE
CELESTE GUGLIANDOLO voce
DARIO ROSCIGLIONE contrabbasso
MIMMO CAMPANALE batteria
DARIO CECCHINI sax
MARCELLO SIRIGNANO violino
MARIO GENTILI violino
ANDREA DOMINI viola
GIUSEPPE TORTORA violoncello

Reduci dai successi e dai sold out teatrali de “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava, torna in un nuovo sodalizio artistico la vulcanica coppia Ninni Bruschetta-Cettina Donato. Una sinergia unica, entusiasmante. Dopo aver interpretato un testo di teatro civile come una jam session per pianoforte e voce commuovendo il pubblico dei teatri di tutta Italia, il duo propone adesso un’altra faccia della Sicilia, quella poetica e letteraria.
A fare da sfondo all’ispirazione artistica stavolta è lo stretto di Messina, patria comune, passaggio che ha condotto i due artisti sui palcoscenici di tutta Italia e all’estero. Lo stesso varco è stato attraversato molte volte dallo scrittore Antonio Caldarella, originario di Avola e cresciuto tra Napoli, Messina e il resto del mondo.

PRIMA ITALIANA ASSOLUTA

____________________________________________________

22-23-24 luglio
SIZE 46 STREET BAND

MARCELLO LEANZA sax contralto
ALFIO DI BELLA sax baritono
NINO SORTINO sax tenore
CRISTIANO GIARDINI sax tenore
SOFIA FERRARO sax soprano
IVAN CAMMARATA tromba
MARIO BASILE trombone
RUGGERO ROTOLO percussioni

Concerti serali della band sulle strade e piazze di Zafferana.

—-

CATANIA JAZZ
Direzione artistica: Pompeo Benincasa

Previous articleTecnocasa – Mare: mercato immobiliare turistico – Estate 2021
Next articleA Cepagatti soffia il “vento dell’Est” sulla Corsa del Dottor Carlo: podio più alto per l’ucraino Maxsym Varenyk