Home Altri sport Motori Benjamin Berta vince Gara 1 del Topjet a Vallelunga

Benjamin Berta vince Gara 1 del Topjet a Vallelunga

0
Benjamin Berta
Topjet Italian Trophy Vallelunga

Colpi di scena ed emozioni in gara 1 nel penultimo round del Topjet Italian Trophy, in pieno svolgimento sul circuito Piero Taruffi di Vallelunga.

Benjamin Berta, portacolori del Team Hoffman ha vinto con un’ottima prestazione al volante della sua Dallara F.316, rinvigorita dalla nuova motorizzazione Mercedes. Seconda piazza per Riccardo Perego che ha lottato strenuamente per difendere la posizione dall’attacco di un arrembante Renato Papaleo, entrambi su Dallara F.317. Francesco Atzori nella seconda divisione, riservata alle Formula Renault ha preceduto sul traguardo Stefano Palummieri e Riccardo D’Amicis.

Nella griglia di partenza, sempre ricca di protagonisti, spicca lo spazio lasciato vuoto dalla F.308 di Enrico Milani fermata nel paddock da un problema alla distribuzione.

Al via della gara il gruppo sfila senza problemi, solo un lieve ritardo della vettura di Riccardo Perego, che poi recupererà con grinta. Nel corso del secondo giro l’episodio che ha caratterizzato l’intera gara: il contatto fra le Super Formula di Bernardo Pellegrini e Paolo Brajnik, entrambi costretti al ritiro, il primo dopo il tentativo di sostituzione della gomma forata, l’altro per la rottura di un braccetto.

Via libera quindi a Berta, dopo la ripartenza dietro Safety Car, che cominciava ad inanellare giri veloci fino al best lap di 1’30”603. Alle sue spalle intense le lotte fra gli altri protagonisti con la giapponese Juju Noda in evidenza sin dai primi giri. Nella F 2.0 Cup Francesco Atzori è subito primo con gli altri piloti della Open Stefano Palummieri e Riccardo D’Amicis che restano in scia. Cosi le posizioni si stabilizzano fino al traguardo.

Berta chiude la sua corsa in 27’32”699 precedendo Perego di 11”767 con Papaleo a soli 211 centesimi. La lotta per il secondo posto negli ultimi giri è stata davvero appassionante, con tanti tentativi di sorpasso e relativi bloccaggi di ruota.

“Sono partito bene – ha dichiarato a fine gara il vincitore – dopo il contatto fra i primi ho pensato solo ad amministrare la gara, badando soprattutto a gestire le gomme, d’altra parte il passo era ottimo quindi non c’era motivo di rischiare. Spero di fare una bella gara anche domani”.

Altrettanto soddisfatto Perego ha dichiarato: “Altrettanto soddisfatto Perego ha dichiarato: “Partenza da dimenticare, ho perso 3 o 4 posizione, ma sono subito riuscito a recuperare grazie alla vettura veramente performante dopo le ultime regolazioni apportate dal mio team. A circa metà gara ho sorpassato Papaleo e da quel momento è cominciato il nostro appassionante duello, che mi ha visto prevalere. Sono contentissimo del risultato e di come è maturato. Adesso testa alla gara di domani”.

Quarta piazza per Juju Noda, la driver giapponese molto competitiva su Formula Regional, nonostante un’ aerodinamica non ottimale per il tracciato. Quindi Davide Pedetti sulla Dallara F.316 della Nannini Racing che ha così colto il successo di classe Pro. Sesto Francesco Solfaroli, leader indiscusso della Pro Am con la Dallara F.308 del Facondini Racin, autore di un weekend di altissimo livello fino a questo momento.

Chiude settimo il vincitore della F 2.0 Cup Francesco Atzori, che a questo punto è matematicamente Campione Italiano della Seconda divisione.

“La gara è andata alla grande – ha commentato il frusinate- nonostante la safety car abbia spezzato un po’ il ritmo e ho dovuto combattere per prendere un po’ il largo dopo la ripartenza. Con questa vittoria abbiamo vinto il campionato”.

Ottavo ed è secondo della Pro Stig Larsen, sicumente in una delle sue migliori gare dell’impegnativa stagione 2022. Nona piazza per Stefano Palummieri che quest’anno ha firmato tanti secondi posti fra le Formula Renault e meritata decima posizione per Patrick Bellezza, terzo fra le F3-Pro, competitivo con la sua F.300, una vettura non di non ultima fabbricazione.

Nelle altre classi Edoardo Bonanomi su F.3 Mygale e Giorgio Berto su Dallara F.308 completano nell’ordine il podio della Pro Am, Armando Stola anche lui su F.308 precede Jean Luc neri su Dallara F.311 e nella Ligh della F. 2.0 Cup Fabio Turchetto si impone su Giancarlo De Vigilis dopo l’abbandono dello sfortunato Andrea Masci.

Domani Gara 2 sempre della durata di 25 minuti+ 1 giro sarà visibile in diretta su Ms Motorsport 229Sky e in streaming sui social dedicati ai campionati.