Home Altri sport Ciclismo

Due Giorni Marchigiana numero 42: un successo nel segno di Kyrylo Tsarenko e Francesco Della Lunga

Due Giorni Marchigiana
Due Giorni Marchigiana 2024 - Vittoria Tsarenko (Foto Franco Galassi )

Confortata da un grosso successo di pubblico e anche sul piano tecnico-sportivo, si è felicemente conclusa la 42°edizione della Due Giorni Marchigiana con Castelfidardo centro nevralgico a livello internazionale per i corridori della categoria dilettanti under 23 ed élite, premiando la grossa mole di lavoro profusa dallo Sporting Club Sant’Agostino di patron Bruno Cantarini. In entrambe le gare, al via circa 170 corridori con la presenza di nove squadre straniere.

GRAN PREMIO SANTA RITA – TROFEO FORIDRA

La Due Giorni si è aperta con il trionfo ucraino di Kyrylo Tsarenko (Team Corratec-Vini Fantini) al Gran Premio Santa Rita-Trofeo Foridra, il cui percorso è stato reso ancora più selettivo rispetto alle precedenti edizioni. Annullata la fuga che ha visto come superstiti otto attaccanti, Tsarenko ha fatto la differenza sullo strappo di Valle Oscura ed è risultato vano ogni tentativo di andarlo a riprendere negli ultimi 20 chilometri. Alle sue spalle la bagarre per il posto d’onore ha premiato Giovanni De Carlo della Zalf Euromobil Desirèe Fior che ha soffiato la seconda piazza a Nahom Zeray Araya della Q36.5 Continental Cycling Team. Al traguardo incontenibile la soddisfazione del neoprofessionista Tsarenko: “Conoscevo alla perfezione questo percorso. È la terza volta che partecipo a questa competizione. Già da ieri avevo pensato di anticipare i tempi dell’attacco, avendo valutato con attenzione il nuovo percorso. Appena entrato nel circuito più duro, dopo aver scollinato con un gruppo di dieci corridori, ho deciso di attaccare perché sentivo la gamba buona. Ed è andata come pensavo. Certo è una vittoria che mi dà molta fiducia per il proseguo della stagione”.

ORDINE D’ARRIVO GRAN PREMIO SANTA RITA – TROFEO FORIDRA

1° Kyrylo Tsarenko (Ukr, Team Corratec-Vini Fantini) 168 km in 3.56’59” media 42,560 km/h

2° Giovanni De Carlo (Zalf Euromobil Desirèe Fior) a 1’10”

3° Nahom Zeray Araya (Eri, Q36.5 Continental Cycling Team)

4° Andrea Debiasi (Rime Drali)

5° Sergio Meris (Mbhbank Colpack Ballan CSB)

6° Riccardo Perani (UC Trevigiani Energiapura Marchiol) a 1’13’’

7° Francesco Parravano (Aran Cucine Vejus)

8° Simone Raccani (Zalf Euromobil Desirée Fior)

9° Dennis Lock (Dan, Zalf Euromobil Desirèe Fior)

10° Nicola Rossi (Beltrami TSA Tre Colli)

 

TROFEO CITTA’ DI CASTELFIDARDO – TROFEO CISEL

Epilogo come da tradizione a Cerretano per il Trofeo Città di Castelfidardo-Trofeo Cisel nelle mani del toscano Francesco Della Lunga (Hopplà Petroli Firenze). Percorso meno esigente rispetto a quello del giorno prima con l’arrivo posto a Castelfidardo e la gara è partita con le solite fasi di studio iniziali ma poi si è vivacizzata su iniziativa di sette corridori tra cui Tsarenko. All’inizio dell’ultimo giro a prendere in mano la situazione un drappello forte di 19 corridori che ha lasciato un po’ avvantaggiato Lorenzo Quartucci (Team Corratec-Vini Fantini). A meno di 500 metri dal traguardo è avvenuto inesorabilmente il ricongiungimento e poi Della Lunga si è fatto largo tra i protagonisti dello sprint dominato magistralmente su Attilio Viviani (Team Corratec-Vini Fantini) e Riccardo Perani (UC Trevigiani Energiapura Marchiol). In gruppo ha concluso la corsa Tsarenko che è stato proclamato vincitore della Due Giorni Marchigiana con la combinata Gran Premio Semar.

Così il vincitore Della Lunga, al quarto successo stagionale: “E’ stata una gara molto tirata sin dalle prime battute su un percorso esigente che si adatta alle fughe. Non siamo riusciti ad infilarci in quella di giornata, per cui abbiamo speso molte energie per ricucire il margine sui fuggitivi ad appena 500 metri, quando sembrava ormai impensabile un ricongiungimento. La squadra, seppure fossimo in quattro, ha fatto un lavoro incredibile per mettermi nelle condizioni di sprintare. Ho posticipato la volata il più possibile ed è andata bene. Dedico questo successo proprio a loro”.

Nell’arco delle due giornate di corsa a presenziare a tutte le fasi della corsa e delle premiazioni Gianmarco Garofoli (professionista con l’Astana Qazaqstan Team e prossimo al rientro alle gare al Giro del Delfinato in Francia), Marino Amadori (commissario tecnico della nazionale italiana under 23), Dino Latini e Mirko Bilò (presidente assemblea legislativa e consigliere della Regione Marche), Roberto Ascani e Romina Calvani (sindaco e vice sindaco di Castelfidardo), Moreno Pieroni (sindaco di Loreto), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche) e Fabio Luna (presidente regionale CONI Marche).

ORDINE D’ARRIVO TROFEO CITTA’ DI CASTELFIDARDO – TROFEO CISEL

1° Francesco Della Lunga (Hopplà Petroli Firenze) 180 km in 3.49’51” media 46,987 km/h

2° Attilio Viviani (Team Corratec-Vini Fantini)

3° Riccardo Perani (UC Trevigiani Energiapura Marchiol)

4° Andrea Biancalani (Beltrami TSA Tre Colli)

5° Simone Buda (Solme Olmo)

6° Mattia Negrente (Astana Qazaqstan Development Team)

7° Francesco Lonardi (Trentino Cycling Team Under 23)

8° Giosuè Crescioli (Asd Sissio Team)

9° Mihnea Harasim (Rou, Team Skyline)

10° Andrea Cocca (General Store- Essegibi- F.lli Curia)