Home Altro Varie

“Esotica Naturalizada”, il nuovo album de I Gini Paoli

0
I Gini Paoli
I Gini Paoli

“Esotica Naturalizada” è il nuovo album de I Gini Paoli, un viaggio composito e stratificato lontano dal presente in una ideale discesa dai monti al mare. Un mix di suoni che unisce psichedelia e tropicalismi per una festa spontanea che ci riporti alla natura.

Il titolo bilingue, in italiano e spagnolo come nei testi dell’album, indica una pianta proveniente da luoghi lontani ma che si è ben inserita in un ecosistema ad essa alieno. Così il suono de I Gini Paoli prende globalmente le influenze più disparate e le semina nel terreno brullo dei monti genovesi. Ne germoglia un’erbaccia, tenace e resistente ad ogni intemperia, che ogni primavera si apre in un meraviglioso fiore dai colori lisergici.

In un’astrazione dall’inquinata società contemporanea la tracklist del disco si ricollega simbolicamente a una discesa dai monti alla ricerca di una costa che non sia stata contaminata. “Colazione con Biancosarti trafugato” è un ideale risveglio dopo una notte di festa, l’epifania di un hangover: la colazione. “Achtung! Banditi!” e “Fibrocemento” sono i brani più politici del disco e se il primo omaggia sonorizzandolo un film del 1951 sulla resistenza partigiana genovese, il secondo critica la speculazione edilizia che ha colpito Genova dagli anni ‘70. “Conga su Conga” parla di surriscaldamento globale e di orche smarrite nel porto di Pra mentre “Cumbia del Monte Fasce”, fra Altin Gun e Los Bitchos racconta di una vecchina dei monti alla ricerca di funghi allucinogeni. Chiudono l’album “Gaigo”, suadente e ipnotica melodia ispirata alla nebbia densa che avvolge le montagne alle spalle delle città di mare, e la sognante strumentale “Miyazaki, carrozzone con”, la sgangherata carovana è arrivata al mare, si danza e si festeggia con una rinnovata consapevolezza post-apocalittica.

L’album verrà stampato dall’etichetta indipendente genovese Marsiglia Records in un’edizione a ridotto impatto ecologico: il CD sarà inserito in uno speciale involucro di carta Crush Favini (carta ecologica con scarti agroindustriali) su cui le grafiche verranno stampate in risograph. Per compensare l’impatto provocato dalla stampa è stata attivata una collaborazione con zeroCO2, realtà di riforestazione ad alto impatto sociale alla quale verrà devoluto parte del ricavato delle vendite di copie fisiche e digital download con cui verrà messo a dimora un albero ogni 3 copie vendute.

Album in uscita il 13 gennaio 2023 | Marsiglia Record

I Gini Paoli

I Gini Paoli sono una party band che opera accidentalmente per conto delle Pro Loco tra
Genova e il lago di Como. Suonano un mix di tropical punk, afrolatin e pop che, sotto le mentite spoglie di una festa infinita, nasconde messaggi socio-politici criptati in un mix caotico di italiano e spagnolo. Nel 2020 hanno pubblicato come trio il primo album Amargados, per poi diventare un quintetto includendo in pianta stabile le percussioni, già presenti nell’EP, e le sonorità esotico-psichedeliche di sitar e synth.

Membr*: Mariasole Calbi: Batteria e voce. Angelo Carta: Chitarra e voce. Giovanni Ciapessoni: Sitar, Synth, Chitarra, Diamonica. Gabriele Guerrini: Percussioni. Carlo Silvestri – Basso e voce.

Tracklist:
1. Colazione con Biancosarti trafugato
2. Achtung! Banditi!
3. Fibrocemento
4. Conga su Conga
5. Cumbia del Monte Fasce
6. Gaigo
7. Miyazaki, carrozzone con

Credits: Scritto, suonato e prodotto da I Gini Paoli, coprodotto da Marsiglia Records. Registrato da Mattia Cominotto (Greenfog Studio) e Bernardo Russo (Studio K), mixato e masterizzato da Mattia Cominotto (Greenfog Studio). Artwork di Matteo Casari. Foto di Valeria Piras.

Influenze: Los Bitchos, Altin Gun, The Clash, Yin Yin, Takeshis Cashew

www.instagram.com/iginipaoli/

Previous article“2084”, il nuovo concept EP de Il Wedding Kollektiv e Andrea Frittella
Next articleSOSpesa: a Milano l’offerta alimentare per chi fatica