Home Altri sport

Europei Indoor Tiro con l’Arco: azzurri avanti nelle eliminatorie

Tiro con l'Arco
La linea di tiro dell'arco nudo (Foto World Archery Europe)

Tiro con l’Arco: Concluso il secondo giorno di gare ai Campionati Europei Indoor di Varazdin, in Croazia. Nel giorno delle eliminatorie individuali sono in 23 su 32 gli azzurri che volano ai quarti di finale. Domani mattina, giovedì 22 febbraio, si arriverà fino alle semifinali e nel pomeriggio si decideranno anche i finalisti a squadre.

I RISULTATI DELL’OLIMPICO – Sono due gli azzurri del ricurvo che approdano ai quarti, Mauro Nespoli batte 7-1 il georgiano Makievi e affronterà l’ucraino Ruban, mentre Alessandro Paoli vince 6-4 con il bulgaro Banchev e sfiderà il croato Gradiscak. Esce di scena Matteo Borsani sconfitto 7-3 dal padrone di casa Gradiscak.
Nel femminile sarà derby azzurro tra Chiara Rebagliati, vincente 6-0 sull’arciera delle Faroe Henriksen, e Tatiana Andreoli che ha battuto 6-2 la georgiana Gvinchidze. Passa anche Lucilla Boari dopo il 6-0 con la serba Brkic e al prossimo turno se la vedrà con l’ucraina Hynp.
Tra gli Junior è Emiliano Rampon a raggiungere i quarti grazie al successo sul rumeno Tanasescu 6-4 e si prepara ad affrontare lo slovacco Medveczky. Gli altri due azzurrini devono invece cedere agli atleti israeliani: Francesco Pernice vince al primo turno 7-1 con il rumeno Conduranche ma poi perde 7-1 con il numero due del tabellone Frenkel, Riccardo Alfano si arrende a Rozmarin Berlad 6-4.
Nel femminile Ginevra Landi batte la compagna di squadra Lucia Mosna 6-4 e domani sfiderà la moldava Berzan, mentre Chiara Compagno batte 6-2 la slovacca Bendikova e se la vedrà con l’ucraina Koval, numero uno del tabellone.

I RISULTATI DEL COMPOUND – Nel compound grande impresa di Michea Godano che elimina il danese vincitore della coppa del mondo, numero uno del tabellone, Mathias Fullerton 150-149 tirando solo frecce sul “10”, esattamente come aveva fatto nel turno precedente con il serbo Nedeljkovic (150-146), ai quarti si troverà di fronte un altro danese Martin Damsbo. Il prossimo avversario di Godano ha eliminato agli ottavi 149-148 Marco Bruno mentre Valerio Della Stua si è dovuto arrendere al padrone di casa Buden 150-146. In precedenza i due azzurri avevano battuto 148-136 e 148-145 l’islandese Fannarsson e il portoghese Pereira Baptista.
Sono tutte e tre ai quarti di finale le donne del compound: Elisa Roner grazie al secondo posto in qualifica, mentre Andrea Nicole Moccia e Marcella Tonioli dopo il 144-137 e il 145-134 con le islandesi Magnusdottir e Ploszaj. Purtroppo il tabellone non è fortunato per le due azzurre che si sfideranno in un derby tutto italiano; per Elisa Roner l’avversaria sarà la britannica Grace Chappell.
Tra gli Junior proseguono la propria corsa Lorenzo Gubbini e Andrea Marchetti vincenti 147-143 con l’ucraino Karpenko e allo shoot off 145-145 (10-9) con il britannico Lane, i prossimi ostacoli da superare ai quarti saranno il turco Sezgin e l’ucraino Vdovenko. Niente da fare per Fabrizio Aloisi sconfitto 147-145 dal rumeno Alexandrescu. Anche tra le Junior sono due le azzurre ai quarti: Giulia Di Nardo batte la croata Drobnjak 145-137 e affronterà la turca Burun, Martina Serafini vince 146-142 con la turca Satici e sfiderà la francese Girault. Eliminata Martina Del Duca dopo il 149-138 con Kose (TUR).

I RISULTATI DELL’ARCO NUDO – En plein azzurro nell’arco nudo maschile dove i tre arcieri italiani dominano i rispettivi avversari e volano ai quarti. Giuseppe Seimandi vince 7-1 con il bulgaro Gyurov, Simone Barbieri e Valter Basteri hanno la meglio con un doppio 6-0 contro il serbo Pilipovic e il croato Curic. Questi gli accoppiamenti del prossimo turno: Seimandi-Pettersson (SWE), Basteri-Dolar (SLO) e Barbieri-Bankov (BUL).
Quarti di finale raggiunti anche da Cinzia Noziglia che dopo il record mondiale di ieri vince 6-0 con la serba Vrankjovic e attende il match con la rumena Mogos, stesso discorso per Fabia Rovatti che aspetta la britannica Hubbard dopo aver vinto 7-1 con Topliceanu (ROU). Perde invece 6-4 Alessandra Bigogno con l’islandese Reynisdottir.