Home Altri sport Motori Francesco Pinelli dalle note al volante

Francesco Pinelli dalle note al volante

0
Francesco Pinelli
Francesco Pinelli

Lucca – Ventitré anni a leggere le note, una carriera invidiabile punteggiata da ben 12 vittorie assolute ed altri piazzamenti di prestigio con svariati piloti. Il biglietto da visita “sportivo” di Francesco Pinelli parla da solo e, non contento del proprio status altamente quotato in ambito nazionale, ha deciso di rimettersi in gioco, per una volta.

Dunque, al prossimo Rally “il Ciocchetto”, edizione dei trenta anni, in programma per il 18-20 dicembre interamente dentro la tenuta del Ciocco, lascia momentaneamente il quaderno delle note per andare a stringere il volante di una vettura da rally. Pinelli dunque debutterà da pilota, su una Fiat Seicento kit dei Fratelli Selmi, con al fianco l’amico Michael Adam Berni, con il quale si alternerà alla guida nei due giorni di gara.

Pinelli, tra l’altro, ha pure vinto un’edizione del “Ciocchetto”, quella del 2005 al fianco di Egisto Vanni su una Toyota Corolla WRC, oltre ad aver registrato altri piazzamenti di vertice nella gara “sotto l’albero”.

Nessun obiettivo particolare, per la coppia inedita, se non quello di divertirsi e, sicuramente per Pinelli che si troverà in una nuova dimensione, accrescere il proprio bagaglio di esperienza. La gara del “Ciocchetto” sarà anche l’occasione per ribadire la collaborazione con ERTS Hankook, che fornirà gli pneumatici per la gara, un rapporto nato con l’aver fatto, per Pinelli, coppia con Luca Panzani nel Campionato Italiano Rally di alcuni anni fa, proprio con partner il costruttore sud-coreano.

“Era da tempo che pensavo di saltare sul sedile di sinistra – commenta Pinelli – non certo per lasciare il mio ruolo da copilota, ma per vedere l’effetto che fa, per vedere l’equipaggio da un’altra angolatura. Anche per capire cosa vuol dire andare per la strada, in gara, con uno che ti dice cosa fare. Non potevo scegliere miglior compagno di avventura, Michael Berni e non potevo scegliere squadra e vettura più indicate, si deve approcciare alle corse “dalla base” ed in questo la squadra dei Fratelli Selmi credo sia il massimo e la Seicento comunque una grande vettura “scuola. Personalmente sarà un momento di grande accrescimento di esperienza, non chiedo nulla di più! Ringrazio tutti i miei partner, in particolare Fabrizio Bardi e ERTS Hankook per l’appoggio tecnico con gli pneumatici”.

Confermato lo svolgimento in due tappe, per il “Ciocchetto”, tra il sabato 19 e la domenica 20 dicembre, comprimendo l’ora di arrivo finale della domenica alle ore 13.50, con premiazione conclusiva alle ore 15.30. Questo senza intaccare la struttura delle due tappe de “Il Ciocchetto Event”, che propone il classico, impegnativo e divertente tracciato con le sue brevi e tecniche prove speciali, tredici in totale, tra le quali vi è la conferma della “Super Prova Speciale” in notturna del sabato, inserita due anni fa nel percorso.