Home Altri sport Ciclismo Granfondo Terre dei Varano, presentazione della XIII edizione

Granfondo Terre dei Varano, presentazione della XIII edizione

0
Granfondo Terre dei Varano
Presentazione Granfondo Terre dei Varano

Camerino – Presentata oggi in Conferenza Stampa la XIII edizione della Granfondo Terre dei Varano.

Benvenuto e presentazioni
Presiede Francesco Jajani il nuovo presidente dell’Asd Avis Frecce Azzurre Camerino dal dicembre 2021.
Completano il Comitato Organizzatore i due Vice Presidenti Gianni Fedeli e Luca Marassi, oltre al Presidente Onorario Sandro Santacchi.
Invitati al tavolo:
1. Roberto Lucarelli, Sindaco Camerino
2. Graziano Leoni, Prorettore Unicam
3. Gianni Sagratini, Professore Unicam
4. Andrea Spaterna Presidente Parco dei Monti Sibillini
5. Alessandro Gentilucci, Presidente Unione Montana Marca di Camerino
6. Carlo Pasqualini, Federazione Ciclistica Italiana – Comitato Provinciale Macerata

Premessa

Scopo dell’incontro è illustrare le caratteristiche e le peculiarità della Granfondo Terre dei Varano.
La manifestazione nasce dalla passione dell’Asd Avis Frecce Azzurre di Camerino che, dopo aver maturato esperienza decennale partecipando alle maggiori gare presenti nel panorama nazionale ed europeo, decide di creare un evento con un obiettivo ben preciso: esaltare il piacere di pedalare gustando panorami superbi e partecipando ad una manifestazione con percorsi sicuri, attentamente studiati all’interno del Parco dei Monti Sibillini.
La manifestazione nasce anche per ricordare tre amici ciclisti tragicamente scomparsi: Dario Drago, Francesco Gentili e Alberto Pennesi e insieme a loro si rinnova il ricordo di Michele Scarponi che è stato testimonial della manifestazione.
Nata il 10 maggio del 2009 debuttando nel panorama amatoriale nazionale, la Granfondo Terre dei Varano aprirà la sua XIII edizione il prossimo 10 luglio 2022.
Quest’anno, dati i corposi e sostanziali cambiamenti, più che di XIII edizione si può definirla come l’edizione numero zero.
Infatti, il Comitato Organizzatore dopo aver ricevuto innumerevoli pressioni da organizzatori ed appartenenti al circuito ora sciolto denominato “Marche Marathon”, al fine di cambiare il proprio regolamento ed alleggerire il rigore nei confronti del doping, ha deciso di intraprendere una strada tortuosa ma fatta di coerente rigore verso quei valori che per il C.O. sono fondativi: la lealtà sportiva ed il rispetto per tutti coloro che hanno passione per questo sport.
Infatti, per l’associazione camerte sono da tutelare le migliaia di leali appassionati che pur di allenarsi si alzano presto al mattino sottraendo ore al sonno, e soprattutto gli innumerevoli cicloturisti affascinati delle passeggiate con famiglie ed amici tra i nostri meravigliosi territori.

Pertanto, nel rispetto delle norme federali, il Comitato Organizzatore della Granfondo Terre dei Varano ha mantenuto e manterrà il diritto di non accettare l’iscrizione di chi ha ricevuto condanne per doping e, seppur scontata la squalifica ed in possesso di una regolare tessera sportiva, non potrà prendere parte alla nostra manifestazione. Occorre ricordare che anche la Maratona delle Dolomiti ha questa impostazione.
L’Avis Frecce Azzurre crede che questa debba essere la responsabilità di ogni organizzatore nei confronti di questo delicato tema e resta stupita ed amareggiata che rappresentanti locali di enti di promozione sportiva non facciano altrettanto.
Ciò premesso l’associazione ciclistica camerte nel 2021 è uscita dai circuiti Marche Marathon e Romagna Challange pur sapendo che la manifestazione ne avrebbe risentito nel numero dei partecipanti e, contestualmente ha deciso di cambiare ente sportivo affiliandosi alla Federazione Ciclistica Italiana, il cui Comitato Regionale Marche l’accolta a braccia aperte, dando costante supporto e sostegno.
Con determinata convinzione si è ripartiti da zero, avendo idee molto chiare sullo sviluppo futuro dell’evento e con la consapevolezza di averlo creato e poggiato su pilastri molto solidi.

I valori su cui è stata costruita la manifestazione sono:
• La serietà. Quella nella cura e nell’attenzione che riserviamo ad ogni aspetto dell’organizzazione;
• Il rispetto. Quello della natura bellissima ed incontaminata e quella delle regole sportive e della salute, doping free in testa;
• La sicurezza. Quella che contraddistingue i nostri percorsi, costantemente presidiati;
• La cortesia. Quella con la quale accogliamo ogni ciclista e ogni famiglia per farli sentire a casa e offrirgli sempre il meglio, ogni anno.

Caratteristiche della manifestazione
La Granfondo Terre dei Varano è una manifestazione che porta sul territorio cicloturisti e agonisti.
Presenta percorsi sicuri e presidiati oltre a natura bellissima e incontaminata. È una gara da correre ad occhi bassi sull’asfalto ma è anche scoperta del territorio e sana meraviglia. È una giornata da viveresotto sforzo pigiando sui pedali ed è una giornata per rilassarsi tra amici o in famiglia. È partenza ma è anche arrivo. È storia ma è anche futuro. È individualità ma è anche gruppo.
Una manifestazione che in sé ha tanti aspetti e sfaccettature che la rendono su misura di chi sceglie di parteciparvi.
Il claim è: “Terre dei Varano: corri, scopri, vivi” dove i tre verbi rappresentano le tre principali dimensioni dell’evento:
– Correre. La dimensione della gara, quella che parla ai competitivi, agli agonisti. Il primo livello, più intuitivo di partecipazione.
– Scoprire. La dimensione del turista, colui che vi partecipa per scoprire bellezze paesaggistiche e naturalistiche. Ma anche colui che scopre se stesso attraverso l’esperienza della partecipazione.
– Vivere. La dimensione empirica, dell’esperienza e dell’emozione. Quella che parla a tutti, indistintamente

Programma
L’evento da questo anno si svolge su tre giornate, da venerdì 8 luglio a domenica 10 luglio ed il programma in sintesi prevede:
• Venerdì 8 luglio:
o ore 18 – Pedalata al tramonto aperta a tutti, con apericena finale;
• Sabato 9 luglio:
o ore 15 – Apertura della segreteria per le iscrizioni e ritiro pacchi gara; apertura degli stand del Bike Village
o dalle 19:30 – Cena e Spettacolo al Sottocorte Village: “La corrida – dilettanti allo sbaraglio” e all’interno verrà proclamato il Camerte dell’anno 2021
• Domenica 10 luglio:
o ore 06:00 – Apertura della segreteria per ritiro pacchi gara
o dalle ore 07:00 alle ore 07:30 – Partenza alla Francese (Classic e Marathon)
o ore 07:45 – Partenza unica percorsi Marathon e Classic
o ore 08:30 – Partenza Pedalata Ecologica
o ore 09:15 – Visita guidata gratuita della città per accompagnatori ed ospiti
o ore 11:15 – Premiazione dei primi tre classificati del percorso Classic e consegna del Trofeo Alberto Pennesi al primo assoluto
o ore 12:00 – Inizio Pasta Party e premiazioni dei primi tre classificati del percorso Marathon, oltre alla consegna del Trofeo Francesco Gentili al primo assoluto e del Trofeo Dario Drago (primo classificato cronoscalata Sarnano-Sassotetto)
o ore 14:00 – Premiazione delle singole categorie di ogni percorso agonistico (uomini e donne); premiazione delle società

I percorsi
Rappresentano una sfida per tutti i ciclisti su percorsi con panorami superbi e dislivelli attentamente studiati per esaltare la bellezza ed il piacere di pedalare nel Parco dei Monti Sibillini.
I tracciati sono stati scelti per garantire il massimo della sicurezza e del divertimento: paesaggi mozzafiato, asfalto perfetto e strade presidiate renderanno esaltante l’esperienza del ciclista.
Tre percorsi per tre livelli di difficoltà, natura bellissima ed incontaminata:
– Classic (mediofondo): lunghezza 105km per 1.700mt di dislivello;
– Marathon (granfondo): lunghezza 130km per 2.700mt di dislivello;
– Pedalata Ecologica (non agonistico): lunghezza 47km per 702mt di dislivello.

I principali Partner
Ogni anno l’obiettivo del Comitato Organizzatore è di confezionare un prodotto esperenziale, che esalti il ciclista iniziando da una attività sportiva, passando attraverso lo stupore dei paesaggi e concludendosi con il gusto di tipicità locali.
Tutti ciò anche grazie ai partner con cui si condivide la volontà di promozione del territorio.
Grazie alla Pasta di Camerino, all’azienda agricola Monte Castello ed alla Svila di Visso, si confeziona un pasta party tipicamente locale, attraverso un menu attento alle esigenze del ciclista, redatto in collaborazione con il dott. Gianni Sagratini, Professor of Food Chemistry di Unicam.
La promozione del territorio passa anche attraverso l’attenzione all’ambiente ed il Patrocinio concesso dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini non è che il primo passo di una importante collaborazione.
Nella stessa direzione va l’accordo con il gruppo Tesla Owners che fornisce le vetture elettriche per il corteo di gara e la Contram, partner determinante in tutte le esigenze legate alla logistica.
Unicam, Parco Nazionale dei Monti Sibillini e Contram rappresentano pilastri essenziali in quanto contribuiscono a mantenere la giusta rotta dei vari progetti comuni.
Inoltre, ci sono i partner tecnici che hanno condiviso l’impostazione ed i valori della manifestazione e per una piccola realtà come quella camerte, aver ricevuto l’adesione di tali importanti brand del mondo professionistico riempie di orgoglio:
– EthicSport, per i prodotti di integrazione;
– Rosti maglificio sportivo, per i prodotti di abbigliamento;
– Limar, per quanto riguarda caschi ed occhiali;
– Ciclopromo Components, per quanto riguarda i pacchi gara.
Infine, ma non certamente per importanza, un particolare ringraziamento va fatto alla Regione Marche, a Marche Outdoor ed al Comune di Camerino che ostengono costantemente le diverse iniziative svolte e con cui si confida di continuare a sviluppare progetti, inerenti sia la promozione turistica del territorio, sia relativi alla mobilità sostenibile.

Conclusioni
In conclusione, si fa un breve cenno agli evidenti impatti di questa manifestazione, pur svolgendosi in un territorio non semplice da raggiungere e in cui le ferite dei recenti eventi sismici sono ancora visibili ed hanno ridotto in maniera rilevante la già limitata capacità ricettiva.
In base agli iscritti, ad oggi sono rappresentate 4 Nazioni, 14 Regioni e 30 Province. Le Marche rappresentano solo il 43%, a conferma della notorietà di livello nazionale della manifestazione che può essere riscontrata anche nelle prenotazioni alberghiere.
Le strutture ricettive del territorio di Camerino infatti, sono complete da circa 10 giorni: il C.O. ha gestito direttamente tramite il proprio sito 40 prenotazioni e attualmente, tra prenotazioni dirette ed indirette, ci sono oltre 300 pernottamenti riferibili alla manifestazione.
Un ringraziamento particolare va alla Pro Loco di Camerino, nella persona della Presidente Delfina Benedetti e della preziosa collaboratrice Margherita che hanno affiancato in modo determinante in tale servizio.
Questi sono i preziosi numeri a cui il Comitato Organizzatore tiene in modo particolare e per i quali lavora tutto l’anno.