Home Calcio Calcio Femminile

Il Brescia Calcio femminile non va oltre il pari con l’Arezzo

0
Brescia Calcio Femminile
Brescia Calcio Femminile (Credit Scaroni/BCF)

BRESCIA – Non va oltre lo 0-0 casalingo il Brescia Calcio Femminile nell’esordio stagionale fra le mura amiche del Centro Sportivo “Mario Rigamonti”: un Arezzo ben messo in campo, compatto e ben a protezione della propria area strappa un punto alle Leonesse, che possono rammaricarsi soprattutto per non essere riuscite a concretizzare diverse azioni pericolose nel primo tempo.

LA GARA – Mister Seleman deve scontare la seconda delle due giornate di squalifica che aveva ricevuto ai tempi della sua ultima panchina con la Lazio: a guidare le Leonesse c’è Laura Armanni, vice allenatore. In campo il Brescia è con un 4-3-3: Lugli in porta, Viscardi, Galbiati, Barcella e Fracaros in difesa; Brayda, Magri e Cristina Merli a centrocampo; Hjohlman, Pasquali e Luana Merli in attacco. Arbitra il signor Migliorini di Verona.
Il canovaccio tattico della partita sembra chiaro già dai primi minuti: Brescia a muovere il pallone, senza fretta, Arezzo stretto con le linee e pronto a ripartire. Al 5′ si fa vedere Fracaros con una punizione dai venti metri, pallone alto non di molto. Risponde l’Arezzo con Razzolini dalla distanza al minuto 8, nessun problema per Lugli. Al 14′ ospiti pericolose su corner: Lugli smanaccia il pallone, con Soro che a centro area non riesce a centrare la porta. Tra il 23′ e il 24′ Brescia vicino al gol in due occasioni entrambe con Pasquali: prima col sinistro dall’interno dell’area calcia alto di pochissimo; pochi istanti dopo è servita da uno splendido tacco di Luana Merli e calcia di prima intenzione, ma il suo tiro è centrale e Sacchi si rifugia in corner. Al 28′ Brescia pericoloso con Brayda che imbuca per Hjohlman, con la svedese che calcia a lato da buona posizione. Al 32′ ancora l’ala delle Leonesse protagonista: riceve in area ma calcia debolmente. Al 41′ si fa vedere l’Arezzo con la conclusione dal limite di Zazzera, Lugli si distende e blocca. Al 43′ discesa di Hjohlman sulla sinistra e conclusione sul primo palo: Sacchi è attenta e para.
Nella ripresa, subito padrone di casa pericolose: al 1′ cross basso di Hjohlman per Pasquali che calcia di sinistro sul primo palo, pallone a lato. Al 20′ occasione Brescia con il tiro di Brayda dalla distanza che colpisce la traversa. Progressivamente, col passare dei minuti, le squadre si allungano e la manovra del Brescia fa più fatica a venire fuori: al 31′ cross di Luana Merli per Fracas che calcia di prima, pallone debole. Al 36′ tiro di Razzolini dalla lunga distanza, pallone a lato. Al 43′ tiro di Hjohlman da posizione defilata, para Sacchi. Al 90′ proteste in area toscana da parte del Brescia per l’atterramento di Brayda da parte di Razzolini: il contatto sembra evidente, ma Migliorini lascia correre. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio: il Brescia infila il secondo pareggio consecutivo in questo avvio di campionato, e domenica prossima sarà di scena in trasferta sul campo del Genoa.

LE INTERVISTE – «Nel primo tempo avremmo sicuramente meritato qualcosa in più – il commento di Laura Armanni, vice allenatore del BCF -. Abbiamo avuto buone occasioni che non siamo riuscite a concretizzare, è mancato proprio il guizzo negli ultimi venti metri. Nel secondo tempo la partita è stata più equilibrata però resta il rammarico di non essere riuscite a sbloccare la partita. Alle ragazze non si può rimproverare nulla, hanno dato tutto, sono state brave. L’Arezzo ha giocato la sua partita, accorta, di contenimento».
«Ho avuto diverse occasioni, è vero, mi dispiace non essere riuscita a segnare perché era importante prendere i tre punti – le parole di Jenny Hjohlman – e purtroppo non ce l’abbiamo fatta. Allo stesso tempo però dobbiamo essere soddisfatte per la prestazione perché abbiamo giocato bene. Nel primo tempo abbiamo giocato benissimo. L’Arezzo è una squadra forte che non va sottovalutata. Nella ripresa abbiamo fatto più fatica anche perché quando non riesci a segnare diventa tutto più stressante, e abbiamo perso la lucidità che avevamo nel primo tempo. Ma la strada è quella giusta, dobbiamo continuare a lavorare e giocare come nel primo tempo di oggi e sicuramente essere più cattive in zona gol».
«Purtroppo non siamo riuscite – l’analisi di Caterina Fracaros – ma abbiamo fatto comunque una buona prestazione. Chiaramente ci rimane un po’ di amaro in bocca per il risultato, anche perché non dico che abbiamo fatto tutto noi, ma buona parte sì. Stiamo lavorando molto con mister Seleman sul concetto e sulla fiducia nel far girare il pallone, anche senza fretta per crearci gli spazi giusti, sicuramente miglioreremo anche sotto questo aspetto. Sono e siamo tutte fiduciose che continuando a lavorare così i risultati non tarderanno ad arrivare».

IL TABELLINO

BRESCIA-AREZZO 0-0

Brescia Lugli, Viscardi, Galbiati, Barcella, Fracaros, Brayda, Magri (29’ st Bianchi), Merli Cristina (19’ st Fracas), Hjohlman, Pasquali Sofia (29’ st Kustrin), Merli Luana. (Ferrari, Perin, Vavassori, Panza, Pietikainen, Ripamonti). Allenatore Armanni (vice allenatore, Seleman squalificato)

Arezzo Sacchi, Costantino, Paganini (23’ st Pirriatore), Zazzera, Verdi (10’ st Ceccarelli), Binazzi, Soro, Vicchiarello, Lorieri, Bassano (10’ st Cortesi, 29’ st Gnisci)), Razzolini. (Nardi, Tuteri, D’Alessandro, Gnisci, Pasquali Deborah, Fortunati). Allenatore Testini

Arbitro Migliorini di Verona. Assistenti Milillo di Udine e Bignucolo di Pordenone
Ammonite Vicchiarello, Verdi, Merli Luana, Viscardi
Note Centro Sportivo Mario Rigamonti. Calci d’angolo 3-3. Recupero pt 0’, st 5’.

Previous articleBaiardo: interviste a Simone Romei e Matteo Battaglia
Next article27° Slalom Città di Misilmeri, si corre il 2 ottobre