Home Calcio Calcio Femminile

Il Brescia Calcio Femminile travolge il Genoa per 4-0

0
Brescia Calcio Femminile
Genoa-Brescia Serie B femminile (Credit Genoa CFC)

ARENZANO (GE) – Arriva in Liguria e in riva al mare la prima vittoria in Serie B per il Brescia Calcio Femminile. Al comunale “Nazario Gambino” di Arenzano, le Leonesse giocano un match di alto livello e tornano a casa con un perentorio 4-0 ai danni del Genoa. In rete Luana Merli (doppietta, un gol su rigore), Fracas e Kustrin. Per Merli e Kustrin prime gioie stagionali.

LA GARA – Mister Seleman può sedersi per la prima volta in panchina dopo aver scontato la squalifica: il suo Brescia va in campo con il 4-3-3 con Lugli in porta; difesa formata da Viscardi, Galbiati, Perin e Fracaros; Brayda, Magri e Cristina Merli a centrocampo con Hjohlman, Fracas e Luana Merli in avanti. Arbitra Falleni di Livorno.
Il Brescia parte aggressivo: pressing altissimo a soffocare tutte le fonti di gioco delle padrone di casa che sbagliano tantissimo in disimpegno. Al 7′ il primo squillo è di Fracas che colpisce di testa da corner ma debolmente. Al 10′ il vantaggio del Brescia: segna Luana Merli che batte sul primo palo Macera su una bella imbucata di Hjohlman. Il gol incassato a freddo stordisce le rossoblu, e meno di due minuti dopo capitolano di nuovo: stavolta è Fracas a insaccare a porta vuota da due passi su assist di Luana Merli dopo lo splendido break e galoppata in avanti di Fracaros. Le Leonesse gestiscono palla con relativa facilità, rallentando e accelerando il gioco a piacimento: al 21′ ci prova Brayda dalla distanza, pallone largo. Al 27′ occasione Brescia con Hjohlman, che salta quattro avversarie ed entra in area ma la sua conclusione è centrale, Macera in due tempi fa suo il pallone. Al 31′ si fa vedere il Genoa: pallone perso da Brayda, Parodi entra in area e calcia in caduta, ma c’è l’intervento provvidenziale di Galbiati in corner. Sull’angolo seguente ancora Parodi a colpire sul primo palo ma Lugli è attenta. La risposta del Brescia non si lascia attendere: al 33′ Fracas va al tiro su suggerimento di Cristina Merli, ma la conclusione dell’attaccante originaria proprio di Genova è svirgolata. Al 43′ ci prova Magri dalla distanza, Macera para in due tempi. Al 45′ Genoa pericoloso con Bargi lanciata in profondità: Lugli esce ma non trova il pallone e viene colpita dall’attaccante in corsa. L’azione comunque era stata fermata per fuorigioco.
Nella ripresa il Brescia mette subito le cose in chiaro: al 2′ l’errore in disimpegno del Genoa favorisce Hjohlman che entra in area ma viene stesa da Parolo. Dal dischetto Luana Merli non sbaglia e spiazza Macera. Al 4′ colpo di testa di Brayda, pallone fuori di poco. Al 5′ occasione Genoa con il filtrante per Bargi che arriva davanti a Lugli ma è decisivo l’intervento in scivolata di Viscardi. All’11’ tiro di Magri dalla distanza, pallone centrale. Al 35′ il gol dello 0-4: segna Kustrin con un tocco sottomisura su assist di Brayda al termine di una mischia. Al 36′ pallone buono per Vavassori, servita in profondità da Magri: la conclusione dell’esterno però è svirgolata da buona posizione. Al 45′ Genoa pericoloso con Bargi che su un traversone da destra non riesce a deviare in porta.
Dopo tre minuti di recupero finisce tra gli applausi dei supporters del Brescia giunti ad Arenzano per sostenere le Leonesse: tre punti meritati che fanno morale per le ragazze di Seleman che vanno così alla sosta del campionato. Domenica non si gioca, Brescia che sarà impegnato venerdì sera al Centro Sportivo Mario Rigamonti in amichevole contro il Como.

LE INTERVISTE – E’ ovviamente soddisfatto mister Ashraf Seleman: «Sì, abbiamo fatto quattro gol, ma la cosa più importante è non averli subiti perché con un risultato del genere possono esserci cali di concentrazione e si rischia di subire un gol, rovinando la vittoria anche a livello di costruzione e mentalità. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo: nei primi 25 minuti, probabilmente, avremmo potuto fare anche il terzo, ma non siamo riusciti per poco. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo ci siamo un po’ perse: abbiamo rischiato di far rientrare loro in gara. Nel secondo tempo, siamo state brave e abbiamo fatto il terzo e il quarto gol. Abbiamo lavorato molto in settimana sulla pressione offensiva in fase di recupero palla perché sapevamo che loro sono una squadra molto giovane con grande gamba, per cui se avessimo dato loro la possibilità di giocare e ragionare, con la loro velocità, avrebbero potuto metterci in difficoltà. Per cui abbiamo fatto questa scelta: volevamo andarle a prendere e non farle giocare. Le ragazze hanno coperto bene le linee, con i tempi giusti. Ogni tanto, anche loro hanno giocato, ma fa parte del calcio: abbiamo preso delle ripartenze ma lo abbiamo accettato e comunque è andata bene. È una vittoria che cercavamo e la mia prima vera in campo. Sono contento. Oggi è bello. Domani penseremo al Verona, una squadra forte come la Lazio e il Napoli che puntano al vertice. Sarà una partita difficile e cercheremo, come oggi, di vendere cara la pelle».
Primi gol stagionali per Luana Merli: «Oggi era fondamentale vincere e portarsi a casa i tre punti, soprattutto per salire in classifica e fare morale tra tutte noi, proseguendo nel migliore dei modi. Sono riuscita a sbloccarmi e spero di continuare così. Sono contenta anche di aver contribuito a fare un assist a Teresa. Abbiamo lavorato in queste settimane per l’attacco e riuscire ad arrivare al match molto grintose. Dobbiamo ancora lavorare ancora su alcuni aspetti ma oggi era fondamentale aggredirle subito, dal pirmo minuto».
Primo gol anche per Zala Kustrin, attaccante della nazionale slovena: «Sono molto contenta di aver fatto il mio primo gol, soprattutto per aver aiutato la squadra a tornare a casa con tre punti importanti. Sì, la squadra è stata molto brava e compatta. Abbiamo giocato come una squadra e il risultato è arrivato. Ognuna di noi ha dato il massimo. Sapevamo che dopo due pareggi dovevamo vincere e ottenere i tre punti. Abbiamo dato tutto e siamo state brave».

IL TABELLINO

Genoa – Brescia 0-4
Genoa Macera, Bettalli (16’ st Luga), Abate, Fernandez, Parodi (16’ st Millqvist), Tortarolo (37’ st Lucafò), Papadopolou (16’ st Cambra), Bargi, Parolo, Monetini, Brscic (39’ st Traverso). (Parnoffi, Crivelli, Perna, Rossi). Allenatore Oneto
Brescia Lugli, Viscardi, Perin, Galbiati, Fracaros (27’ st Ripamonti), Brayda, Magri, Merli Cristina (16’ st Barcella), Hjohlman (32’ st Vavassori), Fracas (27’ st Pasquali), Merli Luana (16’ st Kustrin). (Ferrari, Pietikainen, Bianchi, Pedrini). Allenatore Seleman
Arbitro Leonardo Falleni di Livorno; assistenti Luigi Ingenito di Piombino e Gianluca Stella di Grosseto
Reti pt 10’ Merli Luana, 12’ Fracas; st 3’ Merli Luana (rigore), 35’ Kustrin
Note Centro Sportivo “Nazario Gambino” di Arenzano (GE). Calci d’angolo 2-4. Recupero pt 1’, st 3’.

 

Previous articleSwimtheisland Golfo dell’Isola, nella Super Combined vincono Furlan e Taddeucci
Next articleAl 7° Tindari Rally vittoria bis di Pollara – Mangiarotti