Home Altri sport Motori “LANA” E “LUCCA” DI SODDISFAZIONE PER RALLY REVOLUTION+1

“LANA” E “LUCCA” DI SODDISFAZIONE PER RALLY REVOLUTION+1

0
DELLA MAGGIORA ALESSIO-FARNOCCHIA SAURO, SKODA FABIA R5 #11

Lucca – Un doppio fronte di grande impegno, ma anche di ampie soddisfazioni, quello che la scuderia lucchese Rally Revolution+1, ha sostenuto nel fine settimana appena passato, impegnata in due diverse competizioni, di cui una valida per il Campionato Italiano Rally Asfalto, al 35. RallyLana a Biella e alla 57^ Coppa Città di Lucca.

 

Tornato, per il “giro di boa del Campionato tricolore al 35. RallyLana, Alessio Della Maggiora, fermo dallo scorso aprile, con al fianco Sauro Farnocchia sulla Skoda Fabia Rally2 della MM Motorsport, ha chiuso la contesa in 11^ posizione assoluta, affrontando la gara per la prima volta e confrontandosi con piloti che per la maggior parte avevano già corso la competizione biellese.

 

L’ex kartista lucchese ha chiuso “la pratica” di Biella a due secondi dalla decima piazza grazie ad una performance concreta, ben assecondato dall’esperto Farnocchia. Una condotta lineare ed efficace, quella del driver lucchese, che ha firmato cinque riscontri cronometrici dentro la top ten, sulle sette prove speciali disponibili. Vettura come al solito perfetta, quella messa a disposizione da MM Motorsport, per il computo finale, che poteva essere certamente in diverse posizioni più in alto, l’’unico fattore che è mancato è stato il dover riprendere gli equilibri al volante della Fabia, dopo tre mesi di stop.

 

L’impegno di Rally Revolution +1 era anche “casalingo”, schierando un ambo di vetture anche alla competizione casalinga di Lucca, con il “pezzo da novanta” Luca Pierotti, con al fianco Manuela Milli schierato su una Skoda Fabia R5 Evo anche essa di MM Motorsport. Vincitore della passata edizione della gara con la stessa vettura, l’avvocato lucchese era fermo proprio dal “Lucca” dello scorso anno e il tentativo di bissare non è riuscito, finendo al quarto posto assoluto. L’avversario principale di Pierotti è stato soprattutto l’anno di assenza dalle corse, che si è fatto sentire soprattutto a livello di condizione e di dover ritrovare il ritmo, per poter guidare al meglio la perfetta Fabia messagli a disposizione contro avversari arrivati al “Lucca” con già molte gare sulle spalle.

 

Altra presenza di “nome” era quella del gentleman Mario Lazzareschi, anche lui al via con una Fabia, firmata Roger Tuning. Il geometra lucchese, che si riproponeva con al fianco Kety Quiriconi l’edizione di quest’anno della gara anche per lui casalinga era quella dei trenta anni della sua prima volta che si è presentato al via, un traguardo notevole festeggiato con il nono posto sotto la bandiera a scacchi. Anche per Lazzareschi vale quanto detto per Pierotti, l’attività ridotta, non ha certo giovato per trovare il ritmo giusto alla guida di una vettura professionale come quella avuta a disposizione.

 

FOTO: ALESSIO DELLA MAGGIORA (Bettiol)