Home Altri sport Tennis Tavolo MARCOZZI TENNISTAVOLO

MARCOZZI TENNISTAVOLO

0

A1 sconfitta malamente a Torino  

LA PRIMA VERA BATOSTA

Per la prima volta in questo campionato la compagine cagliaritana assapora l’amaro retrogusto della sconfitta pesante. I campioni d’Italia del Cus Torino risolvono a loro favore la disputa con il minimo necessario, estromettendo temporaneamente gli avversari dalla zona play – off. Questa volta c’è davvero poco da recriminare perché i ragazzi allenati da Guo Yu sono scesi in campo con un atteggiamento apatico che purtroppo è perdurato nell’intero incontro.

A questo si aggiunga la strategia dei padroni di casa che girano la formazione inserendo come giocatore più forte l’ex Li Kewei, seguito da Gavlas e poi da Stoyanov. La Marcozzi risponde con Vozicky, Li Weilong e Tomasi.

Tra il pongista ceco e il difensore cinese non c’è storia, lo stesso Bohumil dichiarò recentemente che il tipo di gioco espresso dal suo vecchio compagno non gli è mai andato giù. Termina in quattro set: 11/9 – 9/11 – 11/8 – 11/4. Il peggio deve ancora arrivare con un Li Weilong completamente assente che in esclusiva stagionale non riesce a vincere neanche un set. L’impresa va attribuita ad Antonin Gavlas ma il giovine dagli occhi a mandorla impressiona per la sua indolenza 11/9 – 11/8 – 11/5).

Stefano Tomasi è incapace di allontanare il clima tempestoso che sta avvolgendo la sua squadra e opposto al suo compagno di nazionale Niagol Stoyanov si fa superare in tre partite anche se due sono vinte di misura (11/9 – 11/4 – 11/9).

Non rimane che assistere ad un altro inedito di Li Weilong nel massimo campionato: perdere due gare contro la stessa squadra. All’inizio sembra prendersi gioco di Li Kewei:

nel primo set conduce addirittura 1/9, poi la contesa si riapre ma fortunatamente l’ospite riesce ad aggiudicarselo (8/11). L’ex Marcozzi riaccende la disputa (11/9) e nel terzo conduce 7/0. Poi sul 9/3 Li Weilong si rende protagonista di un’incredibile rimonta, (9/11), che verrà vanificata nelle due partite successive. Vincerà Li Kewei ai vantaggi: (11/7 – 13/11).

La classifica è cortissima, fra nove giorni arriva l’Este, squadra che i marcozziani ultimamente non riescono a controllare. Il passaggio ai play – off dipenderà molto da questa partita che si giocherà di mercoledì perché la nazionale italiana (tra cui Tomasi) sarà impegnata in Slovenia per il Pro Tour dal 25 al 29 gennaio.

CAMPIONATO DI SERIE A1 MASCHILE 2011/12

Girone UNICO

I GIORNATA DI RITORNO

Domenica 22 GENNAIO 2012– ore 19 :00

Cus Torino – Via Quarello11/A – Torino

ASD CUS TORINO 4

Li kewei – Gavlas – Stoyanov – Li Kewei

MARCOZZI TENNISTAVOLO CAGLIARI 0

MARIO GABBA: “C’È STATA INCAPACITÀ DI REAGIRE”

Danno l’impressione di essere una squadra appagata, ma non si capisce bene per cosa”. Il presidente della Marcozzi Cagliari Mario Gabba preferisce parlare il giorno dopo perché la notte porta sempre consiglio. L’arrabbiatura, seppur più lieve, rimane: “Abbiamo sprecato troppe occasioni in questo campionato e quando sbagli una partita come questa, poi ti devi leccare le ferite”. Sull’atteggiamento della squadra ha molte cose da ridire: “Non mi sono piaciute tante cose, dall’approccio all’incapacità di reagire. E poi non siamo stati un autentico collettivo. Non ho visto incoraggiamento da parte di chi stava in panchina, anzi li ho visti che si allontanavano mentre giocava un loro compagno, come se fossero abulici”. Un Li Kewei come quello visto ieri avrebbe fatto comodo al team sardo: “Ha giocato bene senza fare cose mostruose, però rispetto all’andata è un altro pongista. Errori gratuiti non ne fa più. Ha preso palline incredibili in difesa. Forse neanche con noi aveva giocato così bene, a parte la gara disputata in coppa a Priego de Cordoba”. Ora il presidente è molto colpito dalla doppia debacle di Li Weilong: “Con Gavlas partiva sempre male, quando si rimetteva in carreggiata era ormai troppo tardi. Ha dei momenti di buio assoluto, come già fece vedere nell’ultimo incontro casalingo quando affrontò Bongini. Ma Li Kewei non si può affrontarlo con così tanta sufficienza. Tra cinesi gli attaccanti sembrano quasi prendersi gioco dei difensori. Proprio come ha fatto Li Weilong, solo che poi, all’improvviso, ha toccato il fondo”. Mario Gabba si mostra pessimista: “Credo che se si continua così non entreremo neanche nei play – off. Noi possiamo vincere con tutte ma non abbiamo un numero uno. Ci manca forse un leader capace di fare la differenza”. Sull’allenatore: “Guo Yu è adiratissimo perché la squadra non ha giocato. Si sono persi set incredibili. Ma dal momento del sorteggio ho capito che sarebbe stata una partita a noi non favorevole”. Sulla gara del primo febbraio: “Este è la nostra bestia nera. Mattia Crotti ha più volte dimostrato di essere in grado di battere sia Tomasi, sia Vozicky, tutto dipenderà da come verrà impostata la formazione”.

A2 MASCHILE: PAREGGIO A CASALBORDINO

Senza la presenza carismatica e non solo del tecnico Guo Yu i tre ragazzi di via Crespellani non vanno oltre il pareggio con una squadra ormai specializzata alle ics.

In terra abruzzese comincia Luigi Rocca che supera non facilmente De Tullio (11/7 -10/12 – 8/11 – 11/13). I cagliaritani raddoppiano con Stefano Curcio che si libera di Santoro dopo tre parziali (6/11 – 4/11 – 9/11). Il cinese di casa Li Weimin accorcia le distanze su Fabio Di Silvio (11/3 – 11/7 – 12/10). Poi il Casalbordino riacchiappa gli avversari grazie a De Tullio che deve fare gli straordinari con uno Stefano Curcio voglioso di fare punti (11/9 – 6/11 – 12/10 – 11/5). Il sorpasso dei padroni di casa avviene con Li Weimin, implacabile nei confronti di un pur sempre combattivo Luigi Rocca (13/11 – 11/3 – 12/14 – 11/5). Davvero pirotecnica l’ultima costola del match con il capitolino Fabio Di Silvio che trova il colpo di reni vincente per abbassare la guardia del duttile Santoro (9/11 – 11/8 -11/9 – 3/11 – 7/11). Il pareggio è così servito

CAMPIONATO DI SERIE A2 MASCHILE 2011/12

Girone UNICO

II GIORNATA DI RITORNO

Sabato 21 GENNAIO 2012– ore 18 :45

Palestra ITC – Via del Sole – Casalbordino (CH)

ASD P/P CASALBORDINO TENUTE ZINNI 3

LI WEIMIN – DE TULLIO – LI WEIMIN

MARCOZZI TENNISTAVOLO CAGLIARI 3

ROCCA – CURCIO – DI SILVIO

FABIO DI SILVIO: “SONO OTTIMISTA”

Fabio Di Silvio appare poco soddisfatto dopo il match: "Sono abbastanza amareggiato per la mia squallida prestazione con Santoro anche se ho vinto; con il cinese non sono entrato del tutto in partita e dei miei compagni penso che non abbiano creduto troppo nella vittoria, forse anche per il fatto che siamo stati lasciati soli in un campo molto ostico. Nel complesso dobbiamo accontentarci del pareggio e spero di far bene nel proseguo del campionato anche se sarò molto impegnato per la tesi di laurea. Sono comunque ottimista e vedo un motivo di stimolo il prossimo turno di Intercup”.