Home Altri sport

Mondiali Para-Archery: un pass per Parigi 2024 e 2 finali per l’oro con Bonacina e Pellizzari

Mondiali Para-Archery
Matteo Bonacina in finale per l'oro e pass conquistato per Parigi 2024 (Foto World Archery)

Dopo le quattro carte conquistate ieri ai Campionati Mondiali Para-Archery di Pilsen dai mixed team, oggi l’Italia si prende un altro pass per le Paralimpiadi di Parigi 2024 grazie a Matteo Bonacina nel compound open maschile, l’azzurro però non si ferma qui e conquista anche la finale per l’oro che lo vedrà sabato affrontare il britannico Macqueen alle 17,15. Impresa nel W1 di Asia Pellizzari che si giocherà il titolo mondiale domenica alle 11,19 contro la cinese Zhang.
Nel ricurvo open femminile, domani, Veronica Floreno avrà la possibilità di ottenere il secondo pass paralimpico di questa divisione attraverso il torneo di qualificazione “secondario”.

LE CARTE PER LE PARALIMPIADI AZZURRE – Al momento quindi questa è la situazione in vista dei Giochi francesi, l’Italia ha staccato 1 pass nell’olimpico open femminile, 1 nell’olimpico open maschile, 1 nel compound open maschile, 1 nel W1 maschile e 1 nel W1 femminile. Domani è in programma il torneo di qualificazione secondario con la possibilità di conquistare gli ultimi pass per Parigi 2024 a disposizione in questa rassegna iridata, dove sicuramente andrà in gara Veronica Floreno nel ricurvo open femminile.

I RISULTATI DELLE GARE INDIVIDUALI – Matteo Bonacina è il grande protagonista nel compound open della mattina mondiale a Pilsen. L’azzurro grazie alle vittorie con l’olandese Klaasen 145-135 e con il giapponese Watanabe regala all’Italia la carta per Parigi 2024 e poi avanza ancora battendo il cinese He 147-145 e lo statunitense Polish 139-137 approdando così in semifinale. La sfida con il belga Van Montagu è lunga ed equilibrata, ma l’azzurro riesce con le ultime tre frecce a prendersi il 140-138 che vale la finale per l’oro in cui affronterà il britannico Natahn Macqueen sabato alle 17,15.
Eliminato al secondo turno Giampaolo Cancelli dopo la sconfitta con l’indiano Swami 142-139.

Nel femminile escono tutte ai sedicesimi le azzurre, Maria Andrea Virgilio perde 138-132 con la coreana Choi, Eleonora Sarti si arrende 137-132 all’iraniana Asgari e Giulia Pesci viene sconfitta dalla britannica Stretton 135-126.

Asia Pellizzari si giocherà il titolo mondiale nel W1 femminile. L’azzurra ha battuto oggi in rapida successione 117-106 la statunitense Otto, 130-124 la padrona di casa Brandtlova e 126-124 la cinese Chen. Domenica alle 11,19 l’azzurra se la vedrà contro l’altra cinese Zhang nella finalissima.
Esce invece agli ottavi di finale Daila Dameno sconfitta 124-114 dalla britannica Kingstone.

Nel W1 maschile termina ai quarti l’avventura di Paolo Tonon, unico azzurro rimasto in gara. Per l’arciere, che ieri ha conquistato il primo pass olimpico della storia azzurra in questa divisione al maschile, oggi arrivano il successo 139-137 con l’americano Tabansky e la sconfitta 135-132 con il cinese Zhang.

Nell’olimpico open femminile sfiora la semifinale Elisabetta Mijno che dopo i successi 6-0 con l’americana Sternfeld e 6-2 con la colombiana Daza Guzman si arrende ai quarti alla Olszewska 6-4. La polacca è anche la giustiziera di Veronica Floreno agli ottavi con l’azzurra che perde allo shoot off 6-5 (8-8*) dopo aver battuto l’indiana Pooja 6-2. Niente da fare per Vincenza Petrilli, eliminata dalla coreana Jo 7-3 ai sedicesimi di finale.

Nella gara maschile esce di scena agli ottavi di finale Stefano Travisani battuto 6-4 dallo statunitense Mather dopo aver vinto 6-0 con l’arciere di Taipei Tseng. L’americano Mather ha la meglio anche su Roberto Airoldi per 6-0 con l’azzurro che in precedenza aveva battuto 6-0 il polacco Molik. Sfortunato Giuseppe Verzini che perde 6-5 (9-6) allo shoot off contro l’australiano Kenton-Smith.