Home Altri sport Motori

Niccolò Schirò domina gara-1 del Ferrari Challenge al Nurburgring

0
0a06fdb0290-2e92-45a6-98cf-9829fa66db5a

0a06fdb0290-2e92-45a6-98cf-9829fa66db5a

Grande weekend di Niccolò Schirò al Nurburgring, quinta tappa nel calendario del Ferrari Challenge Europe.

Il pilota lainatese in gara 1 del Trofeo Pirelli ha conquistato la sua seconda vittoria stagionale, dopo quella nell’appuntamento di apertura in Bahrain, con una prestazione perfetta: partito dalla pole-position, ottenuta in qualifica grazie tempo di 2’00″293, il portacolori del team Rossocorsa ha viaggiato al comando fino al traguardo, facendo il vuoto alle proprie spalle. A conferma della sua prova di forza, il giro più veloce marcato in 2’02″616.

Domenica mattina Schirò ha siglato il secondo crono in Q2, resa ancora più impegnativa dalla pioggia. Il successo nella prima corsa, in base al sistema di handicap previsto dal regolamento, lo ha però costretto a scattare dalla decima casella sulla griglia di gara 2. Niccolò ha poi battagliato per aggiudicarsi il sesto posto sotto la bandiera a scacchi, raccogliendo punti preziosi in ottica campionato, nonostante qualche danno all’aerodinamica rimediato della sua 488 Challenge in un contatto con un avversario.

L’appuntamento sul circuito tedesco ha rilanciato le ambizioni di titolo del 25enne lombardo, cancellando la sfortunata trasferta di Le Mans. Schirò è adesso secondo in classifica del Trofeo Pirelli con 103 punti, a -20 dalla vetta.

Per il Ferrari Challenge Europe comincia ora la pausa estiva, che si concluderà a fine settembre con il prossimo round sul tracciato di Imola.

Niccolò Schirò
“Sono contento di questo weekend, con la vittoria di gara 1 abbiamo confermato la nostra forza e ci siamo lasciati dietro la delusione per il ritiro di Le Mans. Non potevamo pensare ad una prestazione migliore di così, ringrazio il team Rossocorsa per l’ottimo lavoro di setup sulla mia 488. In gara 2 avremmo potuto nuovamente lottare per la prima posizione, ma il sistema degli handicap mi ha costretto a scattare decimo. Ho comunque dato tutto per risalire, nonostante una vettura non al meglio, e con il posto posto ho preso punti utili nella corsa all titolo. Ora ci godiamo la pausa estiva, pronti a tornare ancora più motivati a Imola”.

Previous articleI Royal Call – Queen Tribute in concerto alla Polisportiva San Nazario di Varazze
Next articleLa sfida Farcoz – Maguet accende la Chaligne Skyrace Sabato, a Sarre, la terza edizione del vertical