Home Altri sport Motori Pioggia di Coppe per la Casarano Rally Team

Pioggia di Coppe per la Casarano Rally Team

0
casarano
Francesco Marotta (Foto G. Cuna) FC M.Grecia '21

Casarano (Le) – Anche l’ultimo fine settimana di novembre regala grosse soddisfazioni alla Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team che ha schierato quattro suoi portacolori tutti al traguardo e tutti sul podio in due distinte manifestazioni.

Lungo i 1350 metri del percorso di gara disegnato sul miniautodromo Pista Fanelli di Torricella in provincia di Taranto, è andata in scena l’edizione numero cinque del Formula Challenge Magna Grecia, gara valida quale quarto e penultimo appuntamento del Campionato Italiano di specialità e dove la squadra diretta da Pierpaolo Carra ha saputo esprimersi nel complesso su ottimi livelli centrando il terzo posto nella classifica di Scuderia (un errore nella classifica ufficiale la riporta quinta con due piloti classificati, ma in realtà non è stato sommato il tempo del terzo pilota messo in classifica separatamente al decimo posto). Al termine di una gara condotta con costanza e solidità Paolo Garzia alla guida della sua Citroen Saxo Vts ha centrato la vittoria tra le vetture di gruppo N e di conseguenza nella classe 1600 riscattando così l’opaca prestazione della settimana scorsa allo Slalom Selva di Fasano. Il pilota di Parabita ha realizzato il suo tempo di classifica, che lo ha visto posizionarsi in termini assoluti al tredicesimo posto, nelle prime due manche riuscendo a siglare il suo miglior riscontro cronometrico di giornata nel corso della prima tornata chiusa sotto ai cinque minuti. Ininfluente ai fini della classifica il ritiro avvenuto nel corso della terza manche per via di un problema alla pompa della benzina. Ennesima prestazione da incorniciare anche quella ottenuta da Francesco Marotta che fin dalle prove ufficiali mette in chiaro le sue intenzioni e dopo le prime due manche in cassaforte il primato nel Gruppo Speciale Slalom e nella classe S5. Al volante della Peugeot 106 16v preparata da Ferrara Motors, il pilota di Cavallino fa tutto ciò che è nelle sue possibilità realizzando il suo miglior riscontro nel corso della prima manche e centrando la top ten assoluta nella terza. Chiude la gara in quindicesima posizione assoluta. Ma nonostante la quarta doppia vittoria (gruppo e classe) in altrettanti appuntamenti di campionato, anche in questa occasione Marotta mette insieme nella corsa scudetto un magro bottino punti che lo allontana dalle primissime posizioni occupate fino a dopo il terzo round. Come già accaduto domenica scorsa a Sarno anche in questa circostanza a penalizzarlo è stato l’esiguo numero di partenti nella classe. Ha invece faticato più del dovuto nel prendere le debite misure ai birilli Daniele Ferilli, attardato in classifica proprio a causa delle penalità subite nel corso della prima e della terza manche. Al volante della Citroen Saxo Vts 16v il driver di Casarano ha ottenuto la sua miglior prestazione in gara due, che sommata al tempo realizzato nella manche conclusiva hanno determinato la ventiseiesima posizione nella classifica finale assoluta e la conquista del terzo gradino del podio nel gruppo Racing Start Plus e nella classe 1.6.

Sono tanti i sorrisi sui volti degli appartenenti alla Casarano Rally Team anche dopo la sesta edizione del Tindari Rally disputato in terra di Trinacria, e dove a rappresentare il sodalizio salentino è stato Davide Ardiri assistito alle note da Giuseppe Buscemi. L’equipaggio messinese-agrigentino si è reso autore di una grande prova che lo ha portato a rimontare diverse posizioni perse a seguito dell’errata scelta di gomme sulla ps3. In gara sulla Renault New Clio Sport della LB Tecnorally, Ardiri e Buscemi hanno ultimato la gara cogliendo il decimo posto assoluto, aggiudicandosi la classe R3C e giungendo quinti tra gli equipaggi in gara su vetture a due ruote motrici, centrando quindi gli obiettivi che si erano prefissati e concludendo nel migliore dei modi la stagione agonistica numero quindici del driver originario di Sant’Angelo di Brolo.

Previous articlePoca fortuna per la Island Motorsport al Tindari Rally
Next articleCon lo stilista Luca Moretti la creatività in Liguria vola a Versailles