Home Sport acquatici

Sabato prossimo l’Unione Sportivi Subacquei “Dario Gonzatti” festeggia i suoi primi 75 anni

Unione Sportivi Subacquei Dario Gonzatti
Subacquea Gonzatti

Settantacinque anni di scoperte per la conquista del fondo del mare, settantacinque anni di successi agonistici. Compleanno speciale per l’Unione Sportivi Subacquei “Dario Gonzatti” che sabato, a partire dalle 15, festeggia presso la propria sede sociale di via V Maggio 2/C.

E’ la prima associazione sportiva dilettantistica del settore della subacquea fondata in Italia e nel Mondo. E’ oggi un eccellenza nazionale mondiale nel settore del nuoto pinnato (allenatore Massimo Verdoya) dell’apnea dinamica (allenatore Fabio Benevelli) e dell’orientamento subacqueo (allenatore Giuliano Campanile).

Nel 1948 nasce su iniziativa di Cressi, Gasco, Ferraro, Foroni, Marcante, Pastorino, Stuart Tovini e Rossi. Tutti appassionati del mare desiderosi di ricordare l’amico Dario Gonzatti, tragicamente scomparso l’anno prima in occasione di un’immersione con l’ARO. Sport, sociale, protezione dell’ambiente e del patrimonio ittico: sono le prime mission di una società capace di creare subito un forte movimento associativo con 600 soci e sezioni in varie nazioni del mondo (Svizzera, Libia, Argentina, Brasile). Sono i dirigenti dell’USS Gonzatti a elaborare istruzioni e regolamenti per le gare nazionali e internazionali di specialità nella pesca, nel nuoto pinnato e nell’orientamento subacqueo. Didattica e metodologia subacquea nascono qui così come le antesignane delle successive scuole federali di immersione basate su metodiche interdisciplinari elaborate e codificate dai soci Ferraro e Marcante.

L’impegno della Gonzatti nella promozione della subacquea si riflette nell’innovazione prodotta in numerosi campi anche extrasportivi. E’ da un’intuizione di Marcante che nasce, nel 1954, la realizzazione e posa del Cristo degli Abissi nella rada di San Fruttuoso per ricordare i Caduti “in mare e per il mare”. Ricollegata all’USS Gonzatti è anche la dotazione di specialisti sommozzatori da parte di Vigili del Fuoco, Carabinieri e Guardia di Finanza. Le immersioni sono funzionali anche ad altri campi: lo sfruttamento del fondo marino e dello strato acqueo per la coltivazione delle alghe e l’acquacoltura e del sottosuolo per gli idrocarburi e minerali metallici. La medicina subacquea nasce e si sviluppa Genova grazie alla collaborazione tra uomini della Gonzatti e intraprendenti medici quali Zannini, Odaglia e il prof. Molfino. In ambito editoriale si ricorda l’inserto sullo Sport Subacqueo (1948) e la rivista Mondo Subacqueo (1950).

I primi successi agonistici europeo e mondiale appartengono rispettivamente a Gianni Roghi, vincitore a Sestri Levante nel 1954, e a Mario Catalani, capace di affermarsi a Lussinpiccolo. Dal 2005 a oggi, quattro atleti conquistano medaglie agli Europei e ai Mondiali nel nuoto pinnato: Elisa Mammi, Federica Verdoya, Marco Campanile, e Margherita Forno. A livello tricolore, brillano Achille Pinto, Alessia Simoni, Angelo Sciacca, Beatrice Gentile, Beatrice Serra, Chiara Cazzulani, Davide Cipolla, Diego Rubiera, Enrica Guazzi, Elisa Mammi, Elisa Marchelli. Da ricordare anche le prestazioni di Federica Verdoya Flavia Larosa, Francesca Roncaglia, Gianluca Battaglino, Giorgia Ambrosetti, Giulia Mandich, Giulia Massa, Giulia Petreti, Giuseppe Fusto, Jacopo Verdoya, Lorenzo Abolafio, Marco Campanile, Margherita Forno, Matteo Strazzera, Mattia Mosca, Milena Guazzi, Nicolò Papini, Tomaso Forno, Simone Frache, Stefano Gentile. I medagliati europei e mondiali dell’apnea dinamica sono Alberto Giannini, Angelo Sciacca, Cristina Francone, Giuseppe Fusto, Martina Mongiardino e Natasha Leisi. A distinguersi nell’orientamento subacqueo, Alessia Simoni, Beatrice Serra, Marco Campanile e Mattia Mosca. Numerosi i primati nazionali e mondiali stabiliti in questi primi 75 anni di storia. Nel nuoto pinnato, nove record italiani individuali e due record italiani staffette. Nell’apnea dinamica dodici record mondiali ed europei, ventisette nazionali e uno svizzero. Nell’orientamento subacqueo un record mondiale. Oggi l’USS Dario Gonzatti può contare su 240 soci e ogni anno il suo impegno non riguarda solo il campo agonistico e promozionale ma anche organizzativo grazie a due importanti manifestazioni: il Trofeo Dario Gonzatti e il Trofeo Luigi Ferraro.

Sabato prossimo la festa per i 75 anni dell’USS Gonzatti, alla presenza delle autorità istituzionali politiche e sportive, si aprirà alle 15 con il benvenuto del presidente Eugenio Trestin e l’illustrazione della mostra fotografica. Seguiranno la benedizione, l’illustrazione della storia sociale da parte di Paolo Ferraro, una dimostrazione da parte degli atleti presentata da Massimo Verdoya.

Sarà un week end intenso. Domenica l’USS Gonzatti partecipa allo Sport City Day promosso da Comune di Genova e Municipio Levante. L’evento H2O 360° nasce per presentare e far provare a chiunque le discipline acquatiche praticate dalla USS Dario Gonzatti. In copertina gli sport acquatici a “360°” ovvero in superficie (nuoto pinnato, SUP) e sotto l’acqua (orientamento subacqueo, apnea dinamica). Nel tratto di mare antistante la sede sociale (via 5 maggio 2c), dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18, sarà possibile provare pinne e monopinne, avere un primo approccio con il SUP, apprendere come utilizzare le speciali attrezzature per l’orientamento subacqueo (bombola, bussola e contametri) e conoscere le tecniche di nuotata in apnea sia senza attrezzatura sia con pinne. I partecipanti saranno seguiti da istruttori qualificati.