Home Altri sport Motori

Scettri firma la classe al Città di Scorzè

scettri
Valerio Scettri (Foto Fotosport)

Ospedaletto Euganeo (PD) – Sono passati ormai cinque anni dalla nascita del progetto Irontech Motorsport e quale miglior modo per festeggiare questa importante ricorrenza se non dal gradino più alto del podio, nella gara dove tutto ha preso vita.

Lo scorso fine settimana è andata in scena la diciannovesima edizione del Rally Città di Scorzè, tappa della Coppa Rally ACI Sport di quarta zona che anticipa, come da tradizione, le vacanze.

Il pilota di Este Valerio Scettri, a bordo dell’intramontabile Renault Clio Williams gruppo A ed affiancato da Roberto Segato alle note, lamentava una lieve perdita d’olio durante lo shakedown del Venerdì.

“Dopo il secondo posto del Due Valli 2021” – racconta Scettri – “avevamo deciso di affrontare tutta la quarta zona di CRZ ma, al Piancavallo, abbiamo avuto problemi di natura tecnica e, saltando poi il successivo Valli della Carnia, abbiamo sostanzialmente detto addio ad ogni sogno di gloria. La presenza a Scorzè è un qualcosa di molto particolare perchè qui, cinque anni fa, abbiamo dato il via all’avventura di Irontech Motorsport. Durante lo shakedown abbiamo accusato una piccola perdita, a causa di un paraolio, ma i nostri ragazzi hanno risolto il problema, permettendoci di affrontare l’attesa speciale spettacolo nella ex base militare.”

La dea bendata sembrava avere messo nuovamente nel mirino l’alfiere del sodalizio patavino e, pochi istanti prima della partenza, un principio di incendio metteva alla prova la sua freddezza.

“Allo start della prima speciale del Venerdì” – sottolinea Scettri – “i commissari ci hanno fermato perchè il catalizzatore aveva fatto prendere fuoco al paraurti. Io e Roberto siamo scesi, di corsa, ed abbiamo spento il principio d’incendio. Siamo ripartiti ma, nel turbinio della situazione che si era creata, eravamo deconcentrati. Temevamo che il problema si potesse ripresentare.”

Arrivati al controllo stop con un sorprendente secondo tempo di classe, nonostante il fuoriprogramma, Scettri capiva che le carte in regola per poter lottare erano nel proprio mazzo.

L’atestino faceva suoi tre, dei primi quattro, impegni al Sabato pomeriggio, andando al comando con il solo Alessandri che riusciva a contenere il divario, già attorno al mezzo minuto.

La seconda metà di giornata viveva su un vero e proprio monologo del pilota della francesina da rally, firmatario in tutte le rimanenti prove speciali in programma, nell’ambito della classe A7.

Una vittoria netta, sfiorando la top ten di RC4N, che gratifica anche un gruppo speciale di tifosi.

“Grazie al lavoro di Diego, Gianni e Denis siamo ripartiti all’attacco al Sabato” – conclude Scettri – “ed abbiamo vinto quasi tutte le prove speciali, tranne una. Ci siamo divertiti tantissimo. Un grazie, di cuore, ai venticinque miei collaboratori che sono scesi in massa a Scorzè, griffati Irontech e pure con le bandiere, per fare il tifo per noi. È stato un orgoglio per me ed anche la giusta spinta per regalare loro la vittoria. Grazie a tutti quelli che ci sono stati vicino a Scorzè.”