Home Altro Varie

“Sintesi”, l’Ep d’esordio del giovane cantautore genovese JELO

0
Jelo
Jelo

“Sintesi” è l’Ep d’esordio del giovane cantautore genovese JELO, che racconta una generazione partendo dalle sue esperienze personali.

Esattamente come nel suo significato primario “Sintesi” vuole rappresentare l’unione di molteplici aspetti della realtà vissuta dal suo autore. Pensieri ed esperienze individuali che possono essere condivise o condivisibili.
I cinque brani che lo compongono toccano sia macro-questioni che riguardano le persone nella loro generalità, sia aspetti più intimi e introspettivi.

«La mia più grande aspirazione con questo progetto è quella di dare uno spunto di riflessione rispetto a sé stessi e verso ciò di cui si sente parte» Jelo.

Track by track

Serenità
Come tutte le intro si presenta con uno stile un po’ particolare e leggermente discostato dal resto del progetto. Strizza l’occhiolino al cantautorato italiano, nello specifico a Paolo Conte, con una lentezza e chiarezza di concetto molto ricercata.
A livello concettuale le parole invitano a guardare l’altra faccia della medaglia, a trovare quel punto di vista diverso dal senso comune che permette di capire qualcosa di più, di trovare serenità dove apparentemente non c’è.

Smetto presto
La traccia ha uno stile molto crudo in cui il sound generale e la linea strumentale sono fondamentali per la resa emotiva del brano.
Il testo esprime aggressività, rabbia e presunzione, rappresentando quella visione del mondo e delle generazioni moderne secondo cui i giovani hanno solo fretta di avere e presumono di sapere già tutto grazie alla facilità di connessione e all’utilizzo della rete. È una sorta di provocazione a tutti coloro che vedono le nuove generazioni in questo modo.

Ti va di farmi felice?
In questo brano l’originalità stilistica è cercata nel contrasto tra la parte strumentale rivolta al pop rock e il testo interpretato con una matrice rap, soprattutto nelle strofe. Alla base l’ottimismo di chi ha capito che la sofferenza, pur avendo un ruolo nella vita, non è tutto, ed un sorriso può generare felicità.

In eterno
In questo brano la produzione è affidata a un giovane ragazzo milanese – Davide Gasbarro – che si è ispirato alla produzione di “Fantasmi” di Dj TY1. Da quella prima produzione è nato il testo.
La seconda strofa e il ritornello sono dedicati al fantasma più vero per Jelo: il nonno, che non c’è più. Nel contesto più ampio di Sintesi “In eterno” simboleggia la parte rancorosa e timorosa di ognuno di noi e della nostra collettività, che ha paura di staccarsi dal passato.

Per cosa tremi?
Nasce dall’esperienza di andare a vivere da solo. La prima parte del testo è stata scritta appena trovata casa a Milano, la seconda durante la prima notte nella casa nuova. Il pezzo parla di paure e del viaggio per sconfiggerle
La sintesi perfetta della canzone è contenuta nel ritornello: a prescindere da quanto sia personale o universale, ascolta per cosa tremi e chiedilo agli altri.

Etichetta: Koolbeat
Release Ep: 2 dicembre 2022

www.instagram.com/jelo.cvlto/

BIO
Jelo è una parte di Luca Hardonk, nato a Genova alla fine del 2002.
Inizia a scrivere durante l’adolescenza, in un periodo burrascoso e di abbandono scolastico e, seppur questa sorta di “insicurezza” lo accompagna ancora, ha imparato a conviverci ed a farne la propria forza.
Cresce ascoltando il cantautorato italiano, il rock ed il pop, successivamente si avvicina al mondo trap e al rap, Ghali e Gemitaiz prima e Izi, Ernia e Madame, poi.

 

Previous article“From the Moon”, il nuovo singolo di Mike Atom
Next article“Never Give It Up”, il nuovo singolo di Catalano vs Coppola & Cicco DJ