Home Altri sport Tokyo – Due quinti posti per il pararowing italiano

Tokyo – Due quinti posti per il pararowing italiano

0
Tokyo

TOKYO – Al termine della tre giorni di regate dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, sul bacino del Sea Forest Waterway, l’Italia del canottaggio torna a casa con due quinti posti ottenuti nel doppio PR2Mix, di Chiara Nardo e Gianfilippo Mirabile, e nel quattro con PR3Mix, di Greta Elizabeth Muti, Lorenzo Bernard, Alessandro Brancato, Cristina Scazzosi e Lorena Fuina al timone.

A vincere nel doppio è stata la Gran Bretagna seguita sul podio da Olanda, seconda, e Cina, terza con la barca azzurra che nella prima parte è rimasta nel gruppo e poi nei secondi mille è stata staccata dalle battistrada e si è piazzata quinta dietro all’Ucraina.

Nel quattro con, invece, è stata ancora la Gran Bretagna a vincere con un ampio vantaggio sugli Stati Uniti, arrivati secondi mantenendo la stessa medaglia d’argento ottenuta alle Paralimpiadi di Rio. La Francia è giunta terza, prima medaglia in questa specialità, mentre al quarto posto si è piazzata l’Australia e alle spalle, quinta, l’Italia.

Due quinti posti che, in ogni modo, sono la dimostrazione che anche se esordienti a livello Paralimpico, i sette atleti hanno dimostrato di essere comunque competitivi migliorando al passaggio di ogni fase. Con l’appuntamento Paralimpico l’Italia del canottaggio non si ferma e la prossima fine settimana sarà in gara in Polonia, a Kruszwica, per disputare gli Europei Under 23.

Previous articleVarazze – Mostra fotografica di Daneluzzi e Cocco
Next articleParalimpiadi Tokyo 2020: estasi azzurra