Home Altro Varie

“Tra Legno e Acqua”: aperte le iscrizioni al Convegno sulle Imbarcazioni d’Epoca

0
imbarcazioni d’epoca

Dopo due edizioni annullate a causa della pandemia, sabato 28 gennaio 2023 torna a Varese il Convegno nazionale sulle imbarcazioni d’epoca e storiche organizzato dall’AVEV, l’Associazione Vele d’Epoca Verbano che in questa occasione festeggia anche il decennale della fondazione. Chiunque potrà partecipare all’evento, organizzato presso l’ultracentenario Palace Grand Hotel della città lombarda raggiungibile in 40 minuti di auto da Milano. Tredici le relazioni in programma su argomenti riguardanti la costruzione navale in legno, la realizzazione delle vele, la propulsione elettrica e i restauri di barche tradizionali. Chi lo vorrà, nella giornata di domenica potrà visitare le Officine dell’Acqua, sul Lago Maggiore. Iscrizioni online con posti limitati.

A VARESE IL CONVEGNO NAZIONALE SULLE IMBARCAZIONI D’EPOCA
La conservazione e valorizzazione del patrimonio nautico e delle sue tradizioni. Questo l’obiettivo della prossima ottava edizione di “Tra Legno e Acqua”, il più importante Convegno Nazionale sul Recupero e la Valorizzazione delle Imbarcazioni d’Epoca e Storiche che sabato 28 gennaio 2023 torna presso il Palace Grand Hotel di Varese dopo due anni di stop dovuti alla pandemia. L’evento è organizzato dall’AVEV, Associazione Vele d’Epoca Verbano, con il contributo della Regione Lombardia, il Cantiere Ernesto Riva di Como, la Veleria Zaoli, Agricole Gussalli Beretta, Studio Giallo, Cromatura Cassanese e la Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus. L’evento si svolgerà dalle 9 alle 18 presso il Palace Grand Hotel di Varese, splendido edificio in stile Liberty posto in cima alla collina dalla quale si domina il Lago di Varese, a soli 40 minuti da Milano e a poca distanza dalla Svizzera e dai Laghi Maggiore e di Como. Domenica 29 gennaio chiunque lo desideri potrà ritrovarsi a Laveno Mombello, sulla sponda orientale del Lago Maggiore a 30 minuti da Varese, per una visita guidata alle Officine dell’Acqua, la struttura recuperata da AVEV oggi adibita a centro di aggregazione delle tradizioni navali e museo di barche storiche.

POSTI LIMITATI, IL LINK PER ISCRIVERSI AL CONVEGNO
La partecipazione all’8° Convegno Nazionale “Tra Legno e Acqua” è aperta a tutti, ma i posti sono limitati ed è richiesta l’iscrizione online al seguente link: https://www.veledepocaverbano.com/tra-legno-ed-acqua-2023/ . Ogni iscritto riceverà il kit congressuale, la colazione, i coffee break e il pranzo al tavolo presso il Ristorante del Palace Grand Hotel di Varese, che ha previsto convenzioni per chi desidera soggiornare dalla sera precedente. La quota di partecipazione potrà essere corrisposta anche tramite il veloce e pratico sistema di pagamenti Paypal.

LE RELAZIONI
Tredici le relazioni che si alterneranno nel corso della giornata, di lunghezza variabile tra 10 e 20 minuti l’una. Gli argomenti riguarderanno la costruzione navale in legno, le tecniche di rilievo degli scafi storici, le tipologie di compensati marini impiegati nella nautica, il mestiere del Maestro d’Ascia. Si parlerà delle vele di Tuiga, la barca d’epoca del 1909 del Principe Alberto di Monaco, delle lance a remi dell’Amerigo Vespucci e di propulsione elettrica. Verrà inoltre presentata la riedizione di un quaderno di appunti di un maestro d’ascia spezzino di fine Ottocento e annunciata la prima edizione del Classic Boat Show, Salone della nautica tradizionale in programma dal 19 al 21 maggio 2023 al Marina Genova.

SOGGIORNARE IN CONVENZIONE AL PALACE GRAND HOTEL
Chiunque desideri presenziare a Varese fin dalla giornata di venerdì 27 gennaio, oppure trattenersi in città al termine dell’evento, potrà approfittare della convenzione stipulata con il Palace Grand Hotel di Varese dove si svolgerà il convegno (https://varese.ipalazzihotels.com/). I partecipanti potranno prenotare una camera singola (70 euro/notte), doppia uso singola (85 euro/notte) o doppia standard (90 euro/notte), che comprende il pernottamento, parcheggio, prima colazione a buffet, wi-fi, palestra. Soggiornare a Varese può rappresentare un’ottima occasione per scoprire le bellezze di un territorio ricco di storia e di borghi antichi affacciati sui Laghi Maggiore e di Varese.

CONVEGNO AVEV 2023 – I RELATORI E IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Patrocinatori del convegno saranno l’Università degli Studi di Genova, AMMM Associazione Marittima Musei del Mediterraneo, Rotary Sesto Calende Angera, Yacht Club Italiano di Genova, Associazione Vele Storiche Viareggio, Gestione Navigazione Laghi, ASDEC Associazione Scafi d’Epoca e Classici, AIVE Associazione Italiana Vele d’Epoca, FIBaS Federazione Italiana Barche Storiche e ISTIAEN Istituto Italiano di Archeologia e Etnologia Navale. Ecco il programma dettagliato della giornata:

09.00 Perfezionamento iscrizioni, consegna pass e breakfast di benvenuto
09.30 Apertura lavori
Giuseppe Armocida (storico locale) – Paolo Sivelli (Presidente AVEV)
10.00   Nababbo IV
Federico Lenardon (Maestro d’Ascia, progettista e costruttore navale)
10.30   Salviamo l’insalvabile, tecniche di rilievo
Stefano Medas (Specialista in archeologia ed etnografia marittima)
11.00 Classic Boat Show
Giuseppe Pappalardo (CEO Marina Genova)
coffee break
11.30   Il compensato marino
Adriano Lodi (Marine Plywood)
12.00   L’idrottero di Forlanini
Cesare Cardani (Docente di Scienze e Tecnologie Aerospaziali)
12.30   Appunti di un Maestro d’Ascia
Corrado Ricci (Giornalista)
aperitivo e pranzo al tavolo
14.30   La gondola tra tradizione ed innovazione
Saverio Pastor (Maestro d’arte, Presidente El Felze)
15.00   Le lune del legno
Mikel Leyun Perez (Carpentiere del legno)
15.30 Le vele del Tuiga 1909
Rossana Paloschi Zaoli (Velaio)
coffee break
16.00   Propulsione elettrica, futuro o realtà
Andrea Giuriato (Progettista elettronico)
16.30   I Palischermi di Nave Vespucci
Cesare Cortale (Maestro d’Ascia)
17.00   Il ritorno dell’Inglesina
Adriano Musitelli (Responsabile Progetti AVEV)
17.15 La nuova vita di Elda
Michele Schiesaro (Disegnatore navale nautico)
Chiusura lavori

www.veledepocaverbano.com

Previous articleCinquina degli Juniores del Levanto nel derby provinciale
Next articleCortinametraggio e DOC-COM: i corti conquistano le Dolomiti