Home Altro Varie

Triumph presenta “Her Story” in occasione della Giornata Internazionale della Donna

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, il progetto “Her Story” di Triumph, cerca di catturare la femminilità attraverso l’obiettivo di una fotografa di talento, Milena Baeza. Nella sua serie di ritratti, ci offre un raro sguardo sulle vite e sugli ambienti personali di diverse donne, tutte con una storia diversa e unica da raccontare, ma con una caratteristica comune: l’essere donna.

Dall’intimità dei loro spazi personali ai momenti condivisi con i propri cari, ogni fotografia racconta la loro storia, del tutto personale, che mette in luce il ricco spettro di esperienze e conquiste che hanno plasmato le loro vite e la loro femminilità.

Anche se una foto può catturare mille parole, la vera essenza della femminilità si trova al di là della cornice. Risiede nello spirito, nell’individualità e nella determinazione inarrestabile di ogni donna a scrivere la propria storia, a sfidare

le aspettative e vivere nella propria pelle, nel proprio corpo, nella propria verità.

“Her Story” serve a sottolineare che non esiste un’unica definizione di ciò che significa essere una donna, abbracciando la bellezza della diversità e onorando il potere dell’individualità di ogni donna.

HANNAH
INSEGNANTE DI YOGA E TERAPEUTA
Hannah è madre, insegnante di yoga e psicoterapeuta somatica integrativa. Ama riunire le donne, soprattutto le neo-mamme. Far parte di una comunità di fiducia è fondamentale per Hannah per sentirsi sicura e radicata nella vita.

“Affrontare una gravidanza, diventare madre significa conoscere un corpo completamente nuovo, attraversare tutti quei cambiamenti e poi dover tornare a casa. Questo viaggio è enorme e travolgente, nessuno ti prepara davvero per questo ed è in continua evoluzione”.

LOLA
PERFORMER
Lola ha iniziato il suo viaggio verso la femminilità 3 anni fa, è una performer. Sta ancora imparando a conoscersi e non ha voglia di affrettare i tempi. Sapendo di avere un grande viaggio davanti a sé, a volte si sente piuttosto sopraffatta.

“La mia casa è il palcoscenico, dove mi sento più sicura di me stessa”.

“Il mio corpo cambia costantemente sotto l’occhio della società. Le mie insicurezze sono vissute da tante donne. Il segreto è non dare loro il valore e l’importanza che gli altri vogliono dare”.

CRISTIANA
FOTOGRAFO
Cristiana è una fotografa. Lavora per marchi di moda, musicisti e artisti. È conosciuta per i suoi ritratti che scatta nei quartieri sociali e per i suoi autoritratti in cui esplora il proprio corpo e abbraccia la propria bellezza come mezzo di espressione personale. Negli ultimi anni ha iniziato a ritrarre altre donne e le ha aiutate ad acquisire fiducia nel proprio corpo.

“La femminilità significa essere se stessi, essere autentici”.

ANITA
PRODUTTRICE MUSICALE
Anita è una produttrice musicale e fa musica da sola. In un settore piuttosto dominato dagli uomini, ha dovuto trovare la sua strada all’interno dell’industria e ritiene che le donne debbano avere un maggiore controllo della propria immagine, essere consapevoli e creare una narrativa intorno a se stesse.

“Il mio corpo è molto di più di ciò che consideriamo convenzionalmente attraente e posso decidere io come valutare il mio corpo” “Non si tratta solo di estetica, ma anche di funzionalità e dell’arte che si può creare con esso”.

“non c’è un modo giusto di essere donna, ed è una sensazione piuttosto liberatoria”.

ISABEL E BEATRIZ
Beatriz e sua madre Isabel condividono un legame molto stretto. Beatriz ha un proprio marchio di gioielli. Ha imparato la tecnica durante i suoi viaggi in India e trae molta ispirazione dalla moda e dai suoi viaggi. Sua madre è la sua musa e ha aperto la strada alla sua esplorazione creativa.

“Sono circondata da donne straordinarie, l’amicizia e il legame sono fondamentali per me come donna”.
Isabel è madre di due figli e creator. Crea cibo nella sua cucina per eventi VIP esclusivi. Crescere due figlie ha significato per lei essere sempre sincera e trasparente.

“Guardo al giorno successivo con energia positiva e non con risentimento, il che mi fa andare avanti”.