Home Altro Varie

Un nuovo servizio alla Casa della Salute delle Piagge a Firenze per le famiglie

0
Casa della Salute Le Piagge
Casa della Salute Le Piagge

Firenze – Un nuovo progetto che mette al centro le famiglie vulnerabili con bambini e adolescenti che vivono alle Piagge, rafforzando lo sportello di orientamento ai servizi all’interno della Casa della Salute e supportando il personale socio-sanitario nella presa in carico di vulnerabilità.

Figure chiave di questo percorso, che dedicherà particolare attenzione alle famiglie straniere, saranno le facilitatrici di comunità di lingua albanese e cinese che, oltre ad animare lo sportello, si muoveranno negli spazi pubblici per veicolare informazioni sulle modalità di accesso ai servizi, le opportunità, i diritti e i doveri.

Sono questi gli elementi principali del progetto realizzato dal Centro di Salute Globale dell’AOU Meyer e da attori del terzo settore attivi da anni sul territorio come Oxfam Italia e Consorzio Martin Luther King, attraverso la firma di un protocollo di intesa che vede la partecipazione dell’Azienda Usl Toscana Centro e della Società della Salute di Firenze.

Alla presentazione, questa mattina, erano presenti: Sara Funaro, Assessora all’Educazione, welfare e immigrazione del Comune di Firenze, Maria José Caldés, Direttrice del Centro di Salute Globale, Alberto Zanobini, Direttore generale del Meyer, Giulia Naldini, Responsabile Casa della Salute Le Piagge Azienda Usl Toscana Centro, Marco Nerattini, direttore Società della Salute Firenze, Roberto Barbieri, Direttore generale di Oxfam Italia, Alessandro Sansone, Presidente del Consorzio Martin Luther King.

“Un progetto che mette insieme tutti i principali soggetti del territorio che hanno a cuore l’integrazione e l’inclusione dei più fragili a rischio marginalità – dichiara l’assessore al welfare Sara Funaro – e che contribuirà ad ampliare l’offerta per i più giovani, dai bambini ai ragazzi, e gli stranieri con mediatori specifici”.

“Il progetto rientra nel mandato del Centro di Salute Globale che mira ad operare nel contrastare le diseguaglianze nell’accesso alla salute delle popolazioni più svantaggiate dal punto di vista socio-economico, non soltanto tra il nord e il sud del mondo, ma sempre di più all’interno dei nostri territori” dichiara Maria José Caldés, Direttrice del Centro di Salute Globale.

“Il progetto – dichiara Giulia Naldini – offre una nuova opportunità alla Casa della Salute Le Piagge di sperimentarsi nella creazione di relazioni e valorizzazione delle realtà del territorio che contribuiscono al benessere e alla salute delle persone, in coerenza con il mandato di evoluzione verso Casa della Comunità”.

“Questo progetto punta a rafforzare l’integrazione dei servizi sociali e sanitari a supporto delle famiglie, nella direzione del modello delle Case di Comunità previsto dal PNRR. La Casa della Salute delle Piagge è infatti una delle tre selezionate in Toscana per la sperimentazione – ha detto Roberto Barbieri, Direttore generale di Oxfam Italia – Un valore aggiunto che grazie al lavoro di figure come le facilitatrici di comunità ha l’obiettivo di realizzare appieno quella sanità di prossimità che è in grado di intercettare i casi di maggiore vulnerabilità, perché nessuno resti escluso”.

Il progetto vuole contribuire al rafforzamento della sinergia tra servizi sanitari, sociali e attori comunitari per costruire una rete in un quartiere dove si riscontra una diffusa marginalità socio-economica; ridurre le barriere di accesso ai servizi sanitari e sociali delle persone che si rivolgono alla Casa della Salute e favorire l’empowerment delle persone che vivono nel territorio.

Lo sportello di orientamento sarà aperto tutti i giovedì dalle 14 alle 17 per la lingua cinese e tutti i venerdì dalle 15 alle 18 per la lingua albanese, presso la Casa della Salute delle Piagge, in via dell’Osteria 18.

Previous article“Sfumature” è l’album d’esordio di Francesco Giordano
Next articleAl via concorso letterario “A/R Andata e Racconto – Appunti di viaggio”